Attualità
"Un bel colpo! Abbiamo rischiato di perdere la paternità di una grande arte che è, allo stesso tempo, grande tradizione del nostro Paese"

Unesco, l’Italia candida la pizza come patrimonio dell’umanità

"L'Italia ha tutto da perdere in questo tipo di battaglie"

Di:

Roma. “Un bel colpo! Abbiamo rischiato di perdere la paternità di una grande arte che è, allo stesso tempo, grande tradizione del nostro Paese”. Commenta così il senatore Dario Stefàno, componente della Commissione Agricoltura di Palazzo Madama, la decisione della Commissione nazionale italiana per l’Unesco di confermare, all’unanimità, la candidatura dell’arte dei pizzaioli napoletani per la Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco. “La pizza è un prodotto diffusissimo – prosegue – e, come succede anche a molte altre eccellenze italiane che si viaggiano nel mondo, purtroppo viene messo in pericolo dal cosiddetto “italian sounding”, fenomeno che danneggia l’immagine del Made in Italy e la nostra economia”. “L’Italia ha tutto da perdere in questo tipo di battaglie. Dobbiamo essere bravi – conclude Stefàno – a blindare la qualità italiana, le tradizioni e i tratti identitari dei territori, difendendoli dai continui tentativi di imitazione, di “appropriazione” delle identità altrui e di standardizzazione. Per farlo dobbiamo anche mettere mano ai regolamenti comunitari che introducono disciplinari che annebbiano le origini dei prodotti”.

Redazione Stato Quotidiano.it

Unesco, l’Italia candida la pizza come patrimonio dell’umanità ultima modifica: 2016-03-04T17:09:20+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi