Lavoro

Editoria pugliese in crisi – Odg unanime in Regione

Di:

Giornalismo e scrittura (media.panorama.it)

Attività giornalistica (media.panorama.it)

Bari – IL Consiglio regionale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno proposto dall’Ufficio di Presidenza sulla difficilissima condizione in cui versa il sistema regionale della stampa quotidiana e radiotelevisiva, caratterizzata dalla scomparsa di testate storiche, con la conseguenza di perdita del posto di lavoro per giornalisti e personale tecnico–amministrativo delle società editrici. Facendo seguito alle numerose denunce che il Presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna ha ripetutamente sottoposto all’Aula in qualità di referente nazionale per la comunicazione della Conferenza dei Presidenti dei Parlamenti Regionali, riguardo i problemi di sopravvivenza lamentati dalle aziende editrici del Mezzogiorno ed associandosi agli appelli della FNSI, l’organizzazione sindacale dei giornalisti, l’ordine del giorno invita il Governo nazionale a farsi interprete presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri delle gravi criticità dell’editoria meridionale, settore chiave per la democrazia, l’informazione ed il pluralismo. Invita, altresì, ad intervenire a difesa dell’editoria del Mezzogiorno per assicurare l’erogazione di finanziamenti pubblici indispensabili per la sopravvivenza di “voci locali che da anni rappresentano un presidio irrinunciabile di pluralismo per l’informazione”.

Infine, l’ordine del giorno fa riferimento alla situazione del quotidiano “Bari Sera”, posto nelle condizioni di sospendere la pubblicazione cartacea per la mancata erogazione delle provvidenze dal Dipartimento per l’Editoria presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il capogruppo dell’UDC Salvatore Negro ha segnalato che realtà editoriali salentine (Paese Nuovo, Canale 8, Tg Norba Salento, Atv e redazione Salento di Studio 100) vivono preoccupanti situazioni di crisi.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi