CapitanataSan Severo
Sabato 2 settembre una violenta tromba d’aria ha devastato parte dell’agro di San Severo

Tromba d’aria a San Severo, richiesta “Calamità naturale”

L’A.C. chiede l’intervento della Regione per accertare lo stato di calamità naturale

Di:

San Severo. Nella giornata di sabato 2 settembre, dalle ore 12,30 alle ore 13,30 circa, nella zona nord ovest di San Severo, e precisamente quella ubicata tra la Contrada di Sant’Antonino da Capo e la Contrada di Sant’Antonino da Piedi, si è abbattuta un’improvvisa e devastante tromba d’aria che ha causato gravi danni ai terreni e alle colture olivicole che sono insediate in quel territorio e che sono documentate – in parte – dalle immagini che si allegano.

Nella giornata odierna, il Vice Sindaco con delega all’Agricoltura Francesco Sderlenga, recependo anche le indicazioni pervenute dal Presidente della competente Commissione Consiliare Armando Bocola e da parte del Consigliere Comunale geom. Antonio Carafa, nonché degli imprenditori agricoli colpiti dalla violenza del fenomeno atmosferico, ha scritto al dott. Pasquale Sollazzo, Dirigente Servizio Provinciale Agricoltura Regione Puglia. Nella lettera il Vice Sindaco, in nome e per conto dell’Amministrazione Comunale di San Severo, ha chiesto un “Sollecito intervento per accertare lo stato di calamità della zona evidenziata al fine di poter quantificare i danni arrecati”.

Redazione Stato Quotidiano.it

Tromba d’aria a San Severo, richiesta “Calamità naturale” ultima modifica: 2017-09-04T17:02:19+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi