Capitanata

Bilancio Provincia, Campo: ‘PdL diventa Partito delle Tasse’

Di:

Il segretario provinciale Pd Paolo Campo (STATO@, archivio passato comizio)

Foggia – “IL Popolo delle Libertà diventa il Partito delle Tasse” è il titolo del manifesto che il Partito Democratico sta facendo affiggere nei Comuni della Capitanata alla vigilia della discussione in Consiglio provinciale del bilancio di previsione per il 2012, perché “vogliamo spiegare ai cittadini, con parole semplici e dirette, quali saranno gli effetti della manovra finanziaria elaborata dalla Giunta Pepe – afferma il segretario provinciale Paolo Campo – a cui ci opporremo in tutte le sedi istituzionali e con ogni mezzo politico a nostra disposizione”.

Il PdL non sa governare e lo dimostra a Roma e a Foggia: prima taglia i fondi per i servizi ai cittadini, poi aumenta le tasse – prosegue il manifesto – Il taglio dei trasferimenti dello Stato alla Provincia di Foggia, per la maggior parte deciso e attuato dal Governo Berlusconi, sarà compensato dall’aumento della polizza RCAuto e dell’Imposta Provinciale di Trascrizione. La Giunta Pepe e il centrodestra così rischiano di provocare la chiusura di agenzie assicurative e concessionarie d’auto ed il conseguente licenziamento di decine di persone.

Invece di tagliare società inutili e consulenze improduttive, mettono le mani nelle tasche dei cittadini. Antonio Pepe e il PdL – conclude il manifesto – hanno tradito il mandato degli elettori”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • campo-minato

    a campo
    siete tutti uguali
    basta vedere quello che succede a livello centrale
    i tuoi referenti che fanno?
    non sono assolutamente in linea e compiacenti con il MONTI TAGLIA ITALIA?
    fate le persone serie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi