Politica

Renzi: Pronti su legge elettorale in settimana si chiude

Di:

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi (st@)

(ansa) E’ terminata dopo circa cinque ore la segreteria del Pd. “La prossima settimana tiriamo su la rete e tentiamo di chiudere”. Lo ha detto Matteo Renzi parlando della riforma della Legge elettorale. “Se l’unico problema che può nascere è quello delle unioni civili è un passo in avanti”. Lo ha affermato Renzi parlando della risposta di Alfano riguardo le unioni civili.

“Se l’unico problema di Alfano sulle nostre proposte sono le unioni civili ci va di lusso. Trovo invece discutibile che si possa obiettare mettendo in mezzo la famiglia: che cosa hanno fatto i governi Alfano-Giovanardi per la famiglia? Hanno azzerato il fondo per la famiglia. Se la famiglia è una cosa seria bisogna essere coerenti”. Sui temi della famiglia “non mi farò scavalcare da Alfano e Giovanardi”, ha aggiunto Renzi. “Chi oggi pone il tema delle unioni civili non vuole affrontare il punto centrale: in una settimana vogliamo una risposta sulla legge elettole. Non vorrei si utilizzasse un’arma distrazione di massa”, ha spiegato Renzi. “E’ stata una discussione a 360 gradi, abbiamo parlato di scuola, ambiente e infrastrutture ma il tema centrale è stata la legge elettorale”. “Il punto centrale è la legge elettorale – ha sottolineato il segretario pd – si sono fatti passi in avanti, più in questi tre giorni che negli ultimi tre anni”. “I dati sul calo della spread sono dati per cui ringraziare non solo i governi succeduti ma un italiano che ha lavorato nell’interesse dell’Europa: Mario Draghi, è suo il merito fondamentale”.

“Nessuno sta mettendo in discussione l’esistenza del governo, anzi: mette in difficoltà il governo chi lo vuole far stare fermo. Lo aiuta chi lo sprona a risolvere i problemi italiani”. Renzi assicura che il suo piano non è una minaccia per il governo. Poi il leader pd replica a Beppe Grillo: “Se vale il principio che il Parlamento è abusivo i primi abusivi sono i suoi, allora rinunci ai propri parlamentare e alle loro indennità. Il tema è invece che urge la riforma elettorale proprio per evitare di ritrovarci con un Parlamento di questo tipo”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi