Manfredonia

La radiologia a Monte è “Chiusa per Ferie”

Di:

Ospedale Monte Sant'Angelo (ST)

Foggia – E’ davvero surreale recarsi all’ospedale, con un infortunio importante, e rendersi conto che non puoi essere curato. Rimani li, attonito, spaesato, preoccupato, al punto di chiederti se non hai sbagliato struttura. Ma dopo aver visto camici bianchi e barelle ti rendi conto che sei nel posto giusto. Ed ecco che la preoccupazione, con dolore al seguito, si trasforma in rabbia poiché sai che le tue richieste di cura saranno vane, anzi trasferite in altre sedi. E con esse le ore di sofferenze e forse di aggravamento dell’infortunio.

Tutto questo, da un po’ di tempo, si sta verificando in molti ospedali della provincia di Foggia. Grazie alla miope scelta di presidenti di regione e alla scellerata decisione di altrettanti assessori del ramo sanità, la Capitanata sta subendo serissimi tagli a strutture che salvano la vita, oltre che farla nascere. Tagli che si vorrebbero mitigare con le oramai discusse e ridicole riconversioni (specchi per le allodole)., La sanità pugliese è nel baratro economico grazie e soprattutto alle ruberie di manager, professionisti del settore e politici ancora seduti su poltrone pubbliche. Ciò non giustifica la mancanza di cura. Mi auguro che tali ladroni e predoni del bene pubblico siano rinchiusi nelle Patrie Galere e si butti la chiave per sempre. Non starò qui a elencare le già note numerose chiusure di strutture di centri ospedalieri avute nella provincia di Foggia; oggi voglio porre all’attenzione a un disservizio più che a una mancanza.

Durante la settimana scorsa un cittadino di Monte Sant’Angelo, Vittorio de Padova, amico e uomo impegnato nel mondo sindacale e sociale, è dovuto correre all’ospedale del medesimo centro garganico. La sua urgente richiesta, diagnosticata dal medico che lo ha visitato, era quella di sottoporsi a un controllo radiologico. Recatosi al C.U.P. –Centro Unificato di Prenotazione- dell’Ospedale di Monte Sant’Angelo ha dovuto constatare con amarezza (che è la stessa di tanti altri utenti) che la sua richiesta non poteva trovare accoglimento in tempi brevi e sul luogo. «Mi spiace, ma il servizio di radiologia è Chiuso per Ferie fino al 16 luglio prossimo. Se vuole la prenoto in altre sedi della provincia», questa è stata la risposta ricevuta. Una constatazione che francamente non ha scusanti poiché un servizio di tal importanza, spesso urgente, dev’essere organizzato a turni e non con la chiusura temporanea.

E’ vero, l’ospedale di Monte Sant’Angelo ha subito seri tagli economici con altrettante perdite di servizi. Se ora ci si mette anche la chiusura per ferie di strutture ove è richiesta l’urgenza, specie se si tratta di interventi dovuti a infortuni, il culmine della scelleratezza ha raggiunto livelli macroscopicamente elevati di irresponsabilità.

L’appello che rivolgo al Sindaco neo eletto del centro garganico, Antonio Di Iasio, è quello di far luce su tal disservizio. La sua lista civica che lo ha portato sullo scranno più alto del paese d’eccellenza della Montagna del Sole, “Monte nel Cuore”, dovrebbe essere da monito per farlo riflettere e prendere provvedimenti affinché quel “Chiuso per Ferie” diventi un cartello di orari funzionali giornalieri. Sindaco, le ferie si possono organizzare con turni di personale a rotazione. E se il personale manca è un obbligo pretendere dalla Regione Puglia (ass. Attolini) o ASL che sia (dir. Manfrini) personale sostitutivo per fornire alla comunità, che lei rappresenta e che deve tutelare, il servizio sanitario mancante.

Nel frattempo l’utente si è dovuto recare in altre presidi medici con dolori e sofferenze al seguito, affrontando un viaggio interminabile, poiché quando si è doloranti il tempo pare non trascorrere mai, specie se il torrido caldo è complice della sofferenza.

Ad Maiora

(A cura di Nico Baratta)



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Francesco Gatta

    A mio avviso, visto le condizioni del nostro “bellissimo e poverissimo paese” che i nostri concittadini politici precedenti hanno fatto di tutto e di più per distruggerlo, sarei molto contento vedere questi quattro cialtroni con il camice bianco mandarli a lavorare fuori dal nostro bellissimo paese.
    Ci rendiamo conto che i nostri figli
    “i giovani” sono tutti o quasi al nord, chi per studi e chi per lavoro,le strade di Monte sono tutte rotte no si può camminare nè a piedi e nè in macchina praticamente il nostro bel paese stà per finire,ed io sono molto rammaricato, perciò mi rivolgo a Te carissimo Sindaco, mio amico e concittadino visto che sei una persona molto sensibile, cerca nelle tue facoltà di fare di tutto che queste cose non accadano mai più per il bene di tutti è di questo “bellissimo paese”.
    Francesco


  • MLI

    ROBA DA PAZZI UN OSPEDALE KE CHIUDE PER FERIE…LA PROSSIMA VOLTA KE VOGLIONO LE TASSE IO KIUDO IL MIO PORTAFOGLIO PER FERIE…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi