GarganoManfredonia
Il corpo dell'uomo è stato ritrovato nella serata di ieri, domenica 03.04.2016, in una zona di campagna in località Miscillo

Manfredonia, uomo ritrovato senza vita colpito da colpi d’arma da fuoco

Le ricerche sono state condotte dal Commissariato di Manfredonia, dai Carabinieri e dai Vigili del Fuoco

Di:

Manfredonia/San Giovanni Rotondo. ATTINTO da uno o più colpi d’arma da fuoco. Potrebbe essere questa la causa del decesso di Nicola Di Tullo, 46enne (classe 1969) artigiano di Manfredonia, del quale non si sono avute più notizie dalle ore 15.45 del 02 aprile 2016. L’uomo sarebbe stato visto l’ultima volta sabato mentre scendeva verso l’ingresso della strada – in Contrada Garzia – che a nord conduce verso una nota azienda latteo – casearia. In particolare si fa riferimento all’area situata nei pressi della sede del Commissariato di Pubblica Sicurezza, termine di Viale Di Vittorio, con strada che da Siponto conduce verso la SP141 e la SS89 per Foggia. Da raccolta dati, Di Tullo viveva con i genitori nei pressi della zona della scomparsa.

Prima di allontanarsi dalla propria abitazione, Di Tullo avrebbe riferito di avere un appuntamento – che in verità non ci sarebbe mai stato – con un amico. Prima dell’ipotetico incontro, l’uomo avrebbe effettuato delle telefonate per richiedere l’intervento dell’ambulanza e delle forze dell’ordine. Come comunicato a Stato Quotidiano dal legale della famiglia Di Tullo, Avv. Gianfranco Di Sabato, il prefetto di Foggia dr.ssa Tirone – in seguito alla presentazione della denuncia per la scomparsa – aveva indetto da domenica un Piano provinciale di ricerche, portate avanti dagli agenti del Commissariato di P.S. di Manfredonia, dai Carabinieri del Comando compagnia locale e dai Vigili del fuoco. Il corpo dell’uomo è stato ritrovato nella serata di ieri, domenica 3 aprile, in località Miscillo, agro di San Giovanni Rotondo, in un’intercapedine di un muro di un casolare. Attesa naturalmente per l’esame autoptico che dovrebbe svolgersi entro martedì o mercoledì prossimi. Prima del colpo, o dei colpi d’arma da fuoco, l’uomo sarebbe stato ”picchiato e colpito alla testa con un oggetto”.

Le ricerche sono state condotte dal Commissariato di Manfredonia, dai Carabinieri e dai Vigili del Fuoco. Il legale della famiglia aveva lanciato un appello alla popolazione per la comunicazione di elementi utili per le indagini.

Come riporta l’Ansa, ”Polizia e carabinieri stanno sentendo diverse persone, tra amici e parenti della vittima. Riguardo al movente gli investigatori valutano in particolari quelli legati a questioni familiari o a un debito di denaro”.

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

Manfredonia, uomo ritrovato senza vita colpito da colpi d’arma da fuoco ultima modifica: 2016-04-04T10:24:43+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti

  • Beccate ste facce di merda per favore!!!una persona chiede aiuto e nessuno interviene….che schifooooo…Ora fate una cosa…appena li prendete fateli star dentro solo pochi mesi come tanti altti casi…che legge italiana di merda che abbiamo!!!!bisogna decapitarli tutti!!!!!!


  • svolta

    Dove siamo arrivati… che bassezza d’animo per questioni familiari e/o debiti si arriva ad ammazzare…. non dico peggio degli animali in quanto di fronte a tali atti essi sono dei veri signori.
    Che Dio lo abbia in gloria e che la giustizia terrena faccia piena luce ed assicuri una pena certa ed immediata al/ai copevole/i.

  • Sono sconvolta,una brava persona!!!spero facciano luce al più presto l’ergastolo ai colpevoli ,per i famigliari solidarietà .Siamo caduti in basso una città in mano a dei balordi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi