Foggia
Pesante K.O. per il Foggia, il derby va all’Andria

Foggia, scoppola con la Fidelis: 0 – 3 ad Andria

Al “Degli Ulivi”, i rossoneri crollano al cospetto della Fidelis, che si impone per 3-0, guidata dall’ex di turno Bollino


Di:

Foggia. Pesante K.O. per il Foggia, il derby va all’Andria. Al “Degli Ulivi”, i rossoneri crollano al cospetto della Fidelis, che si impone per 3-0, guidata dall’ex di turno Bollino (autore di un gol ed un assist); non basta ai Satanelli un buon primo tempo, De Zerbi ed i suoi cedono di schianto nella ripresa.

Mister D’Angelo schiera i suoi con un 3-4-3, in cui il tridente è composto proprio da Mauro Bollino e Onescu a sostegno del numero 9 De Vena; modulo innovativo per De Zerbi, un 4-1-4-1 in cui Coletti agisce da schermo davanti alla difesa, mentre Arcidiacono, Gerbo, Agnelli e Sarno agiscono alle spalle dell’unica punta Iemmello. Il Foggia spinge dai primi secondi del match, subito un’offensiva durante la quale Agnelli crossa al centro, trovando la pronta respinta con i pugni di Poluzzi; al 3’, punizione dal vertice destro dell’area battuta da Sarno, ancora un intervento di Poluzzi è decisivo, pallone allontanato. La Fidelis prova a prendere il comando delle operazioni, gli ospiti sono più incisivi in zona d’attacco, al 19’ Sarno tenta il cross dalla destra, Poluzzi allontana, sfera sui piedi di Arcidiacono, il cui tiro a botta sicura è respinto da Paterni in scivolata; sul ribaltamento di fronte, Bollino trova Cortellini, che conclude alto da pochi passi. Grossa opportunità per i rossoneri al 23’: Sarno riceve in area, porta via due uomini e serve l’accorrente Angelo, sulla cui conclusione ravvicinata è bravo ad intervenire Poluzzi, che si rifugia in corner. La Fidelis è viva e lo dimostra passando in vantaggio al minuto 31: Bollino ruba palla a Coletti a centrocampo, apre il contropiede servendo De Vena, che crossa dalla sinistra e pesca nuovamente Bollino, che di testa batte Micale, mandando in delirio il pubblico del “Degli Ulivi”; via la maglia per l’esultanza sotto la curva, l’ex rossonero rimedia il giallo. Piove sul bagnato per De Zerbi, che al 35’ perde Lanzaro per infortunio, sostituendolo con Loiacono. La prima frazione termina senza ulteriori sussulti.

Cambio quasi “punitivo” in avvio di ripresa, De Zerbi inserisce Vacca per Coletti, apparso obiettivamente non al meglio. Al 50’ Foggia vicino al pari: punizione di Sarno dalla trequarti, tiro deviato da Gerbo, che involontariamente serve Iemmello, il cui colpo di testa termina alto non di molto. Ancora Bollino è il più pericoloso dei suoi: minuto 57, lancio lungo in area rossonera, Tartaglia di testa serve l’ex-Foggia, la cui conclusione ravvicinata è centrale, diventando preda facile per Micale. Al 63’ rossoneri pericolosi, traversone di Gerbo dalla sinistra, Iemmello anticipa Stendardo ma mette la palla a lato. La Fidelis Andria affida la propria iniziativa offensiva alle ripartenze, trovando il raddoppio al 73’ proprio da contropiede: palla recuperata da Cianci sulla propria trequarti, apertura per Bollino, che alza di prima per Bisoli, quest’ultimo controlla e calcia dal limite, conclusione imprendibile per Micale, 2-0 per i federiciani. I Satanelli accusano il colpo, concedendo anche la terza rete ai padroni di casa al 78’, con Cianci che scatta sulla trequarti, resiste al ritorno di Loiacono, piazzando il pallone nell’angolino lontano dopo aver messo a sedere Micale. Ospiti in caduta libera, Sarno prova il jolly dalla distanza all’84’, ma la conclusione a giro termina alta non di molto. Il finale è un lungo e noioso incedere verso il triplice fischio, che puntuale arriva al 94’, ponendo fine all’agonia del Foggia.

TABELLINO
FIDELIS ANDRIA:(3-4-3) Poluzzi; Tartaglia, Stendardo, Aya; Cortellini, Piccinni (dall’85’ Alhassan), Bisoli, Paterni; Bollino (dal 77’ Strambelli), Onescu, De Vena (dal 64’Cianci). A disp.: Cilli, Bangoura, Matera, Capellini, Fissore. All.: D’Angelo.
FOGGIA: (4-1-4-1) Micale; Angelo, Lanzaro (dal 35’ Loiacono), Gigliotti, Di Chiara; Coletti (dal 46’ Vacca); Sarno, Agnelli, Gerbo, Arcidiacono (dal 62’ Chiricò); Iemmello. A disp.: De Gennaro, Bencivenga, Quinto, Lodesani, Floriano, Riverola, Agostinone, Lauriola. All.: De Zerbi.
Arbitro: sig. Mainardi di Bergamo.
MARCATORI: 31’ Bollino (A), 73’Bisoli (A), 78’ Cianci (A).
AMMONITI: Bollino (A); Gigliotti, Vacca (F). – ANGOLI: 4-2 per il Foggia. – RECUPERI: 2’ p.t.; 4’s.t..

(A cura di Salvatore Fratello, salvatore.fratello@outlook.com)

Foggia, scoppola con la Fidelis: 0 – 3 ad Andria ultima modifica: 2016-03-05T17:49:08+00:00 da Salvatore Fratello



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi