Lavoro

Vertenza Benzinai, confermato sciopero per 12 e 13 dicembre

Di:

Manifestazione benzinai Roma (st)

Roma – AL termine dell’incontro tenuto con il sottosegretario De Vincenti, le Organizzazioni di categoria dei gestori -Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio- hanno confermato lo sciopero nazionale dei gestori già proclamato per il 12 e 13 dicembre prossimi, sia su rete ordinaria che autostradale.

Abbiamo illustrato tutte le ragioni che ci hanno indotto alla proclamazione di una tale forma di protesta estrema -si legge in una nota congiunta delle tre Federazioni di categoria- alla quale siamo costretti da un comportamento dell’industria petrolifera nel suo complesso che continua a negare anche il più elementare rispetto delle norme che regolano il settore. Il sottosegretario De Vincenti ha mostrato, al solito, la più alta attenzione alle questioni poste -prosegue la nota- mostrando piena comprensione per la posizione che i rappresentanti dei gestori hanno confermato nella sua asprezza: nessuna possibilità di mediazione è possibile senza che le compagnie petrolifere interrompano comportamenti lesivi delle norme, dei diritti e dei margini economici dei gestori.

Ed è proprio su quest’ultimo aspetto che si è concentrata la richiesta dei gestori, stretti ormai drammaticamente tra un calo generalizzato dei consumi e le pretese dei petrolieri. Nella prossima riunione, già convocata per il 10 dicembre prossimo, i gestori non potranno che valutare – conclude la nota di Faib, Fegica e Figisc- quanto il Governo avrà saputo mettere in gioco per costringere le petrolifere ad ottemperare ai loro impegni verso la legge ed una intera categoria di lavoratori ormai allo stremo.

“Un esito negativo porterebbe con se non solo la conferma dello sciopero proclamato, ma anche quella di ulteriori iniziative di protesta collocate a ridosso delle festività natalizie”.

BENZINA: SCIOPERO CONFERMATO, IL 10 NUOVO INCONTRO. Lo sciopero dei benzinai è confermato per il 12 e 13 dicembre. Lo hanno annunciato i rappresentanti delle tre sigle al termine dell’incontro al ministero dello Sviluppo. E’ prevista una nuova riunione per lunedì 10. Per il Codacons il Governo farebbe bene a convocare per il 10 icembre anche i rappresentanti dei consumatori e delle compagnie petrolifere. Occorre, infatti, che tutti i soggetti in campo siedano attorno ad un tavolo, considerato che quel poco finora fatto e proposto dal Governo non soddisfa nessuno. Se invece il Governo non vuole applicare il metodo della concertazione farebbe bene a sentire solo i rappresentanti dei consumatori, dato che rappresentano gli interessi degli automobilisti, ossia della stragrande maggioranza degli italiani.

Il Codacons apprezza che dall’incontro di ieri con il Garante scioperi sia emersa la volontà di garantire i servizi minimi. In ogni caso, se l’astensione sarà confermata, l’associazione vigilerà sul rispetto della deliberazione n. 01/94 del 19.07.2001, verificando se sulla rete urbana ed extraurbana saranno in servizio un numero di stazioni di rifornimento non inferiore al 50% di quelle aperte nei giorni festivi e almeno una stazione ogni cento chilometri sulla rete autostradale.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi