Manfredonia

No a trivellazioni Tremiti, Riccardi: sabato tutti a Termoli


Di:

Il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi (ST)

Manfredonia – ANCHE il Comune di Manfredonia dice no alle trivellazioni petrolifere alle Isole Tremiti, autorizzate dal ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo. Sabato 7 maggio 2011, infatti, una delegazione del centro sipontino, capeggiata dal sindaco Angelo Riccardi, prenderà parte all’iniziativa che, a partire dalle ore 10, vedrà mobilitati nel porto di Termoli amministratori di Puglia, Abruzzo e Molise, ambientalisti, associazioni e semplici cittadini provenienti anche da tutta Italia. “Non accetteremo mai una simile ipoteca sul futuro del nostro territorio, le cui vocazioni vanno in direzione contraria, verso il turismo e le fonti rinnovabili. Ma il programma delle trivellazioni è in controtendenza anche rispetto alle indicazioni del federalismo e dell’Europa.

Il vero ‘oro’ da sfruttare non è quello nero del petrolio, ma quello verde della biodiversità, di cui le Tremiti sono scrigno da tutelare; quello blu del mare, preziosa risorsa ittica e turistica da proteggere a tutti i costi.
Ancora oggi sto qui a domandarmi come sia possibile che un’operazione del genere sia partita da un Ministero intitolato all’Ambiente e alla Tutela del Territorio. Che tutela ci può essere nel trasformare un paradiso naturale in una distesa di piattaforme petrolifere? Nel barattare acque limpide e scogliere mozzafiato con bitume e catrame? E allora sabato tutti a Termoli a gridare il nostro no alle trivelle, e il nostro sì alla salvaguardia di un territorio, che vogliamo tramandare intatto di bellezza ai nostri figli”, è l’appello del sindaco Angelo Riccardi

Il consigliere Giannicola De Leonardis (st)

DE LEONARDIS: “SABATO TUTTI A TERMOLI” – Giannicola De Leonardis, consigliere regionale e presidente della settima Commissione Affari Istituzionali, sarà accanto al Presidente del Consiglio Regionale della Puglia Onofrio Introna, la cui presenza sarà accompagnata dal gonfalone dell’ente, nella grande manifestazione in programma il prossimo sabato 7 maggio a Termoli, “per ribadire senza ‘se’ e senza ‘ma’ la netta e decisa contrarietà a qualsiasi ipotesi di trivellazioni al largo delle isole Tremiti”. “Una manifestazione che finora ha visto l’adesione di ben 287 associazioni a livello nazionale, e vede schierati in maniera assolutamente trasversale comuni ed enti di ben tre regioni, e già la scelta di Termoli ha una forte valenza simbolica, per ribadire al governo nazionale e all’opinione pubblica che la problematica non è circoscritta alla nostra provincia” sottolinea De Leonardis. “Mi auguro allora che questo fronte rimanga compatto e che l’attenzione resti alta anche dopo la manifestazione, data l’importanza della posta in gioco: il turismo ecosostenibile, la pesca, l’economia stessa non solo delle isole Tremiti e dei comuni del Gargano o dell’Alto Molise limitrofi, ma dell’intera dorsale adriatica, visto il rapporto tra i costi e i benefici decisamente svantaggioso anche in caso di effettiva scoperta di petrolio nei nostri fondali, come peraltro messo in luce da Legambiente nazionale. Da un territorio che pretende di essere perlomeno consultato, e non sistematicamente ignorato intorno a decisioni di fondamentale importanza per il proprio futuro, lanceremo ai ministri per l’Ambiente e per lo Sviluppo economico un segnale forte e chiaro: non vogliamo essere e non saremo semplici spettatori passivi del nostro destino, ma protagonisti attivi e partecipi” conclude De Leonardis.

La riunione alla comunità del Parco (ST)

IL COMMISSARIO PECORELLA COMUNQUE RIMARCA: “NO ALLE PROSPEZIONI” – “Ancora un secco no alla ricerca di idrocarburi in Adriatico. Un secco no sostanziato da una posizione istituzionale univoca a tutela e valorizzazione del territorio e dall’ambiente”. Questa la posizione dichiarata dalla Comunità del Parco, si è riunita ieri presso la Sala Consiliare del Comune di Rodi Garganico, su convocazione congiunta del Commissario Stefano Pecorella e del Presidente della Comunità Carmine D’Anelli, erano altresì presenti i comuni di Cagnano Varano, Carpino, Lesina, Manfredonia, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Peschici, Rignano Garganico, Rodi Garganico, San Marco in Lamis, Vico del Gargano. Apprezzamento è stato comunemente espresso per l’opera sin qui svolta dal Commissario Pecorella che, in esecuzione del mandato della precedente riunione della Comunità ha compiuto tutti i passi della condivisa Road Map.

“Il mondo istituzionale del Gargano e della sua area protetta del Parco ha mostrato alto senso di responsabilità nel ribadire il proprio dissenso alle operazioni di ricerca degli idrocarburi in Adriatico al tempo stesso all’unanimità ribadendo come le posizioni assunte da tutti i presenti sono state sempre chiare ed indiscutibili. La Comunità ha espresso posizioni chiare anche in merito alla necessità di accelerare tutte le procedure che consentano di dotare il territorio degli strumenti necessari per meglio pianificare ed organizzare non solo l’offerta turistica ma, in genere, la valorizzazione delle risorse territoriali”.

“La Comunità ha chiesto anche che in ogni modo si faccia chiarezza su tutte le posizioni dei soggetti istituzionali coinvolti nella vicenda della prospezioni in Adriatico, a partire dalle Regioni Molise ed Abruzzo, le provincie relative ed i comuni rivieraschi che, per primi erano stati coinvolti nelle valutazioni tecniche relative le prospezioni richieste dalla società Petroceltic, al fine di evitare strumentalizzazioni di parte”, rimarca il commissario Pecorella.

Redazione Stato

No a trivellazioni Tremiti, Riccardi: sabato tutti a Termoli ultima modifica: 2011-05-04T16:19:57+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This