Economia

Minervini: “Tagli ai treni a lunga percorrenza, da dicembre rischiano 500 operai”


Di:

Foggia, sindaco Mongelli / assessore Minervini (ST)

Bari – “PER la vertenza dei lavoratori della Servirail è necessario un tavolo nazionale”. L’assessore alle infrastrutture e mobilità Guglielmo Minervini, dopo aver proposto e ottenuto l’approvazione unanime di un ordine del giorno nel Consiglio Regionale della Puglia del 25 ottobre, informa della questione la Commissione infrastrutture della Conferenza delle Regioni. Con una lettera al coordinatore Sergio Vetrella l’assessore ha proposto una specifica discussione perché “oltre i 45 lavoratori pugliesi, ci sono i 60 piemontesi, gli 86 siciliani. Insomma a rischiare il licenziamento dall’11 dicembre sono in 480 a cui si aggiungono i 182 impiegati della Wasteels International e dalle altre società dei servizi di manutenzione”. Sul tavolo con Trenitalia la proposta di ricollocamento o riassorbimento dei lavoratori colpiti dal provvedimento di licenziamento.

Tuttavia spiega Minervini: “Questa vicenda ha sullo sfondo la scelta strategica, che emerge dalla politica di Trenitalia, di ridimensionare i servizi universali sulla lunga percorrenza e assottigliare in particolare tutti i servizi notturni. Treni utili a migliaia di lavoratori, studenti e famiglie. Trenitalia dimostra ancora una volta di essere concentrata solo sui collegamenti ad alta velocità. È lecito chiedersi: che fine farà il servizio universale che garantisce i collegamenti di lunga percorrenza anche nelle zone periferiche e con una debole offerta a mercato? Sarebbe opportuno che di questa questione il Ministro Matteoli informi la Conferenza delle Regioni. Non possiamo continuare a subire passivamente il taglio indiscriminato dei collegamenti a danno dei cittadini”.


Redazione Stato

Minervini: “Tagli ai treni a lunga percorrenza, da dicembre rischiano 500 operai” ultima modifica: 2011-11-04T17:38:41+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This