Foggia
"Sono tante, troppe, le omissioni nei controlli e così è costantemente violata"

“Foggia, l’isola pedonale che non c’è”

"Ci sono poi i problemi irrisolti, nonostante le innumerevoli e contraddittorie ordinanze"

Di:

Foggia – ” E’ solo questione di tempo ma, prima o poi, il Sindaco dovrà rispondere in Consiglio Comunale della estensione dell’isola pedonale, un’isola che non c’è.

Sono tante, troppe, le omissioni nei controlli e così l’isola pedonale è costantemente violata, in barba alla segnaletica, da autocarri per operazioni di carico e scarico che avvengono a tutte le ore e in ambedue le zone dell’isola pedonale. Capita spesso, purtroppo e sempre in violazione della segnaletica, di doversi scansare per lasciar passare veicoli delle forze dell’ordine in servizio di pattuglia che usano le isole pedonali come scorciatoie per spostarsi da una parte all’altra del centro città. Che dire poi della zona pedonale di piazza Cesare Battisti, costantemente violata in totale impunità, da mezzi, pubblici e privati, che percorrono contromano vico al Piano per attraversare la piazza o per posteggiare a fianco del teatro Giordano. Mai abbiamo visto un’isola pedonale più trafficata di questa.

Ci sono poi i problemi irrisolti, nonostante le innumerevoli e contraddittorie ordinanze, di intasamento del traffico causati dall’imbuto di via Diomede, via peraltro bisognosa di urgenti interventi di ripristino del manto stradale nel tratto che costeggia il palazzo appena costruito, e dal mancato funzionamento dei semafori, in particolare quello posto tra piazza Cavour e via Torelli, altro punto critico come si è evidenziato in occasione della potatura degli alberi.
I problemi al traffico sono ben noti al Sindaco tant’è che, con una ulteriore ordinanza, dispose il cambio dei sensi di marcia di via Barra e via Trieste. L’indecisione amministrativa, se ve ne era bisogno, nel definire gli assetti della circolazione stradale è testimoniata dal fatto che i cambiamenti sono rimandati a quando sarà sistemata la segnaletica stradale. Una cosa mai vista o sentita

Si può riprendere il confronto sulla viabilità del centro città, sull’Isola Pedonale, partendo dalle proposte fatte dal WWF, proposte che vanno integrate con un piano per la mobilità sostenibile che punti a far diminuire la pressione del traffico privato sul centro spostando l’utenza verso la fruizione dei mezzi pubblici con posteggi di scambio e Park and Ride. Un primo servizio si può iniziare utilizzando il parcheggio comunale, inutilizzato e in stato di abbandono, di viale Fortore. Un aiuto alla diminuzione dell’uso delle auto per raggiungere il centro può venire anche dalla piena attuazione del piano della sosta tariffata che prevedeva, tra le altre incompiute, anche la predisposizione di stalli per la sosta dei motocicli e delle biciclette. Per chi ha una memoria corta ricordiamo la dichiarazione di ATAF che si impegnava alla sistemazione di 100 posteggi per biciclette con rastrelliere modello Foggia.

Una cosa è certa: la vicenda dell’estensione dell’isola Pedonale ha evidenziato le carenze del corpo di Polizia Municipale. Un corpo demotivato anche per le vicende legate alle assunzioni a orario ridotto, vicende che hanno generato un contenzioso giudiziario, da parte degli agenti, per vedere riconosciuti i loro diritti, vicende che hanno generato una mole di debiti fuori bilancio facilmente evitabili. Verso il corpo della Polizia Municipale servono altre sensibilità che non portino solo alla dotazione di armi da fuoco al corpo, mentre la dotazione di bastoni allungabili è di la da venire perché non sono armi di cui il corpo può dotarsi, o spray al peperoncino. Serve dare seguito a quella parte della legge regionale che prevede corsi di formazione e aggiornamento professionale oltre all’applicazione dell’articolo 17 della legge 37/2011 che riserva una quota di alloggi pubblici (le case popolari) al personale dei corpi di polizia locale.

(Foggia 05 febbraio 2015, a cura di Vincenzo Rizzo Consigliere Comunale, Marcello Sciagura Consigliere Comunale e Giorgio Cislaghi segretario PRC di Foggia)

FOTOGALLERY

Redazione Stato@riproduzioneriservata

“Foggia, l’isola pedonale che non c’è” ultima modifica: 2015-03-05T13:08:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi