Capitanata

Delegazione Quimper tra Foggia e Manfredonia. Mongelli: “opportunità di sviluppo”


Di:

Delegazione Quimper in visita al Comune di Foggia (ST)

Foggia – “QUESTA visita istituzionale è la dimostrazione del potenziale insito nel gemellaggio tra le città di Foggia e Quimper che può trasformarsi concretamente in collaborazioni economiche e commerciali”. Lo ha affermato il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli, incontrando la delegazione della Municipalità di Quimper in missione economica nella città. Una visita di quattro giorni che ha portato i delegati in visita nella migliori aziende della nostra provincia e ha permesso loro di incontrare i rappresentanti di strutture economiche di rilievo come l’ASI Foggia, il DARE e il Consorzio Il Tavoliere e l’Università degli Studi di Foggia.


Nello specifico, la delegazione ha incontrato: il presidente dell’ASI Foggia, Franco Mastroluca, e ha visitato l’area industriale di Foggia Incoronata; i rappresentanti del Comune di Manfredonia e ha visitato l’area portuale, il mercato ittico e due impianti di acquacultura; il preside della Facoltà di Agraria, Agostino Sevi, e il direttore del DARE, Gianluca Nardone, che hanno accompagnato la delegazione in visita ai laboratori della facoltà e del centro BioAgroMed; i rappresentanti del Consorzio Il Tavoliere della Camera di Commercio di Foggia; la senatrice Colomba Mongiello che ha accompagnato la delegazione in una visita alla cooperativa Santo Stefano di Cerignola e alcune aziende locali dell’agro cerignolano; il sindaco di Ortanova, Iaia Calvio, e alcune aziende locali della zona.

Come spiegato dall’assessore allo Sviluppo Economico di Quimper, Marc Andro, “l’evoluzione del naturale del nostro rapporto inizierà con un primo scambio di studenti universitari, per poter scambiare le reciproche esperienze di studio e apprendimento. Poi avvieremo un primo scambio commerciale per un confronto sulle nostre rispettive produzioni, e infine valuteremo la possibilità di presentare insieme dei progetti di sviluppo territoriale per accedere ai finanziamenti europei per le collaborazioni transnazionali. I presupposti ci sono tutti e questa visita ha rafforzato in noi il convincimento di quanto questo gemellaggio possa rappresentare un reale possibilità di sviluppo economico per le nostre comunità”.

Il gemellaggio tra la Città di Foggia e la Municipalità di Quimper nasce, informalmente, nel febbraio del 2010. Aderendo al programma comunitario “Citizenship”, il Comune di Foggia avviò i primi contatti con i referenti del Comitato di Gemellaggio (associazione indipendente ma finanziata dalla Municipalità), a cui seguì una prima visita ufficiale di una delegazione istituzionale ai primi di settembre del 2010. Successivamente, ad aprile del 2011, dopo aver intensificato i contatti, una delegazione del Comune di Foggia è stata ospitata nella città di Quimper, periodo nel quale si sono constatate le potenzialità economiche e culturali del gemellaggio, firmato nella stessa cittadina francese il 21 luglio 2011.


Note sulla Municipalità di Quimper e Quimper Communauté.
Capitale del dipartimento di Finisterre, nella regione della Bretagna, Quimper (63.929 abitanti) è una delle più antiche città di Francia. Sorta sulla confluenza dei fiumi Odet e Steir, è considerata da sempre la capitale tradizionale della Cornovaglia francese. La città, inoltre, è il capoluogo della struttura intercomunale di Quimper Communauté, che comprende i comuni di Locronan, Pluguffan, Plomelin, Plogonnec, Ploméis, Guengat e Ergué-Gabéric.

Situata al centro del secondo distretto agroalimentare europeo, Quimper si è caratterizzata negli anni come polo dei servizi per l’intero distretto economico, implementando le attività attraverso l’Agenzia di Sviluppo Economico (struttura comunale presieduta dall’assessore al ramo) e due incubatori di impresa. Inoltre, nella zona produttiva sono stati facilitati insediamenti industriali delle più note aziende agroalimentari di Francia, tra cui il secondo produttore al mondo di prodotti alimentari confezionati Ducis.

Particolare menzione merita la filiera della pesca. Il dipartimento di Quimper affaccia direttamente sull’oceano Atlantico, posizione questa che ha permesso nel tempo lo sviluppo di uno dei più importanti poli di trasformazione del pescato d’Europa, sostenuto dalla realizzazione di importanti innovazione tecnologiche dei processi produttivi che hanno reso le aziende della zone le più affermate nella lavorazione del salmone e del tonno a livello internazionale. Rilevante è il caso della piccola cittadina di Guilvinec, distante pochi chilometri da Quimpe. Abitata da poco più di tremila abitanti, di cui circa duemila impegnati nella filiera del pesce, la città è sede del più importante porto di pesca artigianale di Francia. Parallelamente, il mercato ittico locale, tra i più all’avanguardia d’Europa, gestito direttamente dalla cooperativa di pescatori della città e partecipato dall’amministrazione comunale, è diventato tanto punto di vendita del pescato quanto luogo di lavorazione di semilavorati poi smistati in tutta Europa. Il giro di affari settimanale è stimato in poco più di 500mila euro. Il mercato ittico ospita anche un museo interattivo della pesca gestito dalla cooperativa Heliotica.

Settori tradizionali dell’economia locale sono il tessile, che vede nella Armor Lux l’eccellenza della produzione di abbigliamento per il mare, e la produzione di ceramiche e maioliche note in tutto il mondo. A livello culturale, Quimper è la più importante città della Bretagna, custode della lingua bretone e delle tradizioni popolari del passato. Ogni anno, nel mese di luglio, è sede di uno dei più importanti festival di musica folk e celtica, che richiama decine di migliaia di persone da tutto il mondo. La manifestazione, conosciuta come Festival di Cornovaglia, è arrivata alla sua 81esima edizione. Tra i monumenti presenti, Quimper è sede di una delle più importanti cattedrali gotiche di Francia, mentre il dipartimento è conosciuto per la presenza di antichi menhir e calvari risalenti ai primi insediamenti cattolici.

Quimper è sede dell’Institut universitaire de technologie (Istituto universitario di tecnologia) collegato all’Università della Bretagna Occidentale di Brest. Sindaco della città è Bernard Poignant, eletto per la seconda volta nel 2008 (la prima fu nel 1998) come candidato del Partito Socialista Francese. Deputato europeo del PSF dal 1999, è il presidente del gruppo socialista francese al Parlamento Europeo, oltre che responsabile delle relazioni con il sud est asiatico dell’UE e membro della Commissione Pesca. Dal 1998 è segretario generale dell’Associazione dei Sindaci Francesi. E’ altresì presidente di Quimper Communauté.

La composizione della delegazione francese: Marc Andro, Assessore al Personale della Municipalità di Quimper e Vice presidente e assessore allo sviluppo economico, al turismo e al territorio della Comunità di Quimper (Ente simile alla Provincia che raccoglie i comuni di un determinato agglomerato urbano).

Piero Rainero, assessore all’Internazionalizzazione della Municipalità di Quimper; Pierre Donnars Consigliere comunale, membro della commissione Finanze della Municipalità di Quimper; Laurent Bruchon Direttore dell’Agenzia per lo sviluppo di Quimper-Cornovaglia. Frederic Herve direttore dell’Istituto universitario della tecnologia di Quimper; MarieFrance Sausseareau Presidente del Comitato di Gemellaggio Quimper – Foggia


VIDEO QUIMPER



Redazione Stato@riproduzione riservata

Delegazione Quimper tra Foggia e Manfredonia. Mongelli: “opportunità di sviluppo” ultima modifica: 2011-12-04T16:23:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi