Eventi

Valorizzazione Masseria Giardino, Foggia all’EIRE

Di:

Masseria Giardino (ST)

Foggia – DUE aree complessivamente estese 653 ettari dentro un quadrante territoriale dove si concentrano valori in termini di qualità paesaggistica e naturalistica, di funzioni direzionali e turistico-culturali, di attività produttive con alta specialità agro-industriale, di offerta di infrastrutture per il trasporto, la co-modalità e la logistica. È l’offerta territoriale che il Comune di Foggia porta all’EIRE (Expo Italia Real Estate), in programma da domani al 7 giugno a Fieramilano, tra le più importanti rassegne internazionali che si concentra sulla gestione, la valorizzazione, lo sviluppo e la riqualificazione dei patrimoni immobiliari pubblici e privati.

Lo ha deciso, lo scorso 1° giugno, la Giunta comunale, attivando il percorso progettuale teso alla valorizzazione dell’insieme dei beni, fondiari e architettonici costituenti Masseria Giardino e di un’altra area agricola vicina. «La contiguità con il Parco naturale regionale Bosco Incoronata, con il Santuario Madonna Incoronata, la centralità della proprietà pubblica rispetto al sistema delle Borgate rurali sono i fattori determinanti per assegnare al luogo un valore rilevante nel contesto della complessiva valorizzazione delle frange periurbane della città di Foggia», ha spiegato l’assessore alla Qualità e all’Assetto del Territorio, Augusto Marasco, che con il collega al Bilancio, Rocco Lisi, guiderà la delegazione comunale all’EIRE.

Masseria Giardino e il Palazzo d’Avalos, in stretta sinergia col fiume Cervaro e grazie alle proprie strutture architettoniche, hanno un alto potenziale per essere riconvertite come luogo per il turismo legato al benessere e agli incontri d’affari, con sale conferenze, impianti sportivi, centro congressi e SPA immersa nel verde. Gli utenti potenziali vanno dai turisti religiosi ai turisti per il benessere e lo sport, dagli abitanti pendolari agli abitanti stagionali.

Il percorso attivato dalla Giunta comunale si inscrive nel percorso di valorizzazione complessiva del paesaggio, condiviso con Provincia di Foggia e Regione Puglia. Il progetto complessivo è stato, infatti, sviluppato dalla Provincia di Foggia, nell’ambito del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, e qualificato dalla Regione Puglia come progetto pilota del Piano paesaggistico regionale. Denominato “Corridoio ecologico sul fiume Cervaro”, la Giunta comunale di Foggia lo aveva approvato, il 10 maggio scorso, nell’ambito delle più generali azioni di valorizzazione delle borgate rurali e dell’idea di città policentrica alla base del PUG, finalizzandolo al Quadro delle conoscenze nell’ambito delle attività di copianificazione in corso con la Provincia.

Il sindaco, Gianni Mongelli, ricorda che, sin dal Documento Programmatico Preliminare al PUG del 2006, «Foggia ha focalizzato l’obiettivo del rafforzamento del sistema multipolare come elemento distintivo del PUG e chiave di un nuovo sviluppo sostenibile della città capoluogo». «Nel rafforzamento del sistema multipolare si dovrà valorizzare anche il sistema delle risorse culturali e naturali presenti nel territorio extraurbano – era scritto nel DPP 2006 – realizzando delle forme di integrazione compatibile tra loro e l’insediamento urbano».

Il Comune di Foggia è presente all’EIRE con un suo piccolo allestimento nello stand che la Regione Puglia ha organizzato, presso il Padiglione 1, per presentare operazioni di valorizzazione delle risorse storico-culturali e ambientali del territorio.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi