Foggia
Nota stampa

Bus navetta, “Trovo irrispettose le dichiarazioni di Zenga”

Di:

Foggia. «Trovo capziose, che dico, provocatorie le dichiarazioni del segretario del sindacato autonomo, perciò non confederato, Fismic di Foggia, Antonio Zenga, in merito ad un mio comunicato sulla volontà del Consiglio comunale di insediare, presso la stazione ferroviaria dell’Incoronata di Foggia, il tanto atteso servizio di bus navetta per i lavoratori pendolari dell’area industriale del capoluogo dauno. A fronte della “Proposta di mozione relativa alla Stazione ferroviaria dell’Incoronata”, presentata al Presidente Consiglio del comune di Foggia in data 03 novembre 2015 e messa agli atti in data 10 novembre 2015, frutto di un mio continuo lavoro, che ha le sue origini molti anni fa e che ha sempre trovato sinergie tra le varie istituzioni chiamate a tal compito, il 22 giugno 2016 la massima assise comunale, il Consiglio comunale di Foggia, all’unanimità ha votato a favore per tal servizio. In merito a questo dato importantissimo porgo all’attenzione che ciò che Zenga ha scritto e perciò dichiarato agli organi di stampa è diffamatorio verso tutto il Consiglio comunale foggiano. Mai nessuno di noi, in particolare il sottoscritto, ha voluto “… arrogarsi il merito di speculare sui problemi reali dei lavoratori, specialmente quando gli stessi sono vittime di atti di inciviltà e vandalismo” come dichiarato testualmente dal Zenga. Non comprendo l’acredine di Zenga nei miei confronti, a maggior ragione quando il sottoscritto nel comunicato inviato agli organi di stampa non ha mai menzionato il lavoro svolto dalla Fismic.. Tuttavia devo prendere atto che il comportamento assunto dal segretario della Fismic di Foggia è fuorviante verso i lavoratori stessi e nel contempo astutamente messo in atto cavalcando battaglie politiche e sociali contro chi da oltre un decennio, e non da un po’ di tempo come lui e la sigla che rappresenta, sta portando avanti per migliorare la qualità della vita, la sicurezza, la legalità, nella zona ASI.

Nel contempo devo prendere atto e far prendere atto al Consiglio comunale che nel comunicato stampa della Fismic di Foggia è stata riportata da Antonio Zenga una dichiarazione virgolettata del Presidente dell’ATAF S.p.A. di Foggia, Raffaele Ferrantino. Nel virgolettato –testuali parole- si legge “Il percorso per risolvere questa problematica che garantisca la sicurezza dei lavoratori – dichiara il Presidente dell’Ataf Raffaele Ferrantino – è stato già iniziato qualche tempo fa, proprio grazie a un incontro con la Fismic in azienda, che rendemmo pubblico con un comunicato stampa, per cui non credo proprio sia il caso che qualcuno conti di impostare la propria campagna elettorale su questo”. Fortunatamente, su alcune testate della stampa locale, il presidente Raffaele Ferrantino, ha smentito nettamente le dichiarazioni riportate dalla Fismic, precisando che: «Di non aver mai detto o rilasciato dichiarazioni denigratorie nei confronti di figure istituzionali, verso le quali, per mia formazione personale e professionale, ho avuto e continuo ad avere il massimo rispetto». Mi chiedo come mai un segretario di una sigla sindacale, Antonio Zenga, possa divulgare dichiarazioni a nome di un rappresentante istituzionale pubblico che merita rispetto. Voglio augurarmi che le dichiarazioni rese da Zenga possa essere oggetto di valutazione ai fini dell’esperimento di eventuali azioni nelle sedi opportune, salva l’ipotesi di resipiscenza da parte dello stesso, a mezzo di formali e pubbliche scuse sia al presidente Ferrantino, sia al Consiglio comunale, sia alla mia persona.

Inoltre, ed è giusto ribadirlo, il percorso dell’attivazione del bus navetta in oggetto iniziato da me con la votazione unanime del Consiglio comunale è all’attenzione del presidente Ferrantino, il quale ha dichiarato pubblicamente che : «Desidero ringraziare il Consiglio comunale per l’attenzione posta in ordine alla questione inerente l’attivazione di un bus navetta di collegamento tra Foggia e la zona Asi, in modo da offrire ai lavoratori della zona industriale un servizio che in più occasioni avevano richiesto invano nel passato. L’impegno dell’Assemblea consiliare, infatti, si muove nella stessa direzione tracciata dal Consiglio di Amministrazione di Ataf SpA, sia pure come linea di indirizzo generale».
Solo per un mera puntualizzazione sulla questione ricordo a me stesso che già nel mese di giugno 2010 chiesi all’allora Presidente Ataf Ing. Fiore Luigi, dopo essermi confrontato con lui sull’argomento, incontro con la struttura tecnica innanzi il sito Alenia Aermacchi, oggi Leonardo Aerostrutture spa per la valutazione di fattibilità; incontro, poi, avvenuto con il responsabile Ciampolillo Alfonso ed i due coordinatori Ruo Pietro e Gramazio Matteo. A quell’incontro seguì l’attivazione del bus navetta sperimentale per 15 gg ma, poi, a causa della scarsa partecipazione di utenza dovuta a reiterati ritardi, frequenti in quel periodo, dell’arrivo del treno, Ataf sospese il servizio. In quel periodo il sottoscritto non era Conigliere Comunale per cui non avevo ruolo istituzionale per far produrre alla massima assise cittadina atti di indirizzo come l’ultima mozione navetta votata all’unanimità.

I cittadini ne prendano atto.

Luigi Buonarota – Consigliere Comunale di Foggia e capogruppo Lavoro e Libertà



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati