Manfredonia
Chiarimenti sull'utilizzo delle uniformi e sullo svolgimento del corso di bls-d

Manfredonia. Revoca encomio a Civilis. Marasco replica “Non è stato riportato il vero”

"Abbiamo avuto un riconoscimento dal Ministero del lavoro e per le politiche sociali. Lo stesso dicasi per la Regione Puglia, c'è un relativo decreto"


Di:

Manfredonia, 3 novembre 2017. ”INVECE di rispondere al sottoscritto con atti e/o post su facebook, il sindaco di Manfredonia e il suo staff – retribuiti con i soldi dei cittadini per svolgere i propri ruoli-, dovrebbero impegnarsi maggioramente per risolvere i problemi della comunità. Esattamente come cerca di fare, quotidianamente e gratuitamente, il sottoscritto”. E’ quanto dice a StatoQuotidiano Giuseppe Marasco, presidente dell’Ente Civilis di Manfredonia.

La diatriba

Come risaputo, nelle ultime settimane sono stati pubblicati alcuni post su facebook, con accuse tra Marasco e Riccardi, da un lato, di non intervenire adeguatamente per l’annosa problematica dei rifiuti , da un altro (il sindaco rivolto a Marasco) di essere un “moralizzatore (..) una via di mezzo tra RAMBO (come si vede lui) e CHARLIE CHAPLIN (come lo vedo io)“.

Lo “scontro” sui social tra Riccardi e Marasco

Dall’ironia non sono mancate anche gravi accuse tra le parti.

In seguito, dai posti si è passati agli atti.

La revoca dell’encomio

Con delibera n.171 del 26.10.2017, seduta n.58 (n171-del-261020171), la Giunta comunale di Manfredonia ha deliberato di revocare la delibera di g.c. N.28/2016, ad oggetto “Encomio solenne della Città di Manfredonia all’associazione denominata “Civilis Confederazione Europea Onlus”, riconosciuto al tempo per “per il contributo notevole (della Civilis,ndr) a favore della salvaguardia del territorio sipontino”.

Le motivazioni della revoca
Come scritto dalla Giunta comunale nella deliberazione relativa alla revoca, nella delibera n.28/2016 tra l’altro “si citava, a fondamento dell’encomio, la circostanza che l’Associazione Civilis era affiliata alla E.N.G.E.A “. Inoltre “Il Presidente dell’associazione civilis, Marasco Giuseppe, ha sottoscritto in data 23.09.2017, degli attestati di partecipazione al corso di operatore BLS-D Adulto, Bambino e Lattante e defibrillazione con DAE, da rilasciare ai partecipanti (….). a predetta Associazione risulta iscritta all’albo delle Associazioni della città di Manfredonia avvenuta con de­liberazione di G.C. n.642 del 25.07.2000. Con precedente deliberazione di G.C. n. 34 del 11.02.2015 è stata assegnata alla Civilis Confederazione Euro­
pea Onlus di Manfredonia l’autovettura comunale Renault Modus, (…) nella considerazione dell’attività di controllo del territorio che la stessa associazione dichiarava di svolgere”. Così dalla citata deliberazione di Giunta.

Ora, ”Considerato che l’Amministrazione Comunale ha avvertito la necessità di svolgere ogni miglior approfondimento al fine di chiarire gli aspetti legati all’uso di mezzi distintivi e allo svolgimento di prati che connesse al diritto alla salute dei cittadini; (…) a seguito di questo opportuno screening amministrativo, sono emerse numero­ se circostanze taciute o, addirittura, alterate dall’Ente in questione e dal Suo rappresentante”.

In particolare, nella delibera relativa alla revoca dell’encomio, l’Amministrazione comunale sipontina allega una nota con la quale il Prefetto di Foggia ha “informato” il Comune di Manfredonia ”che non risulta alcuna autorizzazione prefettizia (…) del 02.12.1991 all’uso dell’uniforme per le guardie giurate appartenenti all’associazione “Civilis” di Manfredonia”. Inoltre che ”da accertamenti esperiti in merito all’utilizzo dell’acronimo E.N.G.E.A., il Presidente di detta Associazione, con raccomandata del 23.05.2016, ha chiarito che “… gli statuti delle due Associazioni sono separati, distinti e autonomi …. Tra le due Associazioni esiste un mero e generico Protocollo d’Intesa di diversi ani fa nel quale vi è un riconoscimento tra le parti di mutuo soccorso associazionistico”; pertanto, la Associazione Civilis non risulta affiliata alla Associazione E.N.G.E.A”.

Inoltre che, con nota dello scorso ottobre 2017, “la Regione Puglia ha informato” il Comune che “l’ente di Formazione identificato come “Civilis – Confederazione Europea Onlus” non risulta essere inserito nel Registro dei Centri di Formazione Accreditati per la formazione ed autorizzazione all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno da parte di personale non medico in sede extraospedaliera nella Regione Puglia”.

Da qui, la deliberazione della Giunta comunale (successiva a livello temporale alla diatriba sui social tra il sindaco di Manfredonia e il presidente della Civilis) di revoca dell’encomio solenne alla Civilis, di “revoca dell’iscrizione all’albo delle Associazioni della Città di Manfredonia”, e di “revoca dell’assegnazione dell’autovettura comunale”.

La replica del presidente Giuseppe Marasco (Civilis)

Stamani, 3 novembre 2017, la replica del presidente dell’Ente Civilis: “Nella delibera si riportano allegati che non riportano il vero. Relativamente all’Engea: non ho mai detto di essere stato riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente. MAI e POI MAI. Faccio parte dell’Engea e stop”.

“Per quanto riguarda il corso di bls-d: il formatore è stata una dottoressa formatrice dell’Asl, oltre ad un segretario dell’ASL. Il corso è stato fatto in modo gratuito. Ognuno ha pagato la propria quota associativa. Questo è un corso associativo, riservato ai nostri soci, per lo svolgimento delle relative attività nelle palestre ed attività affiliate”.

“Abbiamo avuto un riconoscimento dal Ministero del lavoro e per le politiche sociali. Lo stesso dicasi per la Regione Puglia, c’è un relativo decreto. Ecco una copia di una convenzione con la Provincia di Foggia, con il Comune di Manfredonia e altri Comuni. Lo stesso dicasi per un protocollo d’intesa tra Civilis e Engea. Migliaia di documenti”.

Per la lettera della Prefettura di Foggia “Ho presentato una denuncia querela a diverse Procure italiane, per quanto riportato in una precedente lettera. Abbiamo dimostrato e attestato che la Prefettura aveva già inviato al Pretore e al Commissariato di P.S. la mia nomina per essere ufficiale di polizia giudiziaria, agente della Ittica Ambientale – Ecologica e Zoofila. Ecco il mio giuramente fatto davanti al Pretore, l’autorizzazione del Prefetto di Foggia alla Civilis. Lo stesso dicasi per l’utilizzo dell’uniforme, con i relativi pareri favorevoli. Ecco una sentenza storica, con il quale un ex Pretore mi ha assolto da qualsiasi reato, qualificandomi ufficiale di polizia giudiziaria”.

(Sul profilo di Giuseppe Marasco (Civilis) è presente il video relativo alla replica)

allegati (pubblicati da Giuseppe Marasco il 04.11.2017)

fotogallery – Atti pubblicati e inviati 06.11.2017

Redazione StatoQuotidiano.it – Riproduzione riservata

Manfredonia. Revoca encomio a Civilis. Marasco replica “Non è stato riportato il vero” ultima modifica: 2017-11-03T13:21:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
46

Commenti


  • Anonimo

    Se quanto asserito da Marasco è vero e quindi risulta da atti pubblici, il comportamento del comune e dei suoi amministratori è da considerarsi ridicolo per non dire tragicomico….
    Povera Manfredonia come sei caduta in basso.


  • finanza nascosta

    Bravo Peppino…la magistratura dovrebbe già mandare a casa il sindaco…,che crede di avere il mondo in mano, perchè a ROMA ci sono trè manfredoniani …………ci saranno grandi novità…attenti!!!


  • Lecchino

    se il sindaco girasse di più per la città invece di stare a litigare sui social network forse ora Manfredonia avrebbe qualche problema in meno….


  • Nicola

    E..e..e e Giuseppe e Marasco , non sei solo altri I….ti seguono, vedi Lecchino( di nome e di fatto ),finanza nascosta , anonimo( anche questi di nome e di fatto) hai finito la pacchia.


  • Pescatore

    Marasco Dimettiti. Stai rompendo la Minghia


  • giggino

    i poteri forti si possono difendere solo con queste ingiustizie perchè nn hanno argomenti. vai Giuseppe fai vedere ki sei a questi amministratori del nulla


  • Anonimo

    Giuseppe finiscila siamo stanchi è inutile che insisti non ricavi niente,fa il volontario è zitto,altrimenti Dimettiti la divisa e apriti il bigliarfino


  • Lettore

    Dizionario:

    revoca
    rè·vo·ca/
    sostantivo femminile

    L’atto con cui si priva di efficacia un ordine o un atto giuridico o amministrativo: r. di una nomina; ottenere la r. del trasferimento; part., nel diritto civile, dichiarazione di volontà unilaterale diretta a estinguere gli effetti di un precedente negozio giuridico (più propriamente recesso) o a ritirare la proposta o l’accettazione di un contratto.
    A revoca, ordine di Borsa (di regola con limite di prezzo) mediante il quale il cliente non fissa un termine di tempo per la relativa esecuzione, per cui si riserva di revocarlo.
    Nel linguaggio parlamentare: revoca della fiducia, il ritiro della fiducia al governo da parte di uno o di più partiti della maggioranza.
    °°°°°°°°°°°********************===0===*****************°°°°°°°°°°°

    Uno scontro tra titani…mi dispiacerebbe davvero se il Generale Marasco subisse la sorte di Carles Puigdemon e di conseguenza rifugiarsi all’estero per evitare provvedimenti ancora più severi da parte delle Autorità. Comunque, anche la revoca di una benemerenza, di un riconoscimento pubblico avvenuto in precedenza è un atto davvero grave e per disporto ci vogliono motivi gravi, tipo condanne penali sopravvenute o altro.


  • Olli

    Generale,ma di che?Io non l’ho mai capito da capitano di polizia ittica ambientale hai cambiato corpo è grado diventando addirittura Generale. Varraggiun va


  • Tonino il bello

    Marasco salvaci tu.

  • Marasco per favore ma vai via, non servi a niente


  • La Farsa....

    Signori stiamo parlando di due che oggi litigano e domani fanno pace. È già successo…..


  • Ex Generale vero

    Sei un ambientalista di sicuro ma affronti il tema sempre puntando il ditino verso il primo cittadino, proponiqualche soluzione dai qualche consiglio utile per superare questa situazione precaria fella spazzatura, proponi che ne so’ , di aumentare il personale ASE, oppure di cambiare orari e giorni dell ‘ esposizione dei rifiuti oppure tutto quello chevuoi tranne puntare sterilmente il dito verso il sindaco. Sii serio e signore cambia suonata.


  • Gino

    Denuncialo
    Ed anche tutta la giunta così imparano a firmare e a dire sempre SI


  • Riccardi dovrebbe controllarsi di piu'. E non solo lui...

    Questa notte non so se riusciro’ a dormire. L’idea di sapere (ironia sul privato, non pubblicabile,ndr)


  • Anonima

    Generale,ma di che?Io non l’ho mai capito da capitano di polizia ittica ambientale hai cambiato corpo è grado diventando addirittura Generale. Varraggiun va


  • Cittadino

    Marasco finiscila oppure consegna le targhe dell auto di servizio e fai il cittadino normale, cioè quello che riconosce Angelo Riccardi il sindaco indiscusso della cittadina sipontina.


  • Antonio Pio

    Caro Peppino, se è come tu dici di essere un Ufficiale di Polizia Giudiziaria, potresti anche elevare contravvenzioni per chi non rispetta le leggi ambientale?????
    In tutti questi anni che controlli il territorio, con i tuoi agenti, quante ne hai elevate????
    Spero in una tua risposta.

  • Caro Peppino togliti davanti, dai troppo fastidio alla gente….Volontariato lo dovevi fare con la bocca chiusa non sparando.


  • Manfredolandia

    E’ tutta una grottesca commedia più comica che drammatica.


  • IL GIULLARE SIPONTINO

    IL GENERALE MARASCO UMILIATO DAL COMUNE!!!!!!!
    MADONNA MOJE VUT MO CA UA SUCCIOD A MANFREDONIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    MO E’ GUERRA TOTALE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    AH AH AH AH AH AH


  • Domenico

    Marasco non ti arrendere! Tira dritta!
    Pubblicate il video io non ho facebook.


  • Luciano

    Umanoidi!pentitevi!hahahahaha


  • Matteo

    Quando un bulletto usa il Potere per cercare di zittire chi evidenzia solo la situazione attuale e viene anche smentito è giunto il tempo che revochi le dimissioni. Il tono di chi attacca Marasco è appunto sullo stesso livello di chi li istiga: cafoni senza alcun tipo di motivazioni che possono solo ridursi a offendere.


  • giovanni

    L’encomio serviva per tappargli la bocca, invece Peppino ha dimostrato che non basta un encomio per comprare il suo silenzio.
    Hai parlato troppo Peppino e al Re questo non è andato giù e quindi revoca della delibera.


  • Strazzamutand

    I video del sig.Marasco sono eloquentissimi… dimettetevi tutti. Grazie


  • Il perplesso

    Come precisato in altri commenti, se sono Ufficiali/Agenti di PG possono elevare sanzioni in relazione al proprio servizio. Quindi non si giustificherebbero le continue videodenunce ambientali quando loro stessi dovrebbero vigilare anche ai fini repressivi… Anche se ritengo comunque meritevole anche l’attività di denuncia svolta sinora.


  • Marta

    Con Marasco “carta canta” con pinocchio …………………!


  • The King

    Il nostro concittadino non meritava la revoca del l’encomio. Ora che avete ferito il gladiatore ambientale ne vedremo ancora di belle, sicuramente non è servito per zittirlo o distruggerlo e la reazione probabilmente sarà di un leone ferito.


  • miki

    Ma sia la Prefettura che la Regione hanno asserito altre cose….


  • CIRO

    IL MINISTRO PEPPINO MARASCO L’HA DURA A PERDERE…..COMBATTI O MIO PRODE GENERALE E DIVENTERAI PRESIDENTE DEL COSMO


  • indignato

    Quanto disposto dal Comune di Manfredonia
    rasenta il ridicolo, praticamente elargisce encomi solenni alla carlona? O sbaglio? Almeno in questo caso sembrerebbe di si.
    Le verifiche le fa a ritroso e non prima? Ma che cacchio è davvero il Comune di Cetto La qualunque o la Repubblica delle banane? Vergognatevi questo non fa onore alla nostra città!


  • CITTADINO ELETTORE

    NEL CASO IL GENERALE MARASCO SI CANDIDASSE ALLE POLITICHE GIURO CHE LO VOTO! MA NOI SIAMO UN POPOLO DI BALENCHI MANDIAMO A ROMA I POLITICI INUTILI PER LA CITTA’!! UNA MOSTRUOSITA’ AVERE A MANFREDONIA UNA RISORSA DEL GENERE E NON AVERLO NOMINATO ASSESSORE ALL’AMBIENTE. CHI MEGLIO DI LUI? LA PERSONA GIUSTA AL POSTO GIUSTO.


  • Il sindaco

    Se fosse vero, tutta la giunta che ha firmato la delibera e lo staff della comunicazione dovrebbero dimettersi senza battere ciglio (se avessero una dignità)


  • u sgangnet

    Ma quale Ufficiale e Agente di Polizia Giudiziaria ?!?! Quelli contano come il 2 di bastone quando a briscola regna denari… Comunque sono entrambi ridicoli con questa pagliacciata.


  • 😈😈

    Premesso che se non fosse per marasco a quest’ora manfredonia sembrerebbe una fogna di calcutta, non è certo il sindaco o gli spazzini che vanno in giro anche per le campagne a scovare e far ripurlire immondizia. Ma comunque fatto sta che il sindaco sta dimostrando di essere un bambino dispettoso, che nel momento in cui non riesce più a rispondere a tono e ad aggrapparsi agli scogli fa’ revocare cose a caso come a dire: qui comando io. Bell’esempio che viene dato… in tutti questi anni invece di far evolvere la città l’ha fatta tornare al medioevo….e voi vi lamentate di marasco….sarete mica tutti amici e parenti a cui è stato dato un lavoro?

  • Il nuovo titolo del film.camerati contro compagni.


  • Giggino

    Iiiiiiiii da quanda stopd !!!!!!!!!


  • Susy

    Perché ho la sensazione che costui vuole solo la poltroncina del sindaco????credo. . ma spero di no!!!


  • gattone

    Ragazzi ci vogliono piu’ persone come Marasco a Manfredonia per svegliare la citta’ e la politica, la vera politica e’ il turismo non siamo meno del Salento ho di qualsiasi Citta
    svegliateviiiiiiiii


  • A pzzott d furmagg

    Forza Marasco siamo tutti con te salvaci !!!!!! io gia ti vedo SINDACO !!!!!!


  • Ex simpatizzante PD

    Marasco Sindaco senza se e senza ma…peggio di così….


  • Il perplesso

    Signori, nell’articolo si parla di nomina ad ufficiale di polizia giudiziaria ma nei documenti allegati dall’interessato io leggo guardia giurata. Non sono la medesima cosa, anzi… Si prega il sig. Marasco di chiarire quali sono i titoli posseduti e quali le sue attribuzioni. Occhio a qualificarsi ufficiale di PG… detto questo, io approvo i servizi di Marasco in merito al degrado urbano ambientale…


  • Dario

    Se sei ufficiale e/o agente di P.G inizia ad usare il blocchetto delle multe ce ne tanto bisogno a Manfredonia.


  • Severino

    Qui ci vogliono le jene e striscia la notizia. E una bomba! Qualcuno dall’alto potrebbe degradarlo da Generale al ruolo di truppa con il grado di caporale.


  • Finitela

    Peppino il tuo accanirti contro il Sindaco, ti sta spingendo da un lato ad esasperare le tue video denunce e dall’altro lato a dare un’immagine negativa della nostra citta’ che tanto negativa non e’ tranne ad una differenziata mal digerita dai cittadini che non amano la citta’. Mi chiedo come mai tutto quanto e’ avvenuto da quando non hai ricevuto il contributo,prima eri bendato dall’encomio?? L’amministrazione comunale tutta e non solo il Sindaco avranno le loro colpe, ma anche tu non sei tanto pulito come vuoi mostrarti, fino a poco tempo fa andavi a braccetto con RIccardi , se oggi lo rinneghi il motivo e’ perche’ non sei stato accontentato,chi ci rimette in tutto questo e’ Manfredonia.Ridai la macchina indietro e fai i tuoi servizi con la macchina Civilis .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi