Foggia
Sulle questioni amministrative del Comune di Foggia

Di Pasquale a Pertosa “Grande stupore per quanto detto”

"Per quello che riguarda le piste ciclabili, poi, è particolarmente curioso che il consigliere Pertosa ignori la recente approvazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile"


Di:

Foggia. “Accogliamo con grande stupore le dichiarazioni rilasciate dal consigliere Giuseppe Pertosa sulle questioni amministrative del Comune di Foggia. Perla prima volta dal momento della sua elezione, apprendiamo infatti il suo dissenso, espresso con piglio così deciso ed ironico, rispetto all’operato dell’Amministrazione comunale. Un atteggiamento che mai prima d’ora era emerso in modo propositivo e costruttivo nel consigliere Pertosa quando egli faceva parte della maggioranza. Ciascuno, ovviamente, è libero di compiere le proprie scelte. Anche quella di farsi travolgere nello scivolamento verso l’opposizione al centrodestra”.

Così il presidente del gruppo consiliare di Forza Italia al Comune di Foggia, Consalvo Di Pasqua, replica alle dichiarazioni del consigliere comunale Giuseppe Pertosa.

“Il consigliere comunale fa riferimento alla graduatoria del rapporto ‘Ecosistema Urbano’ stilata da Legambiente, come se si trattasse della certificazione di un fallimento. Se avesse avuto la pazienza di leggere con attenzione il rapporto, e la dichiarazione rilasciata sul punto dal sindaco Franco Landella, avrebbe scoperto che le ragioni dell’arretramento di Foggia sono essenzialmente legate all’assenza di valutazione di due parametri e che questa Amministrazione comunale, al momento del suo insediamento, ha raccolto la nostra città all’ultimo posto tra i comuni capoluogo pugliesi portandola, oggi, ad essere quella con il miglior piazzamento dell’intera regione.

Per quello che riguarda le piste ciclabili, poi, è particolarmente curioso che il consigliere Pertosa ignori la recente approvazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che è per l’appunto l’atto di pianificazione utile a dare, sul medio-lungo periodo, una risposta alle sue lamentele. Un piano cui vanno aggiunti i progetti elaborati e presentati da questa
Amministrazione comunale proprio sul potenziamento delle infrastrutture ciclabili, con ottime possibilità di ottenere i finanziamenti richiesti.

I lavori di ampliamento della capienza dello stadio ‘Pino Zaccheria’, inoltre, sono tutt’altro che uno sperpero di denaro pubblico. Essi rappresentano una valorizzazione del patrimonio comunale che ha contribuito in modo determinante, in ambito sportivo, da un lato a venire incontro ad una esigenza diffusa del pubblico legata alla promozione in Serie B del Foggia Calcio, e dall’altro a far guadagnare alla città vetrine nazionali di assoluto rilievo. Su questo terreno, è bene precisarlo, non c’è stato alcun regalo alla società Foggia Calcio. La convenzione con il Comune, che prima dell’arrivo di questa Amministrazione comunale nessuno aveva mai neppure provato a sottoscrivere, giungerà presto in Consiglio comunale per la sua approvazione, ripristinando un sistema di regole laddove il centrosinistra aveva tollerato e promosso una sorta di anarchia.

Sulla manutenzione delle strade comunali, infine, al consigliere Pertosa non si può che rivolgere lo stesso invito che il sindaco Landella ha formulato al capogruppo del Partito Democratico, Augusto Marasco. Se Pertosa è a conoscenza di dove sarebbero le risorse economiche necessarie a manutenere in modo perfetto la rete viaria della città, lo dica ai dirigenti al Servizio Lavori Pubblici, Paolo Affatato, ed ai Servizi Finanziari, Carlo Dicesare, che sul punto hanno un’opinione molto diversa. Ovviamente Pertosa ci indichi risorse economiche consistenti, perché per
ottenere l’obiettivo da lui indicato occorrono finanziamenti massicci ed imponenti.

Discorso a parte merita l’isola pedonale di via Lanza. Mai, quando Pertosa faceva parte organicamente della maggioranza di centrodestra, si è sentita da lui una critica o una presa di distanza rispetto alla scelta di ampliare le aree pedonali della città. Ed era appena evidente che per fare di via Lanza un’isola pedonale e non una semplice strada chiusa al traffico,
sarebbero stati necessari interventi finalizzati a migliorare il suo arredo urbano. Se il consigliere Pertosa era d’accordo con l’istituzione della nuova isola pedonale, è difficile comprendere come possa essere adesso in disaccordo con la sua materiale realizzazione.

Tutte le posizioni politiche ed amministrative sono legittime. Anche quelle assunte con clamoroso ed inspiegabile ritardo. È altrettanto legittimo, però, avere il diritto di affermare che si tratta di atteggiamenti strumentali, emersi solo per provare a giustificare, dopo l’ingresso ed il repentino abbandono di ben due forze politiche – Forza Italia prima ed Alternativa Popolare poi –, il suo passaggio all’opposizione dell’Amministrazione comunale guidata dal centrodestra. Cioè dalla coalizione in cui il consigliere Pertosa è stato eletto attraverso il premio di maggioranza collegato alla vittoria del sindaco Landella nel turno di ballottaggio”.

Di Pasquale a Pertosa “Grande stupore per quanto detto” ultima modifica: 2017-11-03T18:50:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi