Cultura

L’ultimo libro – Z. Zivkovic, 2007


Di:

Zoran Zivkovic (ST - Ph: official.website)

Bologna – NON è raro trovare libri che parlano di libri. Gli esempi si sprecano, ma ne basta uno per tutti: Il nome della rosa, straordinario romanzo di Umberto Eco e best seller mondiale. È proprio al libro di Eco che s’ispira lo scrittore serbo Zoran Zivkovic in questo suo giallo che ha i numeri giusti per piacere ad un pubblico vasto. Il nome della rosa è più volte citato e in qualche modo celebrato nel testo, un omaggio sincero e meritato. La trama de “L’ultimo libro” si rifà al plot di Eco, anche qui sembra esserci un libro dietro alcune inspiegabili morti e la soluzione del caso riserva un colpo di scena degno di tale maestro.


LA TRAMA.
Alla libreria “Il Papiro”, specializzata in letteratura alta, muore un anziano. Le cause del decesso sono ignote, anche dopo l’autopsia. In breve tempo si succedono altre misteriose morti, sempre nella stessa libreria e con identiche modalità. Incaricato del caso l’ispettore Dejan Lukic, che subito stringe una profonda amicizia e collaborazione con una delle titolari del negozio, Vera Gavrilovic. La libreria è sempre stata frequentata da alcuni personaggi bizzarri, e a seguito delle morti comincia a circolare la voce della presenza di un fantomatico “ultimo libro”, dietro al quale ci sarebbe una misteriosa organizzazione di fanatici. Ma cos’è esattamente l’ultimo libro? E riuscirà l’ispettore Lukic a risolvere l’enigma di quelle morti inspiegabili?

ANALISI. Zoran Zivkovic non è uno scrittore alle prime armi, e si vede. Maneggia con cura il materiale che ha a disposizione creando un’ottima suspense, personaggi accattivanti, un’ambientazione insolita e un ritmo narrativo piacevole. “L’ultimo libro” è un giallo colto e raffinato. Un ispettore laureato in letteratura non è cosa di tutti i giorni, così come un giallo ambientato tra i libri. Secondo alcuni la soluzione finale sarebbe ancora più ingegnosa del modello “Il nome della rosa”, in pratica l’allievo avrebbe superato il maestro. Non è così: pur riconoscendo al romanzo i meriti evidenziati in precedenza, il finale è da ritenersi la parte meno convincente perché risulta troppo cervellotico. Il romanzo di Eco ha, al contrario, uno sviluppo e una soluzione lineari, non dà mai l’impressione di andare a cercare le risposte al di fuori di quello che è contenuto nel libro stesso. Zivkovic, forse, ha voluto stupirci con effetti speciali, spingendo il proprio limite un po’ più in là.

L’AUTORE. Zoran Zivkovic è nato nel 1948 a Belgrado dove vive con la moglie e i due figli gemelli. Ha compiuto studi di filologia e teoria della letteratura all’università della sua città dove, dal 2007, tiene corsi di scrittura creativa. Ha pubblicato diciotto volumi di narrativa e cinque di saggistica, con i quali ha vinto numerosi premi, in patria e all’estero. Le sue opere sono tradotte in molti Paesi. Il suo blog è zoranzivkovic.wordpress.com. Questo il sito ufficiale.


Il giudizio di Carmine


Zoran Zivkovic
L’ultimo libro
2007, Tea
Valutazione: 3½/5

L’ultimo libro – Z. Zivkovic, 2007 ultima modifica: 2011-12-04T19:15:48+00:00 da Carmine Totaro



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi