FoggiaPoliticaStato prima
Da ex componente del cda riassume i passi verso l’asta mancata

Palazzina Amica: Lambresa spiega quel “no” al bilancio


Di:

Foggia. E’ stato un incontro informale quello con Lucia Lambresa, ex componente del cda di Amiu, davanti a Palazzo di città. Era stato organizzato in rete dopo uno scambio di battute fra lei e la giornalista Antonella Caruso. L’appuntamento è stato rispettato con varie testate giornalistiche e tv che sono arrivate nel luogo stabilito. Ha fornito alcune dati sugli ultimi mesi di attività presso l’azienda, in particolare ha chiarito alcuni passaggi fra la scadenza del suo mandato, il 29 giugno, l’approvazione del bilancio di esercizio da parte dei soci il 26 e l’asta mancata del 28 giugno da parte di Amiu. Il consiglio decade il 29 giugno dopo che aveva deciso di fare tutto quello che era necessario per acquisire la sede dell’azienda. C’è stata un’altra riunione il 27 luglio a Bari dove si ripropone la questione vendita ma che slitta al 31 luglio quando si convoca l’assemblea dei soci. Lambresa spiega che nel 2017, con le nuove disposizioni in tema di bilancio, Amiu ha qualche slittamento nella programmazione.

L’11 marzo il cda approva la proposta di bilancio di previsione ma Lambresa vota contro insieme al suo collega Morgese. Il cda è convocato solo 24 ore prima, il sindaco Landella esprime il suo disappunto per l’accaduto. “Questa proposta di bilancio mi sembrava lacunosa per tempistica, sostenibilità economica, personale, impiantistica, servizi e acquisizione della sede”.

PH PAOLA LUCINO

Dopo l’approvazione in consiglio comunale il bilancio di previsione passa definitivamente il 5 giugno. Il 7 giugno Decaro nomina Persichella al posto di Grandaliano. Il 26 si insediano presidente e nuovo cda, si ripropone l’acquisto della sede di corso del Mezzogiono per il valore di 980mila euro rispetto all’asta. Nella riunione del 26 giugno si decide di fare tutto il possibile per l’acquisizione della sede.

Il 29 luglio decade il consiglio. Resta da capire come mai l’asta del 28 vada deserta e come mai, eventualmente, il Comune e Amiu, nella riunione in cui si è votato il bilancio di esercizio, non si siano nemmeno aggiornati sull’asta mancata. Solo il 4 agosto si avrebbe consapevolezza che Amiu non si è presentata all’asta del 28 giugno. Si rilancia sulla vendita del 10% ma la curatela fallimentare blocca la vendita. Si tiene l’ultima asta la scorsa settimana. Il legale incaricato da Amiu Puglia si ferma a 940mila euro, non rilancia e la Cermico se l’aggiudica a 955.

focus
Ex sede Amica, Ruscillo e Di Paola “Basta polemiche”
“Amiu Puglia perde all’asta la palazzina ex Amica”

(A cura di Paola Lucino, Foggia 03.11.2017)

Palazzina Amica: Lambresa spiega quel “no” al bilancio ultima modifica: 2017-11-03T08:52:22+00:00 da Paola Lucino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi