Manfredonia

Tremiti, ok assestamento bilancio 2012, “debiti per 6,9 milioni”

Di:

L'ex sindaco delle Tremiti, Giuseppe Calabrese (fonte image: ambienteambienti.it), con Giunta caduta a fine febbraio 2011, per mancanza della maggioranza; attuale sindaco, dopo commissario, Antonio Fentini

Isole Tremiti – “PARTICOLARE attenzione poi merita la situazione debitoria del Comune. Da una prima verifica, i debiti, da documenti agli atti e riferiti a pignoramenti presso terzi, atti di precetto, decreti ingiuntivi, fatture per lavori e forniture e parcelle per incarichi professionali, ammontano a €.6.951.773,73. Di questi 2.809-476,05 euro circa sono classificabili come debiti di cassa per lavori effettuati e mai pagati in anni precedenti. Infatti pur avendo avuto accreditato le rispettive risorse da parte degli enti, le stesse sono state utilizzate per altre spese che non avevano copertura certa. Vi è stata una i rilevante distrazione di fondi a specifica destinazione per un comune di piccole dimensioni come le Tremiti. E questa è la causa principale del disavanzo in termini di residui. Occorre una attenta verifica della situazione debitoria per procedere, successivamente, al riconoscimento dei debiti per acquisizione di beni e servizi, in violazione degli obblighi di cui ai commi 1, 2 e 3 dell’articolo 191 del TUEL, nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l’ente, e provvedere al pagamento mediante un piano di rateizzazione convenuto con i creditori”.

Ciò non preclude alla responsabilità diretta degli agenti Amministratori e Funzionari che hanno prodotto il danno, visto, altresì, che tale situazione è stata già rappresentata, con atto n.20 del 07/10/2011 del Commissario Straordinario, alla Procura Regionale della Corte dei Conti, presso la Sezione Giurisdizionale della Puglia, con nota n. 1676 del 13/04/2012 e acquisita con il numero di posizione V2012/01132″.

E’ quanto si legge nella delibera n.26 del 30.11.2012 del Comune delle Isole Tremiti “Verifica equilibrio ed assestamento generale del Bilancio 2012”, nella quale si evidenza il “rispetto deglì equilibri di bilancio, in quanto, secondo le valutazioni e le stime condotte, è prevedibile che l’esercizio in corso si concluderà mantenendo in pareggio la gestione di competenza, ovvero con probabile, seppur minimo, avanzo di amministrazione, in relazione al quale eventuali provvedimenti saranno adottati dopo l’approvazione del relativo rendiconto della gestione”.

Come evidente dalla stessa delibera, “lo stato di attuazione dei programmi è, in linea di massima, conforme a quanto stabilito nella relazione previsionale e programmatica al bilancio di previsione dell’anno in corso”. Al contempo nel deliberato si dà atto “della attuale insussistenza di assumere provvedimenti rivolti al riequilibrio della gestione di competenza, come previsto dall’art.193 del D.Lgs. n.267/2000″:

“Con successivo provvedimento, previo puntuale accertamento e verifica dei vari atti amministrativi (pignoramenti presso terzi, precetti, decreti ingiuntivi ecc.), si procederà al riconoscimento dei debiti per acquisizione di beni e servizi, in violazione degli obblighi (…) nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l’ente, e provvedere al pagamento mediante un piano di rateizzazione convenuto con i creditori, fermo restando l’eventuale responsabilità diretta degli agenti Amministratori e Funzionari che hanno prodotto il danno”.

——————————————————————–

Al centro il sindaco delle Tremiti Fentini (fonte: lecinqueisole)

Situazione patrimoniale: 11.334.552,45 euro; la possibilità di fitti e alienazioni per far fronte “ad una situazione debitoria alquanto esorbitante”. Dalla relazione del Responsabile del Settore Tecnico si esplicita analiticamente la situazione patrimoniale disponibile del Comune delle Isole Tremiti, in ordine a possibili alienazioni e fitti, pari a C. 11.334.552,35 “tale da far fronte ad una situazione debitoria alquanto esorbitante sia in termini di cassa che in termini di debiti fuori bilancio eventualmente da riconoscere ai sensi dell’art.194 del D.Lgs. 267/2000, fermo restando la responsabilità diretta del danno”.


FOCUS ALIENAZIONI


GESTIONE RESIDUI. Dalla delibera: “la gestione in conto residui evidenzia un saldo negativo in termini di accertamenti e impegni di C.2.773.639,83 che si ripercuote sulle riscossioni e sui pagamenti e di conseguenza nelle somme rimaste da riscuotere e da pagare, e quindi in sintesi una situazione di squilibrio, come si palesa dalle tabelle che si riportano”. “E’ pur normale che le riscossioni e i pagamenti in conto capitale seguono da sempre un andamento nel medio e lungo termine, ma lo squilibrio rappresentato deriva da una gestione, protratta negli esercizi precedenti, non certamente conforme alle disposizioni vigenti in ordine specificatamente alle poste attive iscritte nelle previsioni di bilancio e non supportate da accertamenti certi ed esigibili, e questo ha determinato un forte squilibrio in termini di spesa, ma anche un utilizzo improprio di fondi a specifica destinazione, distraendo somme accreditate per lavori pubblici da parte della Regione, dei Ministeri e altri enti, su impegni e pagamenti di spesa corrente”. “Tale situazione dovrà impegnare non poco l’Amministrazione e i Responsabili dei servizi ad una attenta e oculata gestione delle entrate e delle spese”.

“Di particole rilevanza e impegno sarà la gestione del patrimonio comunale disponibile, unica risorsa e peraltro di, grande rilevanza, come si evince dalla relazione tecnica, che potrà livellare la situazione economica-finanziaria. E’ infatti previsto a breve l’approvazione in consiglio comunale del regolamento per l’alienazione, la locazione e la concessione del patrimonio disponibile inerente fabbricati e terreni”.

Copia della delibera, con allegati, è stata inviata – per quanto di competenza, alla Procura Regionale della Corte dei Conti, presso la Sezione Giurisdizionale della Puglia.

g.defilippo@statoquotidiano.it

Slide



Vota questo articolo:
2

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi