GarganoManfredonia
"Gli studiosi della nutrizione si azzuffano ancora oggi; non è pane, non è pizza e neanche focaccia, è tutte queste cose insieme"

Pane nostrum, Paposcia

"Si ricava da una noce di pasta di pane lievitata, schiacciata, allungata e subito passata al fornaio per la cottura a fuoco vive"


Di:

Vico del Gargano – Gli studiosi della nutrizione si azzuffano ancora oggi; non è pane, non è pizza e neanche focaccia, è tutte queste cose insieme, è la Paposcia di Vico del Gargano, semplice, comune, essenziale. Si ricava da una noce di pasta di pane lievitata, schiacciata, allungata e subito passata al fornaio per la cottura a fuoco vivo. Gli ultimi fornai, quelli prima dell’arrivo dei forni elettrici, dicono che la cottura della paposcia è un’anteprima per verificare la lievitazione della pasta e la temperatura del forno a legna.

Il lievito e il forno vivo fanno il miracolo di gonfiarla, quando il colore raggiunge il paglierino e il vapore sbuffa dal di dentro allora è pronta. Questa è la Paposcia, pane nostrum che per secoli ha accompagnato la nutrizione e i palati semplici.

Nel 1996 nasce il primo Club della Paposcia. Chi passa per via Giovanni XXIII lo trova al numero 95, qui ogni socio si inventa una farcitura a piacere, sempre diversa, ma i canoni tradizionali della paposcia restano immutati da secoli: sale e olio extravergine di oliva; oro verde degli ulivi monumentali del Gargano, qualcuno preferisce il cacio-ricotta nostrano con una fogliolina di rucola e, poi, via, via tutti gusti della globalizzazione accompagnati da un bicchiere di rosso Zagarese o Macchiatello, due eccellenti vini delle nostre assolate colline.
Non c’è nulla da chiedere, segreti, tecniche, ricette, intrugli. E’ un processo semplice, un artigianato silenzioso, solitario, nessun mistero per gli ingredienti, le dosi, i tempi, la pazienza, i gesti, il fuoco e, poi, il profumo nell’aria.

Per difendere e conservare questa prelibatezza nel 2009 l’Amministrazione comunale Damiani, Assessorato all’Agricoltura e Ambiente, chiese ed ottenne il riconoscimento quale “ prodotto tradizionale da forno “ con denominazione “La Paposcia di Vico del Gargano “, con Decreto Ministeriale, n. 8663 del 5 giugno 2009.

Un intelligente lavoro di equipe: Roberto Budrago, Assessore comunale al ramo; Enzo Russo, Assessore Regionale all’Agricoltura; Leonardo Capuozzo, dell’Ispettorato all’Alimentazione, hanno consacrato, e dato il via libera, certificando la prelibata paposcia di Vico.

(A cura di Michele Angelicchio – Vico del Gargano, 31 marzo 2015)

Pane nostrum, Paposcia ultima modifica: 2015-04-04T17:02:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • antonella

    Nessuna polemica, ma vorrei capire come mai nessuno delle nostre specialità verrà presentata all expo’, abbiamo la Farrata,focaccia tipica di manfredonia, abbiamo il vin cotto di fico d india, abbiamo i calzoncelli natalizi, queste sono specialità che noi manfredoniani produciamo facendoli in casa, perche’ non ci presentiamo all expo’???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi