Sport

New Mater sale, lungo tie-break vincente

Di:

New Mater (ST@)

Bari – LA nona giornata del massimo campionato di pallavolo maschile trova protagonista anche nei numeri la formazione di Flavio Gulinelli che segna la gara più lunga di giornata, unica finita al tie break, con due ore e quindici minuti. Più dilatato di tutti anche il terzo set fra Castellana Grotte e Latina, durato 32 minuti. Ma Casoli e compagni si elevano nelle statistiche di giornata anche per il massimo numero di punti conquistati, 78, a soli 5 punti dal record stagionale di Trento ottenuto alla settima.

Ma è stato senz’altro il muro il fondamentale principe della nona giornata; i 20 punti nel fondamentale presi dalla New Mater sono infatti il massimo assoluto sinora ottenuto in stagione così come gli 8 di Viktor Yosifov pongono il bulgaro in testa alla speciale graduatoria e di giornata e stagionale, insieme a Podrascanin della Lube, che ne aveva infilati lo stesso numero alla 4^ giornata. Il serbo della Lube è in testa peraltro alla classifica generale dei muri con 33 punti, seguito proprio dal gialloblù Yosifov con 31, in coabitazione con Semenzato di Perugia; da sottolineare che nei top 20 dei migliori blocker sono presenti anche Enrico Cester, 16 raggiunti con i 6 di domenica scorsa al quattordicesimo posto, e Marco Falaschi, unico palleggiatore presente nei primi venticinque, diciottesimo con 15 muri.

Sempre nei top individuali relativo alla nona giornata, l’Mvp di Castellana – Latina sottoscrive, in buona compagnia, il maggior numero di ace messi a segno, 4, con Cisolla (nello stesso match), Kazisky e Juantorena, mentre Giulio Sabbi firma il maggior numero di punti individuali, 25, insieme a Celitans (MO). L’opposto romano si issa così al quinto posto assoluto fra i bomber del campionato e primo fra gli italiani, con 143 punti; lo precedono Sokolov (CN) 180, Klapwijk (VV) 166, Celitans (MO) 156 e Petric (PG) 146. Bcc Nep sistemata in alto anche nello score delle ricezioni perfette, 218, che la pongono al secondo posto assoluto dietro Perugia, 225, con Casoli e Paparoni nei top 20 del fondamentale.

Numeri che appaiono in crescita così come tutta la formazione allenata da coach Gulinelli che nelle parole del dopo Latina non si accontenta: “Devo dire che attendevo anche un risultato più rotondo con Latina; nel terzo set con le riserve in campo eravamo quali riusciti a riprenderli dopo aver iniziato male. Poi siamo andati sotto pressione ricominciando a commettere i nostri soliti errori. Per fortuna la squadra anche grazie ai giocatori più esperti non ha mollato, credo che non abbiamo rubato nulla, anzi faccio i complimenti a Latina che ha dimostrato qui, seppur in difficoltà di meritare l’attuale posizione in classifica. Noi dobbiamo continuare su questa strada perchè pensiamo che la nostra classifica non debba essere questa e sia con Ravenna che in casa con San Giustino cercheremo una fine di anno che ci permetta, a dispetto dei risultati degli altri, una posizione di classifica che credo ci meritiamo.”

VIDEO






Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi