Cronaca

Rai: Pdl blocca nomine. Scontro Fini-Schifani

Di:

Il presidente della Camera Fini con Schifani (st-fonteimage:fpg)

Roma – “IN base a quali elementi il Presidente del Senato ha ravvisato l’urgenza di intervenire solo oggi? Forse perché era chiaro che la libertà di voto del senatore Amato avrebbe determinato un esito della votazione non gradito al PDL? Se così fosse, saremmo in presenza di un fatto senza precedenti e di inaudita gravità politica”. Lo ha detto il presidente della Camera Gianfranco Fini in una nota: ora Schifani “chiarisca”.

Riconvocata domani alle 9 la Vigilanza per votare il rinnovo del cda Rai. Lo ha deciso l’ufficio di presidenza. “La situazione è sul punto di diventare gravemente pregiudizievole per la difesa dei compiti e dei valori del Servizio pubblico, cui il Parlamento assegna un compito cruciale per la Nazione”, afferma il presidente della Vigilanza, Sergio Zavoli. Le votazioni – è stato deciso – proseguiranno a oltranza, qualora fosse necessario.

La nota di Fini. “E’ vero che la questione dell’assenza dalla Commissione parlamentare di Vigilanza Rai del Gruppo ‘Coesione Nazionale’ è stata posta ai Presidenti delle Camere dal senatore Viespoli il 12 giugno scorso. Il 18 giugno ho risposto al senatore Viespoli e al Presidente Schifani che la questione poteva trovare soluzione esclusivamente nell’ambito della quota di seggi spettante al Senato in quanto il Gruppo ‘Coesione Nazionale’ non è presente alla Camera dei deputati”.

“Non è quindi sulla correttezza formale della sostituzione del senatore Amato che bisogna riflettere, bensì sulla tempistica della decisione del Presidente Schifani. Mi auguro che Egli sentirà il dovere di chiarire perché essa sia improvvisamente maturata solo oggi, con la Commissione di Vigilanza già costituitasi in seggio elettorale per eleggere i membri del CdA Rai, e dopo che, andate a vuoto le precedenti votazioni, il senatore Amato aveva pubblicamente annunciato di votare liberamente e secondo coscienza, disattendendo le indicazioni del suo Gruppo di appartenenza”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi