Manfredonia
Terzo punto vendita per la storica pizzeria Grasso

‘A Marina del Gargano la pizza non è solo d’asporto puoi fermarti anche al porto’

Oltre 150 gli anni di esperienza nel campo della panificazione: da nonno Paolo al bisnonno di Antonio, proprietari del rinomato panificio Grasso


Di:

Manfredonia – A Marina del Gargano la pizza non è solo d’asporto puoi fermarti anche al Porto, prendendo posto in uno dei tavoli della nuova pizzeria nei pressi della marineria sipontina. Nel nuovo porto turistico è stato infatti inaugurato il terzo punto vendita della pizzeria di Antonio Grasso, la cui prima attività risale al Settembre del 1965. Oltre 150 gli anni di esperienza nel campo della panificazione: da nonno Paolo al bisnonno di Antonio, proprietari del rinomato panificio Grasso.

La pizza storica era quella con il pelato, successivamente è stata introdotta quella al pomodoro fresco. In seguito Antonio Grasso ha inserito altre specialità quali: la mozzarella, la parmigiana, la pizza con le patate, con la cipolla, infine la vegetariana e la capricciosa, “con l’obiettivo di soddisfare le esigenze del cliente, e di stare al passo con i tempi, unendo novità alla tradizione”. La caratteristica che ha permesso alle pizzerie di Antonio Grasso di essere sempre apprezzate è quella di “utilizzare sempre prodotti freschi di giornata, puntando sulla qualità e sul prodotto dato al momento”. “Questa peculiarità – spiega Antonio Grasso – se da un lato rappresenta il nostro punto di forza da un altro ‘spinge’ la gente ad aspettare che il prodotto venga preparato al momento. Ma mai attesa fu meglio ripagata“.

In passato, nel Ferragosto del 2002, “data l’insistenza dei clienti che chiedevano la pizza al piatto accompagnata dalle patatine fritte”, il titolare ha deciso di aprire di fronte alla pizzeria storica in corso Roma, un altro punto vendita.

E come dice un proverbio “non c’è due senza tre”.

Per questo innamorato delle bellezze della propria città e convinto nelle potenzialità del porto turistico, Antonio Grassi ha deciso di intraprendere una nuova avventura e di aprire una pizzeria sul porto, “sperando di contribuire alla valorizzazione dell’imponente struttura portuale anche con l’obiettivo di dare lavoro ai giovani.”

Un esempio possono essere i due pizzaioli della pizzeria Grasso che, oltre a mettere la stessa passione per la comune professione, portano anche lo stesso nome: “Matteo” anche se con differente cognome: Basta e Grasso. A proposito di nome, l’unico maschio della famiglia che porta il nome di Grasso è Matteo, nipote di Antonio, al quale spetta l’onore di portare avanti la tradizione di famiglia. Questo anche perchè Matteo “ha dimostrato di possedere lo stesso talento, la stessa tenacia, volontà, costanza e professionalità” della sua famiglia.

Matteo lavora al fianco di Antonio già da tempo e un domani sarà colui che continuerà a portare avanti il nome dei Grasso, al punto che un giorno l’allievo superando il maestro potrà sfornare prodotti sempre più buoni e di qualità.

E la qualità è stata apprezzata anche in una peculiarità sipontina: “la farrata”. Già qualche decennio fa, c’era chi recensiva, presumibilmente su Specchio in uno speciale sulla cucina, il prodotto nostrano realizzato da Antonio Grasso. Tutto ciò a conferma di come ha saputo esportare la nostra tradizione culinaria in ambito nazionale, con il Belpaese già rinomato per il buon mangiare. Ora c’è d’augurargli che continui a farlo anche nel porto internazionale di “Marina del Gargano” portando sapori e tradizioni, che conquistino anche i nostri visitatori.

Qualche nota va fatta anche su chi ha realizzato l’arredo del locale: l’Architetto Francesco Trigiani che così descrive la nuova attività commerciale: “Il laboratorio è il fulcro della pizzeria. Il prodotto viene lavorato a vista. L’idea del bancone in legno massello decapato, fascia l’intera area d’esposizione. Il gioco del pavimento, grès esagonale bianco tortora ocra, si espande per tutto il locale risalendo sulle pareti dei bagni ed abbraccia parte del bancone. Attenzione è stata posta anche ai particolari con lampade sospese esagonali, mobile vettovagliamento, vetrine espositive extra chiare tutte disegnate su misura. I tagli di luce sono scenografici, concepiti con i led, che definiscono i volumi interni”.

Da ricordare come il ‘chiavi in mano ‘dei lavori è stato eseguito dalla ditta 4C Contract di Foggia.

(Servizio e montaggio a cura di Benedetto Monaco ed Antonio Troiano)

Per info e prenotazioni ‘Pizzeria Grasso’ sul Porto turistico Marina del Gargano di Manfredonia: 0884 660385

VIDEO

FOTOGALLERY

(messaggio promozionale)

‘A Marina del Gargano la pizza non è solo d’asporto puoi fermarti anche al porto’ ultima modifica: 2015-07-04T19:43:05+00:00 da Benedetto Monaco



Vota questo articolo:
19

Commenti


  • Marina delle pizze alla bufala

    Costruito per ospitare 800 barche e dare lavoro a centinaia di persone, si è ridotto ad un pciccolo contenitore di bar e pizzerie stagionali e c’era bisogno di spendere 200 miliardi di vecchie lire per tutto questo? Stanno talmente inguaiati che la guardiania all’ingresso è sprovvisto di guardia giurata (almeno il giorno). Qualche ardito che ha osato aprire qualche negozietto e sempre vuoto di clienti..


  • Il faraone sipontino

    Ora c’è da abbattere i capannoni e i pini e costruire piramidi


  • ciro

    Un pezzo di pizza (dati riferiti ai prezzi non pubblicabili, ndr)


  • Dino

    Auguri al sig. Grasso e la sua famiglia, sono convinto che il porto turistico porterà lavoro. Appunto porto turistico,turismo, no ENERGAS.


  • DACUMBA

    Ma vi rendete conto che un porto senza barche adesso e’ pieno di pizzerie e ristoranti ? Ma che andate facendo le farfalle ahhhh

  • siete capaci solo a lamentarvi e mettere zizzannie


  • GLI ARTIGLI DEL SUPERECOMOSTRO TERRORIZZANO I SIPONTINI

    AUGURI E VIA IL MOSTRO ORRIBILE DA MANFREDONIA!!


  • svolta

    Grasso ha aperto lì perchè è “porto FRANCO” ?
    Constatato che non ci sono barche e non si pagano imposte di ormeggio, per renderlo operativo e fiscalmente visibile, si è pensato bene attivare bar, pizzerie e quant’altro…. ..


  • Antonello Scarlatella

    Antonio Grasso, la Storia ed il Futuro della buona pizza Manfredoniana. Apprezzata da chiunque specie chi viene a far visita alla nostra splendida città. Cura nella scelta dei prodotti ed ingredienti, maniaco della qualità, professionalità ad altissimi livelli sia da parte sua che da parte del suo staff.
    Lorenzo Il Magnifico sosteneva che gli Artigiani erano i fratelli dei grandi artisti. Antonio e’ un grande artista artigiano, rispecchia alla lettera la teoria di Lorenzo il Magnifico.
    Ogni suo prodotto e’ un opera d’arte, sinergia perfetta di qualita’ e bellezza.
    Auguri Antonio, a te e a tutta la tua splendida famiglia.
    Auguri, Maestro della Pizza e dell’arte culinaria.
    Antonello Scarlatella


  • E tu vuliv a pizz

    Scusate Redazione ma il signore coi capelli bianchi seduto al tavolino con due signore e poi al banco è il grande, grandissimo Maestro Pavarotto?


  • il solitario

    In questo video ho sentito baggianate d’altri tempi……a Manfredonia abbiamo pizzaioli e pizzerie mooolto meglio … Aprite i vostri orizzonti


  • G2

    Auguri al Sig. Grasso, simbolo dei Manfredoniani operosi .


  • solitario

    Passione per cosa signor Matteo Grasso? hai avuto questa fortuna di trovare un posto di lavoro…
    ….


  • Patty

    I voglio fare un invito preghiera ai gestori di questa nuova pizzeria. Per favore FATE LA PIZZA COME QUELLA NAPOLETANA. CORNICIONE ALTO MORBIDA, LEGGERA, GUSTOSA E SOPRATTUTTO DIGERIBILE. A Manfredonia cinquanta pizzerie e nessuna degna di —–. BASTA USARE FARINA DI QUALITA’, LIEVITO MADRE E POMODORI SAN MARZANO. LO FANNO DI MESTIERE E SI LIMITANO TUTTI ALLA MEDIOCRITA’.


  • Matteo

    Caro sig. solitario trovare lavoro io? Ci ho messo tanta passione e altrettanto impegno, trascurando anche la famiglia per raggiungere il mio obbiettivo. Nessuno ti da niente per niente, ricordalo sempre!!! Comunque ti aspetto e ti offro anche una buona pizza.


  • lella

    La pizza non è un granché ma per la scortesia e inospitalità prendono sicuramente il premio, è la prima volta che vado al porto e sfortunatamente mi sono fermato a mangiare con la mia famiglia la pizza da grasso, il cameriere molto maleducato ci ha servito il conto prima della pizza(bruciata) pretendendo i soldi prima che cominciassimo a mangiare, ci siamo sentiti cacciati e umiliati, ma educatamente abbiamo mangiato quella pessima pizza e siamo andati via , è la prima volta che mi capita una scortesia simile, eppure viaggio da almeno 40 e di pizzerie in italia ed Europa ne ho girate
    anni e dovunque sono stato ho sempre


  • lex

    Pessina pizza come pessima è la cordialità che non ti aspetti di trovare in un posto di mare, costerebbe poco attrezzarsi (giudizio negativo sulla pizzeria,ndr)

  • Salve, mio nome e Claudio Moreyra figlio di Monica Grasso abbito a Germania aschaffenburg da un tempo sto alla ricerca dei parenti per il mio nono Antonio Atilio Grasso gia che ha stato sempre il suo pensiero di trovare parte di sua sangue, adesso che lui e gia grande e sta lottando contra un cancro perchio vogliamo di farle passare dei belli momenti e ho pensatto magare potrestti auitarvi gia che avvete lo stesso cognome magari voi sappete o conescete altri Grasso in Manfredonia. Adesso vi lascio alcuni dei datti .Mio nono Antonio Atilio Grasso e nato 13/02/1928 in Argentina Chascomus e lui e figlio di Atilio Augusto Raffaelle Grasso, nato in Manfredonia il 13/11/1888 e figlio di Antonio Grasso e Francesca Paola Paglione.
    Vi ringrazerei qualche informazioni che possa aiutare alla ricerca, voglio anche dire noi non ci siamo alla ricerca di nessuna attivita , soldi o qualsiasi altra cosa nel genere, abbiamo gia tutto soltanto vogliamo riaggiungere altra parte di il sangue di la famiglia, cumplire il suo pensiero e fare felice al nostro nono.
    vorrei anche scusarmi per il disturbo e per il mio italiano non sono tanto bravo a scrivere
    Cordiali salutti
    e grazie nuovamente
    Claudio Moreyra
    Schillerstrasse 68 63741 aschaffenburg Deutschland

    Monica esther Grasso
    j. f. Czetz n 1744 7600 mardel plata Argentina

  • un altro datti ce abbimo anche trovatto una lettera di manfradonia uno zio chiamatto Alis Grasso e un altro Matteo Grasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi