La Massaia Pazza

La Massaia Pazza. Ovvero la vita a colpi di matterello


Di:

“In realtà nessun essere umano indifferente al cibo è degno di fiducia” (M.V. Montalbàn)

C’è chi mi chiama massaia, c’è chi mi chiama signora. Io preferisco soltanto essere me stessa. Racchiudo i piccoli segreti delle arti del quotidiano, piccole ricette tradizionali, gemme per la Pasqua più colorata o per il Natale più accogliente, per un benvenuto alla primavera e per un riparo caldo contro i geloni invernali. Non sono in un solo posto, sono soltanto nella creatività di ognuno. Sono pazza perché non controllabile. Perché tingo di colore quella parte di vita che sembra sobria e un po’ stantia, ma che con un solo tocco puoi tramutare in arcobaleno. Sono nell’accoglienza calda di un uscio e nel rumore del ferro che batte. Sono nelle stagioni, nelle festa comandate e, ancora di più, in quelle che non lo sono. Sono nei bambini e li prenderò per mano, sono negli adulti. Sono pure gli adulti. Sono una massaia, ma non è detto che sia donna. Forse sono soltanto uno stereotipo, creato per tenere nascosta la sorpresa del mio vulcanico pensare. Benvenuti a tutti nella mia cucina, benvenuti nei miei spazi, benvenuti nel mio mondo. Che, a partire da oggi, è anche il vostro.
________________________________________________

Tempo di semplicità e velocità in casa Massaia, dopo le mangiate delle feste e le finte prove di penitenza rieccoci ai fornelli…e poi, visto che di impastare non ci stanchiamo mai, lasciamo i fornelli per un attimo e dedichiamoci alla cartapesta veloce in stile Massaia.

Ricetta della settimana
BUCATINI RUSTICI AL FINOCCHIETTO
Ingredienti: Pancetta (q.b., ma non molta) – salsiccia (un paio di capi per quattro persone) – finocchio selvatico (non troppo altrimenti si corre il rischio di ammazzare tutti i sapori) – pomodorini (una decina) – bucatini – aglio (uno spicchio)
Soffriggete l’aglio in padella, aggiungete la salsiccia fresca privata della pelle e fate friggere un po’; poi, unite la pancetta tagliata a dadini, lasciate cuocere e quando saranno ben fritte, aggiungete qualche pomodorino fresco e infine il finocchietto selvatico spezzettato. Cuocete i bucatini e mescolateli in padella…servite e gustate un piatto semplice e dal sapore sorprendente.

L’aria finalmente si riscalda, il cambio di stagione si avvicina…a casa Massaia si impasta e quindi della prova costume ci importa ben poco…ma…non ci toccate per favore gli accostamenti di colore collana,orecchini top…quelli sono imprescindibili, ma si sa gli accessori belli costano e come dice sempre la nonna l’acqua è poca e la papera non galleggia,la banale cineseria non ci piace…e allora? Non ci resta che far da noi e iniziare a creare una bellissimissima e appariscente COLLANA DI CARTAPESTA
Si, ma come si fa?
Occorrente: Carta di quotidiano- colla vinilica mista ad acqua – colori acrilici – lucido – stuzzicadenti – filo di cotone da ricamo o qualsiasi filo di vostro gradimento – un pennello.
Questa cartapesta è molto semplice e soprattutto veloce, infatti non necessita di macerazione…dunque, prendete gli stuzzicadenti grandi, (quelli da spiedino per capirci) e arrotolatedìci intorno le strisce di carta di giornale su cui avete passato la mistura di acqua e colla, sovrapponete le strisce non troppo inzuppate, formerete così dei cilindretti che poi andrete a schiacciare alle due estremità. In questo modo prenderanno una simpatica forma sferica, lasciate asciugare poi dipingete con gli acrilici e lucidate. A questo punto quando anche il lucido sarà ben asciutto, le perline saranno pronte per essere infilate.Io ho preso un semplice filo da ricamo e ho fatto un nodino prima e dopo ogni perla in modo da farle rimanere fisse. Non ci resta che indossarla…Buon impasto a tutti!

La massaia, nella sua libreria, ha inserito:
Barbara Aldrovandi, Decoupage creativo con i tovaglioli, Il Castello 2007

La Massaia Pazza. Ovvero la vita a colpi di matterello ultima modifica: 2011-05-04T23:18:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This