Manfredonia
"Perchè i dipendenti non sono forniti di cartellino identificativo?"

Manfredonia, parcheggi a pagamento. Lettore “Fare chiarezza su gestione”

Lettera a StatoQuotidiano.it

Di:

Manfredonia. ”BUONASERA Stato Quotidiano,
mi piacerebbe avere dei chiarimenti – dai relativi referenti – in merito alle aree destinate a parcheggio a pagamento, visto il numero sempre minore di parcheggi disponibili (non a pagamento) in zona “centro storico”, e quindi vorrei capire una volta per tutte se chi ha ancora in gestione i parcheggi a pagamento nelle varie zone dislocate in città, è ancora autorizzato ad espletare tale lavoro.

Nel caso di una risposta affermativa vorrei sapere:
1) perchè i dipendenti non sono forniti di cartellino identificativo?
2) quanto riconoscono al Comune di Manfredonia?

Nel caso di una risposta negativa vorrei sapere:
1) Allora si tratterebbe di ipotetici “abusivi autorizzati”?
2) Perchè continuano a rilasciare ricevute (vedi ricevuta allegata rilasciata in largo Baselice il giorno 04/11/2016) se l’appalto non è più in essere e quindi non riconoscono più nulla allo stesso Comune?

Vi ringrazio anticipatamente”.

(Messaggio, Manfredonia 04.11.2016)



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • Il MOV 5 e quelli dell'opposizione dovrebbero...

    …interrogare anche e soprattutto il Sindaco sulla vicenda. E se per caso (sottolineo “per caso”) dovesse saltare fuori che ci sarebbe qualcuno che sta facendo il furbo ai danni dei cittadini, non dovrebbe rispondere dell’illecito (ipotetico) solo chi starebbe esercitando abusivamente un’attività, ma, considerato che l’abuso avverrebbe da tantissimo tempo e alla luce del sole anche in zone centrali, quindi sotto gli occhi di tutti e con la consapevolezza anche di chi amministra Manfredonia da anni, anche questi ultimi dovrebbero essere ritenuti responsabili, perchè, come piaceva sostenere ad una certa parte della sinistra in un passato recente, NON POTEVANO NON SAPERE…

    Fossi stato nel lettore che ha inviato la missiva a Stato Quotidiano, l’avrei inviata anche alla Guardia di Finanza. Giusto per sentire il parere sulla vicenda anche di questa Autorità.


  • svolta

    Certo che se le cose non sono lecite non mi spiego il perché della realizzazione del nuovo parcheggio sul molo accanto agli uffici dell’Autorità Portuale.
    Forse una spiegazione c’è quanto più aree vengono date più soldi entrano e ——-….. a danno dei cittadini che come pecore pagano.
    Sarebbe il caso che l’opposizione facesse un’esposizione sul caso con delle interrogazioni “scritte”.
    Un’altra considerazione se ciò è avvenuto alla luce del giorno…. —————-


  • ANGELO

    MA LA SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE S.ANTONIO RISULTA ANCORA ATTIVA ??? FATE UNA VISURA .


  • Per SVOLTA

    Ma che c’entra il parcheggio vicino alla sede dell’Autorità Portuale?! Quello è un parcheggio pubblico, con linee bianche disegnate a terra. Non mi dire che c’è qualcuno che chiede i soldi del parcheggio anche là?!?! Sarebbe il colmo!


  • Vincenzo

    Con tutto il rispetto degli interventi, sono bravi ragazzi educati, alla mia persona mai un offesa e si guadagnano il pane ,al di la di tutto comunque rilasciano una ricevuta ,poi se la società avrà o non avrà delle inadempienze le potrà giustificare in altra sede .


  • king lion

    Se il è un abusivismo taciturno approvato da chi è di dovere. …..mi compiaccio con questa cooperativa perché oltre all’illecito incasso dei parcheggi riesce anche a fare cassa con le “pubblicità” sulla ricevuta che rilascia. Per quando riguarda il nuovo parcheggio vicino l’autorità portuale : -ha le strisce bianche ed è munito anche degli stessi parcheggiatori Ke nn si capisce quale autorizzazioni abbiano!!!!….e la gente PAGA !!!!


  • Antonio Racioppa

    In questo parcheggio non ho pagato nemmeno un centesimo per la mia sosta.


  • agguerrito

    Adesso vediamo quanto vale l’opposizione in questa città e se non verrà fatta nessuna interrogazione in merito nel prossimo consiglio comunale, beh…. allora avrò la certezza che l’opposizione è davvero collusa con la maggioranza.


  • MANFREDONIA SENZA LEGGE!

    Ma di che cosa meravigliate? Manfredonia è l’unica cittadina costiera della CEE dove colossali quantità di pesce viene venduto in nero e addirittura ci sono decine di venditori abusivi senza licenza e che vendono il pesce sul manto stradale in zone dove ci passano centinaia di pattuglie di vigili capitaneria e guardia di Finanza! Ma di che cosa ci meravigliamo! Viviamo nell’illegalità e senza i minimi controlli sanitari! Oguno fa quel cazzo che gli pare a Manfredonia! Parrebbe che non esisteno Autorità vive! Un vergogna senza fine, un’onta ai pochi cittadini onesti e che rispettono leggi e regola! MA LA MAGISTRATURA ITALIANA NON POTREBBE INTERVENIRE IN QUESTI CASI? METTENDO IN GALERA CHI NON FA IL PROPRIO DOVERE???


  • cittadino indignato

    Perchè nessuno politico…perchè nessuno competente invia una denuncia/esposto dettagliato alla Corte dei Conti al Capo di Stato Maggiore della Finanza, a quello delle Capitaneria di Porto e al Ministro dell’Economia e della Sanità. Quantità enormi di pesce in luogo di entrare nel mercato ittico prendono altre vie e intanto il mercato fallisce e tocca poi ai cittadini ripianare i debiti dovuti alla mancata ricezione del pescato e come mai quasi tutto il pesce e prodotti ittici a Manfredonia viene venduto (tranne rarissimi casi) senza etichettatura, decine di volte abusivamente, senza il rispetto dei minimi dettami sanitari quasi sempre senza rilascio di scontrini fiscali? Forse Manfredonia è una zona franca della Nazione Italia? Forze senza renderlo ufficiale Manfredonia è diventata una frazione di Calcutta (IndiA) o Gibuti (Corno d’Africa)?


  • stufo

    Altro che energas! Manfredonia è ricchissima peccato che tutto navighi nel sommerso del nero più denso che ci sia. La pesca oro è nero di Manfredonia! Se venisse dichiarato ufficialmente tutto il reddito derivante dalla pesca il P.I.L. sipontino quasi raddoppierebbe!


  • king lion

    Hei stufo !!!!…..allora cambia mestiere!!!! DATTI ALLA PESCA !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati