ManfredoniaSport

Calcio a 5, pari con goal del Manfredonia a Lanciano

Di:

Formazione Manfredonia c5 (Ph: Lucia MELCARNE)

Manfredonia – IL Manfredonia C5 non riesce nell’intento di tornare a casa con l’intera posta in palio. Deve, invece, accontentarsi (si fa per dire) del punto strappato via dalle mura amiche della Vis Lanciano. Tante sono state le occasioni da rete fallite per i sipontini del presidente Esposto, complice anche un Dragani in stato di grazia, portiere degli abruzzesi, probabilmente tra i migliori in campo, autore di parate incredibili e a volte molto fortunose.

Per la trasferta di Lanciano, mister Claudio Vaz schiera in campo Amoruso, Lombardi, Caetano, De Araujo e Dalmas. Subito il Manfredonia cerca di colpire duro, lasciando presagire le intenzioni bianco-celesti, ma già dal primo minuto di gioco Dragani compie due grandi interventi, prima su tiro di Lombardi e successivamente su Caetano. Al 2’ pero’ i sipontini passano in vantaggio: Caetano salta l’uomo e offre a Dalmas un assist con i fiocchi, il pivot brasiliano non può far altro che depositare la sfera in rete. Pochi istanti dopo è ancora Dalmas a poter siglare il raddoppio, ma Dragani neutralizza.

Alla prima discesa casalinga, tuttavia, la Vis Lanciano arriva al pareggio con Bonsignore, il quale sfrutta al meglio un diagonale di Simigliani. Palla al centro, passano altri 3 minuti e Caetano salta il suo diretto avversario decidendo questa volta di infilarla lui, tiro di destro angolatissimo dove il portiere non può arrivare. Tornati in vantaggio, i biancocelesti tentano di triplicare e sfiorano il terzo gol in diverse circostanze con De Araujo, Cotrufo e Dalmas, sbattendo contro le mani dell’estremo di casa. Al 15’ è invece la Vis a raggiungere il pareggio con Simigliani, e addirittura passa in vantaggio con Colombaro al 18’36.

Il Manfredonia non ci sta e riparte subito, allora palla in avanti di Caetano ed è Cotrufo che, di destro, batte sì il portiere ma non Bettoli, che salva la sua porta colpendo la palla con la mano. Penalty per i sipontini. Sul dischetto va De Araujo ed al 18’54 è 3-3.

La ripresa inizia male per il Manfredonia. Su un calcio d’angolo della Vis Lanciano, gli arbitri prendono un abbaglio enorme convalidando la rete di Antonelli , dopo aver commesso un nettissimo blocco sulla difesa ospite (e non è stato questo l’unico errore della terna arbitrale). Da questo momento in poi sale in cattedra Dragani, compiendo parate prodigiose minuto dopo minuto e tenendo a galla la Vis: Dalmas, De Araujo e Lombardi si vedono respingere i propri tiri. La porta sembra veramente stregata, ma il pareggio arriva al 17’ quando Vaz decide di inserire Cotrufo come portiere di movimento. I ragazzi sipontini ci mettono ben poco per andare in rete, questa volta con Lombardi. Mancano due minuti e il Manfredonia attacca ancora, sfiora la rete del vantaggio in più occasioni, la più clamorosa capita sui piedi di De Araujo, che manda fuori di un soffio. Termina cosi 4-4 una gara maschia, avvincente, che, tuttavia, il Manfredonia non è riuscito a fare completamente sua, corresponsabili alcune disattenzioni bianco-celesti, una buona organizzazione della Vis Lanciano ed un portiere Dragani in giornata.

Sabato prossimo al Palascaloria è tempo di grandi partite. Giungerà in riva al golfo sipontino il Forlì, autentica schiacciasassi del campionato. Una vittoria riaprirebbe i giochi e sappiamo bene come i sipontini siano capaci di farlo, avendo tutte le carte in regola per riuscirci. Tutti al Palazzetto di Via Scaloria per sostenere il Manfredonia e continuare a crederci.


TABELLINI

VIS LANCIANO: Di Girolamo, Dragani, Simigliani, Caravaggio, Bettoli, Massimini, Bonsignore, Colombaro, Pasquini, Lanza, Antonelli, Carpentieri. All. Lanza A.


MANFREDONIA: Amoruso, Dalmas, Lupoli, Natalino, Silva Lombardi, De Araujo, Caetano, Trotta, Totatro, Cusenza, Cotrufo, Barbone. All. Vaz Vieira C..
AMMONITI: Bettoli e Bonsignore (VL); Barbone (M)
ESPULSI: –
MARCATORI: 1T 1’03” Dalmas (M), 2’44” Bonsignore (VL); 6’02” Caetano (M), 15’38” Simigliani (VL), 18’36” Colombaro (VL), Rig. 18’58” De Araujo (M). 2T 00’40″ Antonelli (VL), 17’18” Silva Lombardi (M).

(Photo L. Melcarne
Michela Quitadamo – Ufficio Stampa Asd Manfredonia C5)


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi