CapitanataSan Severo
La revoca della misura della semilibertà scaturisce dalla constatazione delle violazioni della prescrizioni impostegli dall’A.G.

San Severo, la polizia arresta semilibero

Palumbo, nel momento in cui veniva sorpreso in giro per la città, in realtà doveva trovarsi presso un cantiere a svolgere attività lavorativa

Di:

San Severo. L’ Ufficio Misure di Prevenzione del Commissariato di P.S. di San Severo su disposizione dell’A.G.-Ufficio di sorveglianza- che ha sospeso la misura alternativa della semilibertà ha condotto in carcere Palumbo Nazario del 1991. La revoca della misura della semilibertà scaturisce dalla constatazione delle violazioni della prescrizioni impostegli dall’A.G., in quanto veniva sorpreso da una pattuglia del Commissariato di San Severo transitare a bordo di un motoveicolo, senza il casco, e quindi facilmente riconoscibile agi operatori di polizia. Palumbo, a sua volta, alla vista della volante scappava facendo perdere le proprie tracce incurante del fatto che gli era stato intimato l’Alt Polizia, anzi pur di sfuggire al controllo urtava l’auto della polizia, danneggiandola.

Palumbo, nel momento in cui veniva sorpreso in giro per la città, in realtà doveva trovarsi presso un cantiere a svolgere attività lavorativa, cui era stato autorizzato, ma egli quella mattina non si è mai recato a lavoro.

Palumbo sin da giovanissimo, ancora minorenne, ha cominciato a delinquere dimostrando una spiccata capacità delinquenziale ed una totale disprezzo delle regole del vivere civile. Egli annovera numerosi precedenti sia per reati contro il patrimonio che spaziano dal furto alla ricettazione nonché per reati contro la pubblica amministrazione (resistenza a Pubblico Ufficiale).

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati