FoggiaStato news

CCIAA Foggia, crisi, Porreca: rinuncio al mio compenso


Di:

Lettera del Presidente Porreca al personale e agli stakeholders del Sistema Camerale di Foggia

Foggia, 3 settembre 2014 – Cari amici e colleghi, la drastica riduzione del diritto annuale (35%, 40%, 50% in tre anni) sancita dalla L. n.114 dell’11 agosto scorso e l’iter di riforma in corso, che ridefinirà l’articolazione del sistema camerale, impone anche alla nostra Camera di gestire questo delicato passaggio con celerità, determinazione, attenzione e responsabilità.

Lo scopo prioritario è di mettere in sicurezza l’Ente sotto il profilo dell’equilibrio economico e finanziario e della sostenibilità della struttura, per essere pronti a rilanciarne il ruolo e le funzioni alla luce del nuovo assetto che si determinerà a seguito della riforma.

Con gli uffici e la giunta siamo già da tempo a lavoro per trovare le giuste risposte che non possono che andare nella direzione della razionalizzazione delle attività, del contenimento della spesa, della valorizzazione degli asset. In questo scenario nessuno, tra gli stakeholders del sistema, può sentirsi estraneo a tali dinamiche, indotte da provvedimenti di legge che, nel generare tensioni economiche e finanziarie al sistema, impongono la strada del rigore.

È per questo che, in questa fase eccezionale, sentendo appieno il peso di questo delicato momento e volendo assumere in toto la responsabilità di guidare la Camera in questo difficile passaggio, ho ritenuto opportuno, e l’ho comunicato alla Giunta, di rinunciare ad ogni mio compenso come Presidente. Con questa decisione intendo, senza alcuna demagogia, conferire il massimo della credibilità e della legittimazione allazione di rivisitazione e riorganizzazione dell’Ente che dovrà necessariamente comportare sacrifici, pur piccoli, a tutte le componenti del sistema.

Sono convinto che, se il Governo vorrà cogliere la sfida, il buon senso e la tutela dell’interesse generale prevarranno, e che, alla fine di questo percorso di riforma, seppure dopo innumerevoli tensioni ed estenuante incertezza, il sistema camerale potrà uscirne, può sembrare assurdo, rafforzato. Rafforzato da una maggiore efficienza, già oggi certamente superiore a qualunque altra amministrazione pubblica, da una migliore governance, da una maggiore focalizzazione su azioni ed obiettivi prioritari, da un rapporto ancora più stretto con le imprese e con il territorio. “Cio che non uccide, fortifica“.

In ogni caso, anche in questa fase di cambiamento e di risorse scarse, la Camera può e deve continuare a svolgere la propria azione a servizio delle imprese e del sistema produttivo della nostra provincia e può farlo grazie al consistente patrimonio di esperienze e professionalità che le persone che lavorano nel sistema, Camera e Aziende Speciali, garantiscono, e grazie al ruolo centrale che le organizzazioni imprenditoriali e le parti sociali hanno nella governance dell’Ente.

Abbiamo insomma la responsabilità di disegnare il futuro, di costruire il nuovo corso della Camera di Commercio di Foggia. E una partita che dobbiamo giocare insieme e vincere uniti.

(A cura di Fabio Porreca, presidente Camera Commercio di Foggia)

(Comunicato stampa, Foggia, 3 settembre 2014)

Redazione Stato

CCIAA Foggia, crisi, Porreca: rinuncio al mio compenso ultima modifica: 2014-09-04T15:25:32+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This