Intesa attività della difesa aerea italiana e dei suoi caccia intercettori

Scramble per gli Eurofighter Typhoon del 4° Stormo

Di:

Roma. Giugno sta vedendo un’intesa attività della difesa aerea italiana e dei suoi caccia intercettori Eurofighter Typhoon. Questa mattina, 04 Giugno 2016, alle ore 12.30 circa dalla base aerea di Grosseto, sede del 4° Stormo, due caccia Eurofighter Typhoon dell’Aeronautica Militare, in servizio di allarme sul territorio nazionale, sono decollati per identificare un Boeing 787 della Arabian Airlines, diretto da Parigi a Jedda, con il quale si erano interrotte le comunicazioni da terra. L’intercettazione è avvenuta sopra i cieli di Orbetello dopo pochi minuti dal decollo, dove i caccia hanno stabilito il contatto visivo con il Boeing 787, accertando così che lo stesso non si trovava in condizioni di emergenza o pericolo.

I due Eurofighter hanno ricevuto l’ordine di decollo immediato “Scramble” dal CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile per la sorveglianza dei cieli nell’area, e sono stati controllati dalla sala operativa del Gruppo Radar dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico.

(fonte: www.aviation-report.com/scramble



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati