Foggia
"Positiva l’istituzione del nucleo investigativo antiracket"

Foggia, Lusi: racket, bene NIA e aumento denunce

"l’aumento delle denunce è il chiaro segnale della volontà di tanti cittadini di squarciare la cappa di omertà e di voltare pagina."

Di:

Foggia – ”Due dati positivi sono emersi dalla conferenza tenuta questa mattina dal Questore Piernicola Silvis e dal presidente della Federazione Antiracket: l’istituzione del nucleo investigativo antiracket (Nia) e l’aumento delle denunce tra il 2013 e il 2014. Si tratta di segnali importanti per la nostra città e per tutta la comunità di Capitanata. Il Nia indica la volontà concreta delle forze dell’Ordine di essere vicine ai cittadini anche nelle fasi successive alla denuncia; così come l’aumento delle denunce è il chiaro segnale della volontà di tanti cittadini di squarciare la cappa di omertà e di voltare pagina.

Anche se la situazione resta ancora difficile – come dimostrano le scarse adesioni di commercianti a “Pizzo Free” e l’escalation di atti intimidatori degli ultimi mesi – , è importante cercare di ripartire dagli elementi positivi. C’è una parte della città capoluogo che vuole rialzare la testa e dire basta al clima di paura, alle minacce e alle bombe.

La politica deve dare risposte: la lotta alla criminalità organizzata, in ogni sua forma, deve essere senza quartiere e senza sosta. Legalità, sicurezza, trasparenza e partecipazione devono tornare al centro dell’agenda politica e dei programmi di governo. Vogliamo costruire una Puglia diversa, più sicura, più a misura d’uomo. Una Puglia della quale potremo essere tutti più orgogliosi e non solo per le sue bellezze turistiche”.

Lo scrive in una nota Patrizia Lusi, PD.

Redazione Stato

Foggia, Lusi: racket, bene NIA e aumento denunce ultima modifica: 2015-03-04T12:09:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi