Manfredonia
"Numerose ed interessanti le novità comunicate dal Commissario Falcone"

Manfredonia, 117 mln per il porto Alti Fondali. “Arrivano le navi da crociera”

"Manfredonia paga, non per colpe dirette, solo un ritardo infrastrutturale di qualche decennio"

Di:

Manfredonia. Autorità Manfredonia Porto della Capitanata e della Basilicata. L’accordo dell’ “Area logistica integrata del sistema pugliese-lucano” – al quale aderiscono Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Agenzia per la Coesione territoriale, Regione Puglia, Regione Basilicata, Autorità Portuali di Bari, Brindisi, Taranto e Manfredonia, Rfi -è stato presentato in anteprima nei giorni scorsi dal Commissario Gaetano Falcone ad un tavolo tecnico al quale hanno preso parte il sindaco Angelo Riccardi, il Presidente di Confindustria di Foggia Gianni Rotice, il Comandante della Capitaneria di Porto Nicola Latinista, il rappresentante del Consiglio della Camera di Commercio di Foggia Vincenzo Prencipe, le Agenzie Marittime ed i rappresentanti della categoria servizi portuali.

“Numerose ed interessanti le novità comunicate dal Commissario Falcone”

Numerose ed interessanti le novità comunicate dal Commissario Falcone, accolte con soddisfazione dai presenti per le prospettive che si spalancano per tutto il sistema portuale di Manfredonia, della cui evoluzione beneficerà lo sviluppo economico ed occupazionale del Nord Puglia e della Basilicata. Pon (Ue), Por (Regione Puglia) e Fesr saranno gli assi finanziari dai quali giungeranno le risorse per poter in primis rinnovare e potenziare il Porto Alti Fondali (elaborato progetto esecutivo per 117 milioni di euro, intervento inserito all’interno del Piano strategico nazionale “ALI” (Aree Logistiche Integrate).

“Il Porto Alti Fondali sconta ancora oggi delle carenze infrastrutturali che impediscono di esprime al meglio le sue potenzialità”

“Il Porto Alti Fondali sconta ancora oggi delle carenze infrastrutturali che impediscono di esprime al meglio le sue potenzialità – ha dichiarato il Commissario Falcone -. Con questo adeguamento tutto il sistema portuale di Manfredonia potrà ospitare tutti i vari settori merceologici mercantile, passeggero e nautica di diporto. Il Porto Alti Fondali, con l’accordo ‘ALI’, diventerà una importante connessione per tutto il sistema economico di Capitanata e Basilicata anche grazie al raccordo con le vaste e strategiche Aree retroportuali (di circa 12 ettari) ed altre piattaforme logistiche come quella di Borgo Incoronata. Con la Riforma della portualità italiana Manfredonia, in sinergia con le altre Autorità portuali pugliesi, giocherà un ruolo molto importante, soprattutto sul versante del traffico merci”.

Manfredonia, peraltro, si appresta a varare in maniera continuativa anche il flusso croceristico. “Il primo attracco, grazie al lavoro di un’agenzia marittima sipontina, è previsto per ottobre presso la banchina del molo commerciale – ha comunicato ai presenti Falcone -. L’inizio di un nuovo percorso che darà valore aggiunto a Manfredonia ed a tutto il Gargano, aprendo a nuove chances turistiche sin ora precluse. L’attracco delle navi da crociera sarà possibile grazie ad un’azione dell’Autorità Portuale che si è accollata i costi di un intervento sul fondale per l’eliminazione di un cavo fino ad ora necessario all’alimentazione dei fari, ora sostituito dall’allacciamento a contatori dell’energia elettrica. Ad ottobre, altresì, saranno conclusi i cantieri sui moli commerciali che hanno riguardato il restyling urbanistico e l’adeguamento dei servizi”.

Unanime il plauso delle Istituzioni presenti

. “Ringrazio il Commissario Falcone per il faticoso e fruttuoso lavoro di ricucitura e concertazione con i vari soggetti locali – ha ribadito il Presidente di Confindustria Rotice -. Il porto di Manfredonia è divenuta una priorità regionale visto che la Capitanata può vantare il 60% della logistica pugliese. Con la riforma della portualità Manfredonia non sarà più periferia, bensì protagonista delle dinamiche di sviluppo: è, quindi, fondamentale che tutti gli stakehoders siano propositivi. Il mondo delle imprese ha davanti a sé una straordinaria occasione per fare il salto di qualità”.

“Manfredonia paga, non per colpe dirette, solo un ritardo infrastrutturale di qualche decennio – ha fatto eco il Comandante Latinista -, ma posso assicurare che non ha nulla in meno rispetto ad altre realtà per essere competitiva a livello nazionale ed internazionale. Occorre essere uniti sotto un’unica bandiera per ottenere i risultati attesi. Con compattezza e competenza si può andare molto lontano, dal momento che Manfredonia è ideale per conformazione territoriale, strutture e collegamenti logistici”. “Il territorio non ha colori politici – ha detto con risolutezza il sindaco Riccardi -. In questi ultimi anni ci sono state sensibilità diverse della classe politica ed è stato dato impulso ad un sistema che qualcuno voleva ai margini. Con gli adeguamenti infrastrutturali Manfredonia avrà una gran bella boccata d’ossigeno e sono felice di poter apprendere che ad ottobre ripartirà concretamente il piano croceristico. Siamo l’unica e vere porta di mare di Nord Puglia e Basilicata. Non facciamoci scappare quest’ultima grande occasione”.

Come cita uno storico slogan dell’Autorità Portuale di Manfredonia, “Il futuro della città, va in porto“.

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
31

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Il porto alti fondali non e’ quello industriale? Bhe le navi da crociera su un porto industriale…..non è il massimo dell’ accoglienza. Se poi parliamo delle strutture all interno della città è un ottima cosa. Può essere un punto di partenza ma sempre che poi siamo in grado di fare accoglienza.
    Molto in accordo invece con il restyling urbanistico. Manfredonia diventa sempre più bella. Cerchiamo però di partire con le piccole cose. Quest anno è totalmente mancato un cartellone estivo di attività. Questo non è positivo. Ci siamo giocati l estate OK. Programmiamolo per l autunno e magari inverno.
    Diversamente sembra che a Manfredonia manca sempre qualcosa per fare business. Mancava il porto turistico ed ora l abbiamo ma i flussi non sono aumentati, poi mancavano le strade , poi i porti , poi l agenzia del turismo… Il parco, l oasi lago salso..Abbiamo tutto ora.
    Un caro amico di cui domani ricorre il primo anno della sua sxomparsa, il Prof. Matteo Fusilli diceva sempre che a Colonnata paesino alle pendici delle Alpi Apuane, sono riusciti a fare turiamo con il Lardo. Il famoso lardo di Colonnata.
    Aggiungersi che a Barolo nelle Langhe fanno turismo con il vino e potrei portare altri centinaia di esempi.
    Noi a Manfredonia abbiamo molto più del vino e del lardo. Cosa manca per sfruttare le risorse esistenti senza dover attendere sempre qualcosa di nuovo?


  • Movimento cinque palle

    a manfredonia ci sono troppi taglia lardo


  • Movimento cinque palle

    ma anche molta gente onesta che non è presente nella “classe dirigente”, ma che è molto, molto …


  • antonella

    Manca i servizi? Manca il civismo amministrativo? Manca l’esempio, rispetto e buona conduzione amministrativa? Mancano le idee? Manca la buona volonta? Mancano le orecchie per intendere? Mancano le buone politiche per lo sviluppo dei servizi? Manca il cervello per la buona e utile amministrazione? Lasciamo stare, Facciamo belle le piazze che è meglio, almeno il progetto è già esistenti.


  • francesco

    Manfredonia ha una accoglienza fino a un certo punto,.Provate a guardare un po di lato e vi accorgerete di quanta immondizia che c e . Gli operatori dell ASE puliscono solo una piccola parte, perche quella è stato assegnato,e usufruiscono pure la quattrodicesima. I vigili urbani nemmeno sulla carta, vedono buttare immondizia e loro a fine mese hanno il stipendio garantito con tutti gli straordinari.


  • Pasquale

    Appena finiranno i milioni di euro stanziati, tale progetto fara’ la fine dei ” Nastri d’oro “, per fare turismo bisognerebbe cambiare i Manfredoniani ed avere una classe politica preparata, e non impegnata a svolgere i PROPRI interessi di casa sua.


  • Uno di Voi

    MAI PER CASO….NULLA ACCADE!

    Questa notiziona così positiva per l’immaginazione dei manfredoniani si scontra con la necessità.

    La logica politica/imprenditoriale è sempre la stessa nel Sud da quando ci sono fondi pubblici che si è dimostrata nei fatti predatoria ed infruttuosa.

    È l’esigenza che crea la necessità di effettuare un intervento grande da 117 milioni di euro!

    La causa non sono i soldi a disposizione da spendere, ma le esigenze a cui rispondere utilizzando quei fondi.

    Se Manfredonia ha pochissima ricettività, esclusa quella di vicinato, le navi da crociera a cosa servono?

    Se non è collegata con Trani e Castel del Monte, le navi da crociera a cosa servono?

    Avevamo un collegamento con le isole Tremiti, che è miseramente fallito!

    In questo decennio sono piovuti centinaia e centinaia di miilioni di euro sui 3 porti di Manfredonia e su tutta la fascia costiera, compresi i due lungomari.

    Tali soldi pubblici, tranne per pochissimi personaggi elitari, sempre gli stessi e facilmente individuabili, non sono stati proficui per accendere e generare il motore dello sviluppo economico.

    Perché?

    Il motivo fondamentale è stato, ed è tuttora, la mancanza di visione strategica che gli amministratori locali da 20 anni stanno dimostrando!

    Visione che, invece di acconsentire ai bisogni dei singoli operatori, creando inevitabile caos e contraddizioni, avrebbe sottomesso i bisogni dei privati alle direttive pianificate dell’interesse generale.

    L’INTERESSE GENERALE NON È LA SOMMA (IMPOSSIBILE) DI TUTTI GLI INTERESSI PRIVATI!

    Bisognava partire dalla ricerca e amplificazione dell’identità di Manfredonia, da rendere facilmente fruibile e collegati: città di mare, città di Manfredi, città dei porti, città Porta del Gargano, città del Tavoliere.

    L’industria, grande e media, o invasiva, non è mai stata identitaria per gli usi e costumi, per l’indole storicizzata dei manfredoniani.

    l’immagine di Manfredonia al di fuori della provincia, è invece di tipo industriale che la classe politica e dirigenziale, grazie ai loro silenzi, favoriscono ed hanno sempre favorito, puntando sulla fiducia in essi riposti dalla cittadinanza tradita.

    Oggi, dopo l’ajinomoto, l’anic, l’enichem, i contratti d’area che ci hanno lasciato un mare in zona SIN (ampie aree di terreno e di mare ufficialmente inquinati), ci aspetta energas/Q8.

    Il ripristono della banchina A5 del porto industriale è requisito fondamentale per l’attracco delle navi gasiere dell’Energas, che per l’elite si chiamano “navi da crociera”!

    L’elite gioca con le parole, con i fatti storici, con i soldi pubblici, con l’immaginazione collettiva, con il silenzio dirigenziale, con il consenso, con la disperazione dei tanti e il benessere bancario.

    Navi da crociere a Manfredonia, oltre per i manfredoniani, è una buona notizia per Energas!


  • Uno di Voi

    LE NAVI DA CROCIERE A MANFREDONIA È UN MOTIVO IN PIÙ PER DIRE NO AD ENERGAS, COME DA VOLONTÀ ESPRESSA DAL CONSIGLIO COMUNALE…QUINDI….

    #Sindacoscendiinpiazza#


  • buon esempio

    Ma non e’ che si preparano gli alti fondali, la scusa sara’ il turismo, e poi si accoglieranno le navi Enrrgas?


  • ci crediamo nel turismo

    Asta la vista! Con i topi come la mettiamo se saltano addosso ai turisti? Dobbiamo ridere x sdrammatizzare?ASE dove sei?


  • cattivo esempio

    buon esempio ha fatto fuocherello


  • Antonio

    Per me se prendono questa cifra e la spartiscono alla popolazione è meglio, perché comunque saranno soldi buttati.


  • Davvero ci credono tutti idioti?

    Tutto studiato a tavolino per favorire l’insediamento Energas! Mi viene da ridere…i turisti che debbono arrivare con le navi gasiere operative nel porto! E’ solo una pagliacciata per aiutare Energas!


  • INTERESSI MOSTRUOSI RUOTANO SU MANFREDONIA...

    NON SANNO PII’ CHE COSA INVENTARSI PER PREPARARE LA STRADA ALLA Q8 ENERGAS PER APPIOPPARCI QUELLO CHE NESSUNO ZONA DI EUROPA SAREBBE STATA DISPOSTA AD ACCOGLIORE: IL PIU’ GRANDE DEPOSITO DI GPL CON QUANTITA DAVVERO INCREDIBILI DI GPL…NON MI MERAVIGLIO NEANCHE SE IL MANFREDONIA METTESSE NEL SUO LIBRO PAGA IL CALCIATORE MESSI! INTERESSI MOSTRUOSI RUOTANO SU MANFREDONIA…E A MIO UMILE PARERE TEMO CHE LA POPOLAZIONE SI RIBELLI..QUINDI LANCIANO CORTINE FUMOGENE, SAREBBERO CAPACI ANCHE DI COSTRUIRE UN CENTRO COMMERCIALE PROMETTENDO CENTINAIA DI POSTI DI LAVORO..


  • RE GIORGIO DI MANFREDONIA

    Bravissimo uno di voi! La tua arguzia mi stupisce!!


  • Sipontino

    Churchill sacrifico’ Coventry 50.000 mila morti a causa dei bombardamenti nazisti) pur di non rischiare di rivelare ai nazisti la conoscenza dei codici segreti.
    Manfredonia 57.000 mila agnellini sacrificali per favorire chi? Come mai i politici sipontini si stanno comportano come l’ex primo ministro Churchill?


  • GIORGIO

    UNO DI VOI oramai irraggiungibile nella classifica INTERNAZIONALE di IDI..I. Scontato il secondo posto di SVOLTA e il terzo di ANTONELLONA PIAZZA D’UOMO.


  • antonella

    Egregi sig. ri uno di voi e svolta, come potete notare ogni tanto ritornano, cosi ritorna giorgio tontolone, sarà che a manfredonia la fogna si rompe di tanto in tanto con la fuoriuscita di sostanze che ristagnano in acqua, tornano a galla quando meno te lo aspetti, così fa il nostro giorgio, ogni tanto torna a galla e scarica una sequela castronerie o di insulti, come è l’acqua oggi, giorgio? Hai fatto il bagnetto? È balneabile o no? Scusa dimenticavo, va da sé che quandoci sei tu di mmezzo, anche l’aria diventa insalubre.


  • antonella

    PS. GIORGIO, per caso sai dirmi dove sarebbe allocata piazza Giovanni Paolo II? Io l’ho cercata, senza esito, dai tu che non sei un ID. ma peggio , illuminaci.


  • cittadino in difesa di Manfredonia

    Voglio essere ottimista e leggere la notizia così com’è : arriveranno navi da crociera , allora non potranno arrivare ed attraccare navi gasiere . Noi , come territorio siamo un PORTO NATURALE noi ovvero Manfredonia e’ un GOLFO , PORTO NATURALE ED UNA VOLTA SI DICEVA IL MIGLIORE DELL’Adriatico. Deve essere così , perciò viva le navi da crociera ed ABBASSO ENERGAS !!!!! NO ENERGAS , NO ENERGAS !!!!!!!!


  • GIORGIO

    Chi ? PIAZZA D’UOMO ?


  • antonella

    Ma allora sei davvero ID.fino al midollo.
    Giorgio stai messo male, perche quella, è piazza papa Giovanni xxIII , hai capito qualcosa ? Ci sei proprio, vero?


  • Politico locale

    Pancia mia fatti capanna! Quanto fa il diecipercento di 117 milioni?


  • svolta

    Mi tiri sempre in ballo e per il troppo tuo senso altruistico ti voglio dedicare una “poesia”.
    Giorgio, oh Giorgio tu che di -stazzi perfino i nobili bronzi (re Manfredi) dicono che puzzi di -e -.
    Con affetto e simpatia, …. turandomi il naso….. Svolta.


  • Dino

    Questa storia mi puzza, mi puzza di gas……, In futuro,se gli armatori delle navi da crociera decidessero di non attraccare più perchè non vogliono aspettare la fine dello scarico delle gasiere o il divieto di transito imposto per la sicurezza delle persone durante le operazioni di scarico del GPL, almeno i 117 milioni sono serviti per Energas e le sue navi. Evviva Manfredonia.

    perchè non usate quei soldi per dragare i fondali del porto commerciale,compreso la parte finale del porto, li si che possono attraccare le navi minori da crociera.


  • Zuzzurellone Sipontino

    Ma perchè a Manfredonia ci sono delle piazze oltre alla Piazzetta ed a Piazza del Popolo, forse dei larghi. Comunque con l’interdizione della navigazione quando approderanno le navi gasiere quelle da crociera che fine fanno? Dobbiamo batterci perchè il bombolone non venga.


  • il manfredoniano

    Tempo fa sentivo che le navi da crociera non potevano attraccare nel porto di Manfredonia perchè i fondali sono bassi, ora tutto di un tratto i fondali sono diventati alti, è per le navi di energas che sono cresciuti, oppure mi sfugge qualcosa. Se qualcuno me lo spiegi senza polemica.Ci saranno più posti di lavoro se arrivano le navi da crociere e non le navi di energas. Auguriamoci che non ci stanno prendento in giro.


  • GIORGIO

    Cara Antonellona piazza d’uomo eee quindi ?


  • Manfredolandia

    UNO DI VOI…GUIDACI, ILLUMINACI, SEI IL NUMERO UNO SE MR.GIORGIO TI HA INSERITO AL PRIMO POSTO DELLA SUA CLASSIFICA VUOL DIRE CHE COGLI NEL SEGNO, E A TALUNI LA VERITA’ FA MALE…MOLTO MALE…


  • antonella

    È qui giorgio degli scarponi, se noi siamo primi nella tua classifica, tu se assolutamente il baluardo degli ignoranti patentati, di tutti gli ignoranti esistiti, che esistono, è che verranno al mondo, sei un icona di ignorantita allo stato brado , ilprimo di tutti, mi raccomando fatti valere che il posto conquistato non è da poco, conservalo gelosamente perché quando non avrai poltrone, ti consolarai con quello.


  • IL GIULLARE SIPONTINO!!!!!!!!!!!!!!

    GIORGIO UN SINDACO IDEALE X MANFREDONIA!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati