GarganoManfredonia

Gargano: alluvioni a San Marco, 150 sfollati, strade bloccate


Di:

San Marco in Lamis – DA ormai 40 ore piove ininterrottamente a San Marco in Lamis. Un violento nubifragio si è abbattuto sul paese allagando le strade del centro. Circa 150 persone sono state sfollate a scopo precauzionale, accolte nei centri della Protezione Civile. Colpite diverse aziende agricole. Interventi dei vigili del fuoco con pale meccaniche, per il fango, e con le motopompe per l’acqua.

Le strade SS 272 e SP 28 sono chiuse al traffico e anche la strada a scorrimento veloce 693, nel tratto tra Carpino e Cagnano Varano è attualmente chiusa al traffico a causa di uno smottamento. Sul posto sono giunte tutte le squadre dei vigili del fuoco del Comando provinciale (Foggia, San Severo, Rodi Garganico, Deliceto) che da ore stanno prestando soccorso alle popolazioni della zona e ai numerosi automobilisti rimasti bloccati dalle strade ricoperte di fango e detriti portati giù da una frana. Più di 10 sono stati i soccorsi agli automobilisti rimasti bloccati, per uno è stato necessario il trasporto presso il pronto soccorso dell’ospedale di San Severo a causa dello choc e della tensione.

Temporali persistenti anche a San Giovanni Rotondo. Fango e acqua hanno ormai invaso diverse arterie stradali, capannoni e abitazioni private. Disagi anche a Mattinata, Vieste, Peschici e Rodi.
Continua, senza sosta, l’attività di soccorso da parte dei volontari della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e della Polizia Municipale.

Fonte immagine: Notizie Lamis

Redazione Stato

Gargano: alluvioni a San Marco, 150 sfollati, strade bloccate ultima modifica: 2014-09-04T09:26:14+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Gesualdo Gustavo

    Casta di politici e di amministratori imprevidenti ed imprudenti, incompetenti ed incapaci non previene in nessun modo il rischio idrico ed idrogeologico creato dal cambiamento del clima.
    Questi “politici” chiedono lo stato di calamità per le bombe d’acqua.
    Il popolo chiede lo stato di calamità dalla loro inutile e dannosa idiozia, dalla loro inerzia, dal loro immobilismo, dalla loro più che evidente incapacità ed incompetenza politica e amministrativa.


  • un cittadino come tanti.

    sono d’accordissimo con te……. aspettano prima che arriva il danno, e poi fanno .. con queste calamita’ naturali.


  • Angelo

    A PARER MIO UN PLAUSO DOVEROSO VA FATTO AI VOLONTARI DELLA PROTEZIONE CIVILI, VIGILI DEL FUOCO E POLIZIA MUNICIPALE CHE HANNO SAPUTO CON GRANDE CORAGGIO INTERVENIRE SU UNA SITUAZIONE DAVVERO DIFFICILE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This