Manfredonia
A cura della Capitaneria di Porto di Manfredonia

Manfredonia, mancanza autorizzazione: sequestro wc in area 70 mq

L’attività di vigilanza, controllo e repressione della Guardia Costiera e delle altre forze di Polizia continuerà con maggiore incisività per la tutela dell’ambiente marino e del demanio marittimo per tuta la stagione balneare

Di:

Manfredonia. Continua senza sosta l’attività di vigilanza ambientale e demaniale svolta dagli uomini della Capitaneria di Porto di Manfredonia che, in questi giorni, nell’agro di Manfredonia, in località Siponto, congiuntamente a personale dell’Agenzia delle Dogane a seguito di alcuni controlli mirati alla presenza di strutture/opere abusive all’interno dell’area demaniale marittima, hanno riscontrato la presenze di alcuni wc sprovvisti di concessione demaniale marittima ed autorizzazione ai sensi dell’art. 55 del Codice della Navigazione.

Poiché tale modifica dello stato dei luoghi non risultava assentita da alcun atto autorizzativo, si procedeva al sequestro di un’area di mq 70,00 circa per violazione degli artt. 54-55 e 1161 del Codice della Navigazione, nonchè si deferiva alla competente Autorità Giudiziaria l’occupatore abusivo per assenza delle prescritte autorizzazioni relative agli immobili sopra menzionati.

L’attività di vigilanza, controllo e repressione della Guardia Costiera e delle altre forze di Polizia continuerà con maggiore incisività per la tutela dell’ambiente marino e del demanio marittimo per tuta la stagione balneare. (nota stampa)

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • svolta

    Ma possibile che si deve arrivare che l’opera è ultimata per bloccarla. L’attività di vigilanza deve essere intesa anche come azione preventiva…. qui si tratta di manufatti che non nascono come i funghi. Evidentemente chi li fa sa che potrebbevfarla Franca o quanto meno, anche se elevati i verbali il comune, per quanto sia stato accertata la illegittimità dell’abuso dopo concedevil condono…. Mi chiedo e chiedo è mai possibile una cosa del genere…. e come dire mi fanno la multa e poi non la pago in quanto facendo il condono pago meno e mi tengo l’opera che di rilevata ed accertatacabusiva dai vigili. Anche questo accade a Manfredonia, se hai birilli buoni con cui hai giocato….per intenderci amici degli amici e aum aum…..


  • Giovanna

    Devi chiederlo a chi comanda non a chi esegue come chi lavora in capitaneria ….senza il comando non si fa nulla.


  • Un cittadino

    Scrivere che: “Continua senza sosta l’attività di vigilanza ambientale e demaniale svolta dagli uomini della Capitaneria di Porto di Manfredonia…” mi sembra francamente eccessivo in considerazione del fatto che ci stiamo avviando, ormai, verso la fine dell’estate. Meglio tardi che mai recita un vecchio adagio. Dall’inizio dell’estate non ho mai visto la motovedetta della Capitaneria di porto passare, per l’azione di vigilanza, di fronte alla spiaggia castello e a gli scogli dell’Acqua di Cristo. Forse sono stato “sfortunato”,,,

  • CAPISCO CHE BISPGNA RISPETTARE CERTE REGOLE, MA E ABBASTANZA CARINE QUELLA STRUTTURA , ANZI DA PIU DECORO AL NOSTRO LUNGOMARE.


  • cccill

    secuestri e secuetri e stann sembre la quelle strutturre ma come funonzia?? non capisco piu niende e poi fanno –per mettere a faticare le peersone al comune


  • SONO STANCO DI AVERE RAGIONE

    Ma questi stanno a fare nulla tutto l’anno arriva l’estate e vanno a sequestrare lidi perché rispetto alle autorizzazioni hanno 70 metri quadri in più ? Ma fatemi il piacere!! Date concessioni gratuite a chiunque vuole realizzare a proprie spese, locali e servizi per il turismo senza tante menate del c…. .
    Cosi si fa politica, cosi si fa impresa, cosi si creano posti di lavoro, così potremmo attrarre il turismo. Paese di dementi che adesso se mai applaudiranno le forze dell’ordine che al posto di andare a cercare i veri delinquenti bloccano l’economia di una città.
    Tra l’altro gli stessi che dovrebbero preoccuparsi di fare la manutenzione dell’area demaniale non in concessione ai privati e questi vanno a fare le pulci agli privati che investono i propri soldi?
    Cosa fa l’agenzia demaniale, la capitaneria di porto, ecc ecc per il problema poseidonia, inquinamento dei fiumi e mari, sporcizia sui porti e spiagge libere?. Niente è più facile chiudere un bar perché il cesso non ha anti cesso! Ma andate a f………


  • SONO STANCO DI AVERE RAGIONE

    La popolazione si dovrebbe ribellare a queste “esibizioni” manifestando contro questa politica di ostruzionismo del fare e del crescere di una città. Mi dispiace ma in questo caso questi della capitaneria non avranno il mio plauso.
    Secondo me potevano continuare a fare quello che fanno per 11 mesi all’anno.


  • SONO STANCO DI AVERE RAGIONE

    Le spiagge del lungomare di siponto sono sempre state zone abbandonate a se stesse, senza manutenzione, senza pulizia, spiagge schifose e sporche dove nessuno si sognava di andare a farsi un bagno o piantare un ombrellone. Da qualche hanno che ci sono un paio di lidi la zona è diventata molto frequentata e pulita almeno in questi tratti e adesso cosa fanno al posto di dire meno male che questi fanno il lavoro che spetta a noi? li fanno scappare!!. Ripeto andate a fare in c…


  • Manfredonia in nero

    Incredibile, telai di pesce (compreso i justnell) scaricate in nero dai cofano delle auto private e portate sul bancone di vendita sotto gli occhi di una pattuglia dei vigili…


  • elettore

    Ma smettila.
    E io sono stanco di leggere fesserie tipo ” fanno impresa, lasciateci lavorare etc”
    Rispettate le norme -!


  • curioso

    come mai in viale miramare a manfredonia la CAPITANERIA non ha usato lo stesso metro, riferendomi agli art. 54 e 55. poche parole buon intenditore.


  • Giovanna Palumbo

    Le norme vanno rispettate senza se e senza ma,
    non siamo nel far west.

    Dice bene l’utente elettore, si scrivono troppe fesserie.


  • Matteo

    X curioso
    Denuncia alla procura
    Chi sbaglia deve pagare
    Anche la capitaneria


  • cessi

    andate a prendere i malviventi al posto di fare le multe ai cessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati