Cronaca

Carlantino, differenziata al 20 per cento


Di:

Differenziata (image M.P.Telera)

Differenziata (archivio, image M.P.Telera)

Dallo 0,5 del 2009 una crescita esponenziale col servizio porta a porta Piano intercomunale con Celenza e San Marco per la raccolta integrata

Carlantino – DALLO 0,5 del 2009 al 19,9 per cento di gennaio 2011: negli ultimi due anni, a Carlantino, la quota dei rifiuti solidi urbani differenziati è cresciuta in modo esponenziale. Una crescita certificata dall’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia che deve ancora implementare i dati relativi a febbraio, marzo e aprile 2011. L’aumento della differenziata va avanti, facendo segnare incrementi progressivi. Dall’ottobre 2010, il Comune di Carlantino ha attivato in via sperimentale il servizio di raccolta “porta a porta”.

La novità è che i Comuni di Carlantino, Celenza Valfortore e San Marco la Catola stanno lavorando insieme alla stesura di un piano intercomunal, al fine di potenziare il servizio e partecipare alla selezione dei progetti a cui la Regione Puglia concederà finanziamenti in base all’introduzione di metodi innovativi per la raccolta differenziata. I tre comuni, attraverso il piano in fase di elaborazione, potranno realizzare forme integrate e intercomunali di gestione del servizio, con l’obiettivo di aumentare la quota della raccolta differenziata e realizzare iniziative pilota di differenziazione della frazione umida dei rifiuti da destinare a compostaggio.

Lo scopo è quello di aumentare ulteriormente la differenziata, avviando al ciclo del riciclaggio oltre un terzo dei rifiuti prodotti in paese. Il servizio di porta a porta ha preso il via lo scorso 26 ottobre. Il martedì, gli operatori ritirano a domicilio la carta; il mercoledì è la volta del vetro e il giovedì è il momento della plastica. Ai cittadini sono stati distribuiti depliant informativi sulle corrette modalità di conferimento dei rifiuti. A Carlantino si producono circa 360 tonnellate di rifiuti l’anno che corrispondono all’incirca a 350 chilogrammi di rifiuti pro-capite annui. Per la raccolta dei rifiuti il Comune sostiene costi pari a 109mila euro l’anno, incassando per il relativo servizio solo 53mila euro. La differenziata, è fondamentale per diminuire i costi, rispettare gli standard imposti dalla legge e preservare l’ambiente. In Puglia, nei primi mesi del 2011 la media della raccolta differenziata è cresciuta dal 16,56 di gennaio al 21,3 per cento di aprile.

A Carlantino, sul totale dei rifiuti riciclati, il 54 per cento è costituito da carta e cartone, il 16 per cento dal vetro e il 15 per cento dalla plastica.


Redazione Stato

Carlantino, differenziata al 20 per cento ultima modifica: 2011-05-04T09:03:30+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This