Stato prima
"I corpi di mamma e figlia furono poi occultati"

Mamma e figlia uccise da Scu, ergastolo

"Quello di Angelica è stato il primo omicidio di un bambino nella storia della Scu salentina"


Di:

(ANSA) – LECCE, 4 LUG – I giudici della Corte d’Assise di Lecce, presidente Roberto Tanisi, hanno condannato all’ergastolo Biagio Toma, 49 anni, di Parabita, esponente della Sacra Corona Unita: è accusato di essere l’esecutore materiale dell’ omicidio di Paola Rizzello e della figlioletta di quest’ultima, di due anni e mezzo, Angelica, il 20 marzo 1991. La piccola fu ammazzata dopo essere stata presa per i piedi e sbattuta più volte contro il muro. I corpi di mamma e figlia furono poi occultati.

Quello di Angelica è stato il primo omicidio di un bambino nella storia della Scu salentina.

Mamma e figlia uccise da Scu, ergastolo ultima modifica: 2017-07-04T19:34:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi