ManfredoniaMonte S. Angelo
La proposta segue le dichiarazioni del Ministro Minniti all'interrogazione presentata dall'onorevole Gaetano Piepoli

“Cacciatori del Gargano”, Monte si candida per sede nuovo reparto

"Abbiamo inviato una missiva al Ministro Minniti e al Ministro Pinotti dando la nostra disponibilità come Comune"


Di:

Monte Sant’Angelo, 04 novembre 2017. L’IMMOBILE dell’Istituto Tecnico Commerciale ‘Giordani’ di via Del Presepe quale sede del nuovo reparto dei “Cacciatori del Gargano” annunciato dal Ministro Minniti. E’ la proposta avanzata dalla Giunta comunale di Monte Sant’Angelo, attraverso una lettera del 30 ottobre 2017 – a firma del sindaco D’Arienzo-, inviata al Ministro dell’Interno e al Ministro della Difesa Roberta Pinotti.

La proposta segue le dichiarazioni del Ministro Minniti all’interrogazione presentata dall’onorevole Gaetano Piepoli il 24 ottobre 2017.

Nella sua interrogazione Piepoli fa riferimento alla strage avvenuta a San Marco in Lamis, nell’agosto 2017, con uccisione di 4 persone: ”manca un vero controllo delle coste garganiche, usate dalla criminalità come vere e proprie basi logistiche per le loro azioni criminose; per questo, ad esempio, l’interrogante” ha ritenuto ”da un lato, necessaria la costruzione di un sistema capillare di telecamere per il controllo di un territorio complesso e difficile come il Gargano, nonché, dall’altro, un’azione volta a rendere permanente l’insieme dei supporti forniti per fronteggiare la criminalità, costituendo, ad esempio, uno specifico corpo di carabinieri, che potrebbero chiamarsi «Cacciatori del Gargano»”.

Nella risposta resa il 25 ottobre Minniti ha ribadito di aver disposto “dal 10 agosto l’invio immediato di più di 200 unità di personale, tra cui 75 unità dei reparti Prevenzione crimine della Polizia di Stato, 84 militari dell’Arma dei carabinieri, parte dei quali appartenenti al raggruppamento Cacciatori di Calabria, 20 unità dei Baschi Verdi della Guardia di finanza e 50 investigatori appartenenti alla Polizia di Stato e all’Arma dei Carabinieri“, aggiungendo come “Il dispositivo di controllo del territorio sarà ulteriormente rafforzato con l’istituzione di una sede del reparto prevenzione e crimine della Polizia di Stato nel comune di San Severo, che ha già messo a disposizione uno stabile garantendo ai reparti necessari lavori di adeguamento. La Puglia potrà, in tal modo, contare su tre reparti prevenzione crimine al pari di quanto già previsto per la Calabria“.

Inoltre “a margine di un incontro avvenuto lo scorso 9 ottobre a Foggia, è stato sottoscritto con la regione Puglia un protocollo d’intesa per la realizzazione di azioni nei settori della legalità e della sicurezza e per il finanziamento di infrastrutture tecnologiche, compresi i sistemi di videosorveglianza, destinate al potenziamento del controllo delle aree della regione Puglia considerate strategiche, tra le quali rientra l’area di sviluppo industriale di Foggia“.

“Dopo aver appreso che il Governo sta valutando la possibile istituzione del nuovo reparto dei ‘Cacciatori del Gargano’ – dicono dalla Giunta comunale di Monte Sant’Angelo a StatoQuotidiano -, abbiamo inviato una missiva al Ministro Minniti e al Ministro Pinotti dando la nostra disponibilità come Comune, ipotizzando quale struttura per il reparto la sede dell’istituto tecnico commerciale, anche in previsione di un accorpamento riguardante le sedi scolastiche nel territorio”.

Redazione StatoQuotidiano.it-Riproduzioneriservata

“Cacciatori del Gargano”, Monte si candida per sede nuovo reparto ultima modifica: 2017-11-04T11:46:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • magari !!!!!! le forze dell’ordine non sono mai troppe!!!!!!! basta non far respirare la malavita!!!!!! bisogna togliere ossigeno e spazio notte e giorno fino ad estirparla !!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi