Stato prima
"Una violenza cieca e barbara che ha colpito giovani nostri concittadini "

Altamura, esplosione sala giochi, Sindaco: sgomento

"Una violenza cieca e barbara che ha colpito giovani nostri concittadini."

Di:

Altamura – ”DOPO il vile gesto criminoso che si è consumato nella giornata di oggi l’Amministrazione Comunale esprime sgomento e indignazione ed invita il Prefetto e le Istituzioni nazionali e regionali a dare una risposta forte alla comunità, oggi smarrita ed impaurita. Una violenza cieca e barbara che ha colpito giovani nostri concittadini. Una barbarie che merita un’altrettanta risposta ferma e dura da parte dello Stato. Uno Stato finalmente vicino alla nostra comunità”. E’ quanto riporta il Comune di Altamura in una nota stampa.

”Abbiamo più volte chiesto maggiore presenza di Forze dell’Ordine ma non arrivate. Abbiamo più volte interpellato il Prefetto denunciando lo stato di pericolo e di un generale e diffuso sentimento di insicurezza avvertito dalla nostra comunità che non accenna a stemperarsi. Necessaria allora una sinergia tra le Istituzioni che porti finalmente a riappropriarsi di quelle zone grigie dove si insinua la criminalità e l’antistato.

Il Sindaco Stacca ha partecipato nella mattinata di oggi al vertice del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza convocato dal Prefetto Antonio Nunziante e ha rappresentato le necessità della Città di Altamura ed il bisogno di sicurezza e di presenza dello Stato, ma anche ribadito la necessità di implementare l’organico delle Forze dell’ordine che lavorano allo stremo delle forze per garantire legalità e sicurezza.

L’Amministrazione Comunale è vicina alle famiglie dei giovani coinvolti ma ritiene ora non più procrastinabile una profonda riflessione su cosa sia oggi la democrazia, la sicurezza, la libertà e il ruolo che deve avere oggi lo Stato. Uno Stato democratico deve attuare tutte le politiche necessarie per difendere i propri cittadini, promuovere la solidità di una comunità e preservarne le sue radici. Diventa allora essenziale e necessario finalmente rispondere alle nostre richieste di uomini, mezzi, interazione tra Istituzioni e se necessario anche con un potenziamento dei presidi sul territorio”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi