Cronaca
I locali saranno concessi all'Asl Fg gratuitamente per un periodo di sei anni

San Severo, ok comodato uso gratuito per Pet-therapy

Di:

San Severo – Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità il comodato per la concessione in uso gratuito dei locali di proprietà comunale siti in via Tanaro da destinare a servizi di Pet-Therapy. I locali, che sono stati individuati come quelli dell’area nord del complesso di via Tanaro, saranno concessi all’Asl Fg gratuitamente per un periodo di sei anni.

Nei prossimi giorni si provvederà, inoltre, a stipulare la convenzione che regolamenta i rapporti tra Comune ed Asl nell’ambito della concessione dell’ex asilo nido di via Tanaro. “La concessione dei locali – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Mariella Di Monte – si è resa necessaria per supportare la sperimentazione della Pet-Therapy proposta dall’Asl Fg, che ha dimostrato di avere importanti risultati dal punto di vista riabilitativo per le parti fragili della nostra collettività. È stata scritta una splendida pagina di politica cittadina.

Maggioranza ed opposizione si sono ritrovate unite nel votare per
l’istituzione di un importante presidio terapeutico a favore dei nostri bambini più sfortunati”. L’Asl di Foggia, infatti, ha avviato anche in città la terapia riabilitativa con l’ausilio degli animali, diretta ad aiutare adulti e bambini con difficoltà di relazione. Un percorso che coinvolgerà in questa prima fase 30 bambini seguiti dal Centro di Neuropsichiatria infantile della locale Asl.

“I locali di via Tanaro – conclude il Sindaco Francesco Miglio – risultavano da tempo inutilizzati e nonostante gli interventi di ristrutturazione, rischiavano di finire nuovamente in uno stato di degrado causato dal loro inutilizzo. Pertanto conservando la finalità sociale del finanziamento che ne ha consentito la ristrutturazione negli scorsi anni, parte dei locali e l’annesso cortile sono stati destinati al progetto di Pet-Therapy. La nostra Amministrazione rivolgerà sempre le sue cure e le sue attenzioni a quanti vivono situazioni di disagio”.

L’auspicio dell’Amministrazione Comunale è che in futuro, con la collaborazione dell’Asl stessa e di altre istituzioni impegnate sul territorio, possano essere offerti sempre più servizi e terapie innovative a bambini ed adulti affetti da patologie della relazione socio-affettiva ed alle loro famiglie.

Redazione Stato

San Severo, ok comodato uso gratuito per Pet-therapy ultima modifica: 2015-03-04T13:58:01+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • SANITA’: CODACONS PRONTO A DENUCIARE A PROCURA E CORTE DEI CONTI

    SANITA’: CODACONS PRONTO A DENUCIARE A PROCURA E CORTE DEI CONTI I COMPONENTI DELLA CONFERENZA STATO-REGIONI E IL MINISTRO LORENZIN

    ASSURDE LINEE GUIDA PER LA CURA DEI DISABILI CON GLI ANIMALI ASSEGNANO GESTIONE TERAPIA A VETERINARI – COME SE SI DOVESSERO CURARE GLI ANIMALI E NON LE PERSONE – E CREANO MONOPOLIO IN FAVORE DI UN SOLO CENTRO

    QUALI INTERESSI ECONOMICI SI CELANO DIETRO QUESTA ASSURDA DECISIONE?

    Il Codacons presenterà un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e alla Corte dei Conti contro i componenti della Conferenza Stato-Regioni e il Ministro della salute, Beatrice Lorenzin, se approveranno le assurde linee guida per la cura dei malati attraverso gli animali (la cosiddetta “pet-therapy”).

    Dallo schema di accordo e dalla bozza delle “Linee Guida Nazionali sugli Interventi Assistiti con gli Animali” in via di approvazione, infatti, emerge un assurdo accentramento di poteri e competenze in capo al Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali (CdRN IAA). Tale centro – spiega il Codacons – organizza a sua volta corsi di formazione (a pagamento) ponendosi in una chiara situazione di concorrenza rispetto agli altri Enti erogatori di formazione professionale per operatori di pet-therapy. Questo significa che i soggetti che da anni operano nel settore, pur avendo maturato una elevata esperienza e professionalità e conseguito alti livelli di formazione, completando con successo tutti i percorsi formativi ad oggi previsti, si troverebbero a dover essere sottoposti al parere del CdRN; e quest’ultimo, essendo uno dei soggetti organizzatori dei corsi di professionalizzazione (a pagamento) potrebbe non essere nella condizione di rendere un giudizio imparziale e obiettivo.

    Non solo. i Centri di Referenza Nazionale (CdRN), localizzati presso gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, rappresentano uno strumento operativo nei settori della SANITÀ ANIMALE, dell’igiene degli alimenti e dell’igiene zootecnica. Ciò significa che un trattamento che si prefigge di curare e aiutare gli essere umani con l’ausilio di animali, verrebbe gestito in sostanza da veterinari!

    Appare grave poi che dal procedimento per individuare e approvare le linee guida di un trattamento così importante per i malati, siano state del tutto escluse le associazioni rappresentative dei cittadini, ossia dei diretti fruitori della pet-therapy.

    Per tali motivi il Codacons ha già pronto un esposto contro i componenti della Conferenza Stato-Regioni e il Ministro della salute, Beatrice Lorenzin – che verrà inviato nel caso in cui fossero oggi approvate le linee guida sopra illustrate – in cui si chiede a Procura e Corte dei Conti di indagare alla luce della possibile fattispecie di abuso di atti d’ufficio e danni all’erario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi