ManfredoniaSport

Basket, Webbin: superato lo spauracchio Altamura

Di:

Una partita della Webbin (st - archivio)

Manfredonia – LA Webbin Manfredonia batte la Libertas Altamura in una gara molto combattuta e in un solo colpo supera un avversario ostico che rievocava brutti ricordi (ancora vive e nette le reminiscenze della brutta pagina vissuta lo scorso anno, quando i ragazzi di Ciociola persero il treno per i play-off promozione proprio nella gara casalinga contro la Libertas Altamura) e si proietta con il pieno di autostima verso la gara che la vedrà impegnata nel big-match dell’ultima giornata del girone di andata in programma contro la capolista imbattibile Cerignola.

Il Manfredonia ha conquistato il successo mettendo in mostra determinazione e intensità che ormai sono il marchio di fabbrica dei sipontini, seppur orfani di Stefano Russo, infortunatosi nel derbissimo contro la Diamond Foggia.

L’avvio di gara vede i ragazzi di casa partire col piede giusto (9-2) grazie alle realizzazioni di R. Ciccone (12) partito in quintetto base e Alvisi (17) impegnato anche nel difficile compito di arginare il ceccino avversario Fui (17). Ma gli ospiti biancorossi dimostrano subito di essere saliti in riva al Golfo con intenti combattivi e, favoriti da una gran difesa di Lastella su
Gramazio (15) rimettono subito in equilibrio la gara (24-19 il primo parziale). I ragazzi guidati dal tecnico Laterza sono un avversario davvero ostico, e lo dimostrano approntando una difesa mista che inizialmente mette in difficoltà gli attacchi dei padroni di casa,che devono affidarsi a vere prodezze dei singoli per trovare il fondo della retina: vedere il prodigioso canestro da 9 metri di Gramazio. La difesa dei padroni di casa, grazie alle rotazioni della panchina, è però ben solida, e consente di tenere un rassicurante vantaggio al riposo lungo (42-33).

L’Angel inceppa in attacco nel terzo periodo, non riescendo proprio ad allungare, mentre tra gli ospiti Woods (22) comincia a segnare facendo continuamente a sportellate con Aliberti (20 punti 16 rimbalzi). I padroni di casa sembrano stranamente timidi, commettono parecchi errori in serie dalla distanza, ma la solidità ed intensità difensiva mettono comunque in angolo gli avversari. L’inossidabile A. Ciccone (20 punti 10 rimbalzi) incide in attacco ed in difesa così che il vantaggio lievita sino al 65-50.

L’inerzia è tutta per il Manfredonia che tiene saldamente nelle proprie mani la gara, concedendosi un ultimo periodo in tutto controllo. Gli ospiti combattono su ogni pallone, ma con il passare dei minuti si perdono per strada lasciando buon gioco ai padroni di casa per recuperare palloni importanti che si traducono in punti decisivi per siglare il finale di 88-72.


Post-gara.
“La nostra è stata una partita solida. – precisa il tecnico Ciociola a fina gara- La svolta credo sia stata nel terzo quarto, quando siamo riusciti a tenere in difesa, nonostante facessimo fatica in attacco. A quel punto abbiamo preso fiducia e tranquillità che ci servivano per incamerare questa vittoria. Adesso ci di prepareremo al meglio per affrontare a domicilio la prima della classe: la corazzata Cerignola, che giocherà con grande attenzione al fine di mantenere primato ed imbattibilità. Mi dispiace solo essere arrivato a questo importante appuntamento privo nelle rotazioni di una carta importante come Stefano Russo”. Per chiudere in bellezza il girone di andata, il Manfredonia dovrà fornire una grande prestazione in quel di Cerignola, in attesa di notizie confortanti dal versante medico.

Pallacanestro/serie D
WEBBIN basket “Giuseppe ANGEL” MANFREDONIA 88
Libertas ALTAMURA 72

parziali: 24-19; 18-14; 23-17; 23-22

WEBBIN basket “Giuseppe ANGEL” MANFREDONIA
B. Carmone 2, D. Totaro 2, Vaira B., U. Gramazio* 15, Aliberti G.* 20, R.Ciccone* 12, A. Ciccone* 20, Alvisi W.* 17, G. Muscatiello, De Lucia P. all.: G. Pio Ciociola; aiuto all.: Carbone F.;

Libertas ALTAMURA
Manicone 10, Fui 17, Lastella 9, Tassiello, Ciaccia, Barozzi, Calia 6, Ladisi 3, Woods 22, Zaino 2 all.: Laterza


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi