Cronaca

Santarella: Pezzano strumentale su Commissione Bilancio

Di:

Savino Santarella (savinosantarella.it)

Santarella in Senato (sv)

Foggia – “LA ricostruzione che Rino Pezzano fornisce della riunione della Commissione consiliare Bilancio della Provincia di Foggia è tanto forzata quanto strumentale. Piuttosto che parlare di bocciature del documento contabile che non esistono, il consigliere del Partito Democratico avrebbe potuto fornire suggerimenti e indicazioni utili alla composizione del bilancio. Cosa che evidentemente non è stato capace di fare”. Così Savino Santarella, vicecoordinatore provinciale vicario del Popolo della libertà, replica alle dichiarazioni del responsabile Enti Locali del PD di Capitanata.

“Non c’è stata alcuna bocciatura del bilancio da parte della Commissione consiliare per l’ottimo motivo che non c’era nulla da votare – spiega Santarella –. I consiglieri erano infatti chiamati esclusivamente a discutere intorno ad una bozza del documento contabile non ancora approvata neppure dalla Giunta. Un modo per applicare concretamente, nonostante l’Amministrazione non avesse nessun obbligo da questo punto di vista, il concetto di partecipazione e condivisione delle scelte e dei provvedimenti, al di là dello schema maggioranza-minoranza.

Lo stesso atteggiamento tenuto dal presidente della Commissione, il consigliere de ‘La Destra’ Enzo Iannantuono, è stato orientato ad un approfondimento del confronto per cercare di rendere migliore e meno impattante sulle tasche dei cittadini di Capitanata il bilancio. Pezzano ha dunque messo insieme demagogia e strumentalizzazione – sottolinea il vice coordinatore vicario del Pdl –. Invece di fare il sobillatore di folle, il responsabile degli Enti locali del PD farebbe bene ad occuparsi delle stangate che le Giunte di cui il suo partito fa parte, a cominciare da quella del Comune di Foggia, hanno inferto ai cittadini come rimedio agli sfasci finanziari di cui il centrosinistra è stato artefice”.

“Da mesi l’Amministrazione provinciale, in modo univoco e compatto, sta lavorando alla costruzione di un bilancio che ‘pesi’ il meno possibile sulle tasche dei cittadini della Capitanata – evidenzia Santarella –. Non è un caso se a fronte di recupero di circa 14 milioni di euro la Provincia, conseguenza dei tagli operati dal Governo ai trasferimenti statali, si sia immaginato un aumento delle imposte per 6 milioni di euro. Tutto il resto è quindi il frutto di tagli, sacrifici e risparmi che la Giunta di centrodestra ha attuato sulla macchina amministrativa e sulle spese da essa sostenute, senza tuttavia operare alcun taglio o una riduzione della qualità dei servizi”.

“È nostra intenzione coinvolgere l’intero Consiglio provinciale in questo percorso complesso e importante, accogliendo tutte le proposte che ci verranno formulate e che abbiamo richiesto, oltre i nostri obblighi amministrativi, a ciascun gruppo consiliare – conclude il vicecoordinatore vicario del Popolo della libertà –. Aspettiamo dunque fiduciosi che il Partito Democratico dimostri di essere in grado di avanzare una qualche indicazione degna di questo nome e non soltanto di urlare in maniera demagogica e scomposta all’aumento delle tasse”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi