Politica

Consiglio Provincia, ok regolamento VIA

Di:

Aula consiglio provinciale Foggia; il presidente Santaniello (archivio, image N.Saracino)

Si è riunito questa mattina, 3 dicembre 2012, il Consiglio Provinciale di Foggia, presieduto da Enrico Santaniello, alla presenza di 24 consiglieri. Il primo punto all’ordine del giorno ha riguardato le interpellanze e le interrogazioni: si è cominciato con quella presentata dal capogruppo del Pd Antonio Prencipe relativa all’erogazione del riscaldamento nelle scuole e alla discussa razionalizzazione del consumo energetico. Sull’argomento il presidente Pepe ha tranquillizzato l’interrogante sostenendo che “non saranno di certo i ragazzi a pagare per i tagli subiti” e che “con il freddo il riscaldamento non verrà a mancare”. E’ intervenuto anche il consigliere Francesco De Monte (Pdl).

Il consigliere della Destra Enzo Iannantuono ha poi interrogato l’assessore Farina sulla possibilità di trasformare gli oltre venti Operatori Stradali, fermi per mancanza di carburante, in Agenti di Polizia Provinciale o in Ausiliari del Corpo. L’assessore al ramo ha sottolineato che attualmente “gli operatori non sono inattivi, ma si muovono per piccoli interventi mirati. In qualunque caso i due incarichi non sono equipollenti e di conseguenza è impossibile fargli assumere il ruolo di poliziotti provinciali”. Rinviata, invece, la discussione sulle altre tre interrogazioni in programma: quella del consigliere Massimo Colia (Idv) sulla possibile realizzazione nel territorio provinciale di centrali di produzione elettrica da fonti rinnovabili a biomasse o a turbogas; quella del consigliere Gaetano Cusenza (Misto) sull’esito della manifestazione Bitrel 2012 e per finire quella proposta da Iannantuono sull’esito della gara di affidamento in concessione del servizio di verifica degli impianti termici della Provincia.

Sempre il consigliere della Destra ha poi illustrato all’assise la proposta di ordine del giorno finalizzata a garantire liquidità alle imprese creditrici dell’Amministrazione Provinciale. Visti i ritardi dei pagamenti il consigliere Iannantuono propone un “protocollo d’intesa con la Regione e le associazioni di categoria per rilasciare alle imprese creditrici la certificazione del loro credito, cosicché queste lo possano cedere, pro soluto o pro solvendo, a favore di banche o altri intermediari finanziari”.

L’aula ha rimandato l’analisi dell’ordine del giorno alle commissioni competenti affinché la questione possa essere approfondita e meglio definita. Sulla questione sono intervenuti Antonio Prencipe (Pd) e Aniello Masciulli (Pdl). L’assise ha poi approvato all’unanimità il nuovo regolamento di funzionamento del Comitato tecnico VIA (Valutazione Impatto Ambientale); un regolamento che si è reso necessario, ha spiegato l’assessore all’Ambiente Pasquale Pazienza “per uniformarsi al funzionamento di altri VIA, tra cui quello della Regione Puglia”. Tra le novità proposte vi è l’articolo 8 che prevede che il componente del Comitato che risulti assente senza giustificato motivo per tre sedute consecutive venga dichiarato decaduto e sostituito, “in modo tale da evitare” ha aggiunto Pazienza “che la prolungata assenza possa rallentare il funzionamento di questo Comitato”. Sono intervenuti i consiglieri De Monte e Prencipe. Voto unanime ha ottenuto anche il Piano provinciale di attuazione dei POR Puglia FSE 2007/2013 per il biennio 2012/2013, illustrato dall’assessore al Lavoro e alla Formazione Professionale Leonardo Lallo.

“Il nostro intento” ha sottolineato l’assessore “è stato quello di procedere con una programmazione biennale, al di là della scadenza di mandato, anche per lasciare una traccia/percorso a chi dovrà proseguire questa opera”. Le risorse complessive per il biennio ammontano a circa 15milioni e 600mila euro. “Il piano proposto tiene in conto dei reali fabbisogni del territorio con qualche tentativo di innovazione come quelle relativo ai tirocini formativi per la prima volta cofinanziati al 25% dalle imprese” ha proseguito Lallo. Più volte si è sottolineato il prezioso apporto fornito dalle commissioni provinciali, soprattutto quelle all’Agricoltura e al Lavoro, che assieme ad organizzazioni sindacali e di categoria, hanno fatto sì che il piano fosse collegato alle reali esigenze del territorio. Sull’argomento sono intervenuti anche i consiglieri Nicola Sgarra (Pd) e Aniello Masciulli (Pdl). La seduta è stata sciolta alle 13,15.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi