Manfredonia
"La situazione di fatto delle aree interessate dal progetto di Edilam dell’11.5.2010 appare ormai irreversibilmente modificata"

Manfredonia. Recupero Complesso Edile Via Palatella, improcedibile il ricorso di Edilma

Relatore il dott. Francesco Cocomile nell’udienza pubblica del giorno 27 settembre 2017


Di:

Bari Manfredonia. ”(…) la situazione di fatto delle aree interessate dal progetto di Edilam dell’11.5.2010 appare ormai irreversibilmente modificata (…)”. Con recente sentenza, il TAR Puglia di Bari – Sezione Terza – definitivamente pronunciandosi, “per sopravvenuto difetto di interesse“, ha dichiarato mprocedibile il ricorso del 2011 proposto da Edilma s.r.l., rappresentata e difesa dall’avvocato Stefano Pio Foglia, contro il Comune di Manfredonia, rappresentato e difeso dall’avvocato Luigi Andrea Ardò, per l’annullamento della delibera di Consiglio comunale n. 18 del 20.4.2011, pubblicata in data 5.5.2011 e comunicata il successivo 9.6.2011, avente ad oggetto “Proposta Programma Integrato di Rigenerazione Urbana per il Recupero del Complesso Edilizio ubicato in Via Palatella angolo via di Porta Pugliese. Determinazioni in esecuzione della sentenza T.A.R. Puglia – Bari n. 499/2011”;
– della nota prot. n. 19835/2010 a firma del Dirigente del VII Settore “Urbanistica ed Edilizia – Ambiente del Comune di Manfredonia datata 4.6.2011 e recapitata il successivo 9.6.2011, attraverso la quale veniva comunicato alla ricorrente che il Consiglio comunale con deliberazione n. 18 del 20.4.2011 aveva “deciso di non accogliere la proposta di Programma Integrato di Rigenerazione Urbana” dalla medesima presentato;
– di tutti gli altri atti presupposti, consequenziali e/o connessi a quelli impugnati, ancorché non conosciuti.

Relatore il dott. Francesco Cocomile nell’udienza pubblica del giorno 27 settembre 2017.

Cosa è riportato nell’atto del Tar
”(…) – il ricorso introduttivo del presente giudizio (notificato in data 30.6.2011) è rivolto avverso la delibera di Consiglio comunale n. 18 del 20.4.2011 avente ad oggetto “Proposta Programma Integrato di Rigenerazione Urbana per il Recupero del Complesso Edilizio ubicato in Via Palatella angolo via di Porta Pugliese”;
– successivamente sono stati approvati – come evidenziato dalla difesa comunale nella memoria del 26.8.2011 – il Documento Programmatico di Rigenerazione Urbana con deliberazione consiliare n. 38 del 4.7.2011 ed il “Piano Integrato di Rigenerazione Urbana “Le acque al centro”: le mura, i mercati, le piazze” con deliberazione di Giunta comunale n. 193 del 5.7.2011;
dette deliberazioni sono state conosciute da parte ricorrente quantomeno a far data dal 26.8.2011 (data del deposito nel corso del presente giudizio);
– le stesse non risultano essere state impugnate dalla società Edilma;
– questi ultimi atti (deliberazione consiliare n. 38 del 4.7.2011 e deliberazione di Giunta comunale n. 193 del 5.7.2011) hanno inglobato integralmente, ampliandola, la porzione di territorio interessata dal programma integrato di rigenerazione urbana prodotto da Edilma s.r.l. con istanza dell’11.5.2010 e rigettata con la gravata deliberazione consiliare n. 18/2011;
– dette circostanze non sono state oggetto di specifica contestazione da parte ricorrente ai sensi dell’art. 64, comma 2 cod. proc. amm.;
pertanto, la situazione di fatto delle aree interessate dal progetto di Edilam dell’11.5.2010 appare ormai irreversibilmente modificata;
– conseguentemente, deve essere dichiarata l’improcedibilità del ricorso per sopravvenuto difetto di interesse”.

focus
FOCUS RECUPERO VIA PALATELLA (31.05.2016)

REDAZIONE STATOQUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

Manfredonia. Recupero Complesso Edile Via Palatella, improcedibile il ricorso di Edilma ultima modifica: 2017-10-04T12:02:14+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
19

Commenti


  • Lettore curioso

    Chi è/ sono i proprietari di quelle decine di case? E’una mia vecchia curiosità mai soddisfatta.


  • sasa

    qualche ricco personaggio locale non potrà costruire e fare soldi.


  • Franco

    Il mistero di pulcinella. Speriamo che si decidano a ristrutturare .


  • Senza dignità.

    I soliti commenti da IDIOTI. VOGLIONO FARE I GAY CON IL SEDERE DEGL’ALTRI. Andate a lavorare vagabond e sfatiet, vergogna di questa città.


  • Ninnella


  • Roberto

    Chi è il proprietario di quel caseggiato?


  • Zi Monaco

    Buttando giù quelle case, verrebbero fuori le mura di Manfredonia e con tutti quei alberi e spazio si potrebbe creare un piccolo parco, una piccola villa.


  • Che peccato

    si caro zi monaco, dove tu ed altri come te potranno andare a pisciare e buttare la propria spazzatura. Come giustamente ha detto SENZA DIGNITA’ IET A FATIE’. Pensate alle corna vostre.


  • Nicola

    si caro zi monaco, dove tu ed altri come te potranno andare a pisciare e buttare la propria spazzatura. Come giustamente ha detto SENZA DIGNITA’ IET A FATIE’. Pensate alle corna vostre.


  • cittadino

    Zi Monaco, ma tu la parola Speculazione Edilizia non la conosci….. uno compra quasi un intero caseggiato per il solo piacere di fare uscire le vecchie mura e fare una villetta….. ma dove vivi, non certo a Manfredonia anche se sei…. Zi Monaco.


  • Il giullare sipontino!!!!!!!!

    AH AH AH MO ATTACCATV AU TRAM!!!!!!!!!AH AH AH


  • Giorgio

    L’IDIOTA È TORNATO. BY CITTADINO O SVOLTA COME TU VUOI


  • antonella

    Sbaglio ma sono postati due commenti uguali con nick diversi? Che tristezza.
    Vedere in quel punto, risorgere le mura della città con tutti gli alberi e magari far nascere un bel giardino con un ottimo parco giochi, é senza dubbio una bella idea molto utile alla città e un buon rimedio alla cementificazione.
    Propongo una petizione popolare che consenta di trasformare quel posto in un parco pubblico che favorisca la libera aggregazione di persone, nonché l’installazione di un parco giochi pubblico per bambini.


  • Zi Monaco

    Testa di manzo…datti un calmata!


  • Le mani sulla città

    Se potessero butterebbero giù anche il castello


  • ezio

    I parchi per i bambini ce ne sono gia tanti senza che nessuno vuole piu partorire.
    Pensiamo al parco per tutti.


  • MINISTRO VIRTUALE DEI BENI CULTURALI

    Abbattere quei tuguri per mostrare le antiche mura di cinta di Manfredonia, ristorare i danni ai proprietari per il reale valore commerciale al massimo 5 mila euro a tugurio.


  • Elio

    Meglio applicare il valore catastale per un sano e giusto esproprio.


  • cittadino

    A riscontro, Giorgio oh Giorgio…. redivivo morto dentro….. ma tu mi segui, visto che in merito non hai detto niente se non le solite stronzate….non è che per caso a questo fatto sei direttamente interessato, insieme ai noti proprietari.
    Se ho azzeccato ti è andata male…. fino a quando non cadranno a pezzi e non scatterà l’urgenza della demolizione, e ci vorranno ancora anni ed anni, e non vedrai concretizzarsi alcun accordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This