CinemaManfredoniaSpettacoli
L'intervista all'attore e regista manfredoniano a proposito del film dal "sapore vintage" che ricostruirà un tentativo di truffa realmente accaduto

Film su falso produttore, Giuffrida: “Le riprese? A Manfredonia”

"Il 10 maggio, a Palazzo Celestini, faremo dei provini con le telecamere"

Di:

Manfredonia. Il 9 maggio avrà luogo una conferenza stampa per la presentazione del film “I nostri passi diversi” di A. Bennati, prodotto dalla Blu Cinema tv di Roma, che vedrà, tra i protagonisti, l’attore e regista manfredoniano Gigi Giuffrida.

Il film sara’ girato a Manfredonia ed e’ ispirato agli eventi realmente accaduti nel 1999: un trentunenne croato, Edit Tarabaric, si spacciò per lo scenografo Fabio Bonifacci e per 15 giorni mise in subbuglio la città, dicendo di volervi girare un film da 65 miliardi e di dover reclutare 1.200 comparse da affiancare ad attori come Raoul Bova, Asia Argento e Giancarlo Giannini, diretti da Pupi Avati. Fuggì via, alla fine, senza aver pagato un conto da 7 milioni per albergo e ristorante. (Fonte: Corriere della Sera)

“L’autore della truffa,” – racconta l’attore – “nel film non si spaccerà per produttore cinematografico bensì per un grande impresario di eventi canori arrivato a Manfredonia per organizzare concerti memorabili nei luoghi più scenografici della città, come il Castello e Piazza Duomo. Si parlerà di grandi artisti dell’epoca, da Pupo ai Pooh, tutta la parte sonora sarà molto vintage, con pezzi di quegli anni. E poi ci sarà una radio a fare da filo conduttore al film, la prima radio di Manfredonia, quella che il truffatore ascoltava in Albania. Ci saranno scene girate in Piazza Duomo, nel Comune, in alcune case, casolari; una scena sarà girata a Mattinata sulla spiaggia, ma Manfredonia diciamo che vivrà “un po’ tutta”. Tra le location, inoltre, ci sarà uno dei bar storici di Manfredonia, poi il Castello e la chiesa di Siponto. Il film è girato in due parti, una nel ’99 nella quale avviene la truffa e una nel 2016, quando una ragazza manfredoniana, che era a Roma per i suoi studi e non sapeva nulla di tutto ciò, tornata a Manfredonia vuole ricostruire gli eventi. Quindi vedremo la Basilica di Siponto prima e dopo la realizzazione dell’opera di Tresoldi.”

A proposito del suo ruolo e del suo contributo, Giuffrida afferma: “E’ stata chiesta la mia collaborazione, abbiamo scritto questa storia, l’abbiamo rivista assieme e mi ci sono impegnato non solo come attore ma anche nell’organizzazione generale – come la responsabilità delle location e del cast artistico – perché sono di Manfredonia e ci ho tenuto che si girasse nella mia città nonostante avremmo avuto l’opportunità di girare anche altrove. Ho ottenuto la disponibilità del Comune, non per quanto riguarda il lato economico ma per l’organizzazione; forse provvederà anche all’ospitalità per la troupe.”

Conclude: “Intanto abbiamo stabilito le location e ho fatto una selezione attoriale, cercando di ricorrere soprattutto a coloro i quali a Manfredonia si occupano di teatro, anche se a livello amatoriale. Sono già più una ventina quelli contattati. Il 10 maggio, a Palazzo Celestini, faremo dei provini con le telecamere. La parte ambientata nel 1999 inizieremo a girarla il 20 giugno e le riprese dureranno fino al 30; la parte ambientata nel 2016 sarà invece girata a novembre. Alla conferenza stampa del 9 maggio ci sarà, oltre a me, al regista e al produttore, anche Ivan Franek, che è stato Ron Sweet de “La Grande Bellezza”: ci saremo un po’ tutti quanti.”

(Fonte: www.statodonna.it – A cura di Valentina Sapone)



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!