Cronaca
A cura della Guardia di Finanza

Molfetta, scoperti 42 lavoratori in nero e 29 irregolari

I controlli continueranno nelle prossime settimane


Di:

I Finanzieri della Tenenza di Molfetta, nel contesto delle attività di contrasto all’evasione fiscale e contributiva, hanno individuato nr. 16 lavoratori “in nero” e 29 lavoratori “irregolari”. In particolare, in Terlizzi (BA), sono stati controllati un calzaturificio ed un laboratorio di confezioni di abbigliamento, accertando la presenza di nr. 15 lavoratori “in nero”. In entrambi i casi, tenuto conto della gravità delle infrazioni rilevate, è stata inoltrata alla Direzione Territoriale del Lavoro la richiesta di emissione di un provvedimento di sospensione dell’attività.

Inoltre, nel corso di un altro intervento presso una sala ricevimenti di Molfetta (BA), venivano rinvenuti “pizzini” manoscritti attraverso i quali è stato possibile constatare la presenza, nei banchetti nuziali, di un 1 lavoratore “in nero” e 29 lavoratori “irregolari” (questi ultimi, per aver prestato la loro attività per molte giornate in più rispetto a quelle di formale assunzione), oltre ad un’evasione al fisco quantificata in circa 400 mila euro di ricavi non dichiarati, con IVA non corrisposta per 65 mila euro. Nel corso di un ulteriore intervento a contrasto del cd. “sommerso da lavoro”, le Fiamme Gialle di Putignano, hanno scoperto, in Turi (BA), due aziende, operanti nel settore dell’abbigliamento e situate nella stessa struttura, che facevano ricorso alla manodopera di nr. 26 lavoratori “in nero”.

Redazione Stato

Molfetta, scoperti 42 lavoratori in nero e 29 irregolari ultima modifica: 2015-07-04T12:15:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi