ManfredoniaPolitica
"Per parte mia, insieme a tanti amici, rivendico di essere stato accanto a Berlusconi nelle fasi per lui più dure"

Fitto: Forza Italia partito senza regole, un cupo bunker

"Siamo in un partito senza una seria e credibile linea politica. Siamo soprattutto un partito con 9 milioni di elettori in fuga. "


Di:

Roma – ”Scrivo queste righe con i sentimenti con cui ci sia accosta a una vicenda che sa di tragedia greca o shakespeariana. Il centrodestra italiano, in primo luogo grazie a Berlusconi, è stato a lungo depositario delle speranze e delle attese degli italiani di un grande cambiamento e di una profonda riforma liberale. Un mix di errori politici e di circostanze esterne negative ha purtroppo impedito di realizzare questa promessa.

Per parte mia, insieme a tanti amici, rivendico di essere stato accanto a Berlusconi nelle fasi per lui più dure, quelle degli attacchi giudiziari, dell’uso politico della giustizia, del tentativo di estrometterlo dalla politica per via giudiziaria. E’ il mio e nostro orgoglio, ed è una regola che – per me – vale nella vita, prim’ancora che nella politica: nei momenti difficili, si difende chi è sotto attacco. Ma ora che le nubi giudiziarie sono in gran parte diradate intorno a Silvio Berlusconi, è venuto il momento di discutere in modo intellettualmente onesto della situazione che è sotto gli occhi di tutti.

Siamo ora in un partito senza regole, dalla testa in giù. Piaccia o no, la vecchia Forza Italia e il PdL avevano sempre rispettato statuti e regole. Da un anno, invece, siamo in una terra di nessuno, dove nulla (a Roma o sui territori) corrisponde a quanto è scritto nello statuto. Siamo in un partito con dirigenti privi di qualunque legittimazione democratica. C’è ormai un cupo bunker, costruito intorno a Silvio Berlusconi, dove pochi autonominati pretendono di decidere sulla sorte delle persone, e – peggio ancora – sulla linea politica. Lo dico senza asprezza e senza nulla di personale. Ma davvero pensiamo che le liste possano essere fatte e disfatte dalla senatrice Rossi, o comunque dipendere da un suo finale atto di volonta’? Davvero pensiamo che dirigenti possano essere esclusi in Puglia e non solo dalle elezioni regionali e domani dalle elezioni politiche solo per aver espresso un’opinione nel dibattito di partito o per aver partecipato ad un’assemblea? Dove siamo finiti? Non eravamo, o non dicevamo di essere, un partito liberale di massa?

Siamo in un partito senza una seria e credibile linea politica. Siamo soprattutto un partito con 9 milioni di elettori in fuga. E adesso qualcuno vorrebbe anche “piu’ bavaglio per tutti”?”.

Lo scrive in un post sul suo blog Raffaele Fitto.

Redazione Stato

Fitto: Forza Italia partito senza regole, un cupo bunker ultima modifica: 2015-04-04T16:29:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti

  • povero cristiano ……mo che ha avuto la candidatura a sindaco….si spacca il partito—spero che tu riesca almeno a prendere almeno i voti per uscire come consigliere


  • lino

    Fitto, e il povero nostro consigliere regionale Gatta, come farà senza di te!!!!! Gli servono i voti, altrimenti il vitalizio e’ troppo basso!!!!


  • lorenzo

    Fitto,non ai ancora capito che adesso chi comanda il partito e laRossi toti gelmini brunetta tutta gente assetato di potere adesso poi berlusconi i e legato mani e piedi a salvini che detta le regole,ormai berlusconi non c’e’ piu’con la testa mandando in puglia il castigatore vitali,ma perche’non fate fusione con il NC e con chi sta’?


  • Dacumba

    Ma quello non era “la casa delle libertà “?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi