Manfredonia
Intervento delle Guardie Ecologiche Ambientali, del Corpo Nazionale Civilis Engea

Manfredonia, discarica abusiva con amianto in contrada Tomaiuolo

Monitoraggio dell'area a seguito dell’affidamento dell’incarico nel sito “Belvedere” e della Frazione Montagna

Di:

Manfredonia – LA pattuglia di servizio delle Guardie Ecologiche Ambientali, del Corpo Nazionale Civilis Engea, al Comando del Generale Giuseppe Marasco, con il maresciallo Marco Lupoli a seguito dell’affidamento dell’incarico per attività di monitoraggio controllo e vigilanza del sito “Belvedere” e della Frazione Montagna stipulata con il Comune e la Regione Puglia in data 27.05.2014 Rep. N°9362, ieri pomeriggio in Contrada Tomaiuolo ha scoperto l’ennesima discarica abusiva, composta da lastre di eternit, un frigorifero, un televisore, probabilmente proveniente da lavori di demolizione, ritrovata a due passi dal canale di raccoglimento delle acque piovane sotto un ponte.

“L’eternit, molto probabilmente per favorirne il trasporto, era stato incautamente sbriciolato, determinando così un ulteriore pericolo per la salute pubblica in quanto le fibre di amianto di cui è composto se polverizzate si propagano molto più velocemente nell’ambiente circostante, inquinandolo”.

“Il grado di tossicità dei rifiuti ritrovati dalle Guardie, che oltre a deturpare un’area protetta ricadente nel Parco Nazionale del Gargano hanno contaminato le acque piovane che gli animali si abbeverano, sarà ora valutato dall’Arpa della Puglia. Contestualmente sono in corso da parte degli agenti e ufficiale di Polizia Locale Settore Ambiente ed Ecologia. Vigile Michele Falcone e Tenente Vincenzo D’Anzeris, intervenuti su richiesta del Comandante Marasco per individuare i responsabili dell’abbandono dei rifiuti i quali, dopo le analisi e gli accertamenti necessari, saranno avviati a smaltimento in una discarica autorizzata, e bonificata tutta l’area”.

Fotogallery – ODEON

Redazione Stato

Manfredonia, discarica abusiva con amianto in contrada Tomaiuolo ultima modifica: 2015-03-04T11:01:38+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Trudy

    Quella robaccia è lì da almeno tre anni


  • Anonimo

    E poi ci spaventiamo di cisterne x il gas?ma quale turismo,pinzem a fatije!!! SI AL GAS ALTRIMENTI TROVATECI VOI AMBIENTALISTI E 5 STELLE,IL LAVORO!!!!


  • carla

    Caro marasco e caro Marco,state violando tutto quello è scritto nel protocollo. Bisogna individuare chi inquina, no le discariche….
    Le discariche sul nostro territorio sono tutte censite, tutti sanno dove stanno.
    Importante è prendere i responsabili, non per cattiveria ma cosi facendo fate sempre la scoperta dell’acqua fresca.


  • Pollice verde

    …e tutti qui rifiuti in contrada Amendola, sp74 e sp76! E’ territorio di Manfredonia eppure sembra che nessuno se ne sia accorto da anni! Lì ci trovi amianto, vernici, plastiche, gomme, vetro, ecc ecc… Stiamo diventando come Napoli! Muoversi gente!!!


  • Michele

    Fatevi un giro al convento dei monaci!!! C’è uno schifo incredibile!!!


  • Il Generale

    Sarebbe opportuno se le guardie ecologiche della Civilis svolgessero servizi di appostamento notturno senza soluzione di continuità…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi