Manfredonia
"Il motto della scuola di Don Milani è 'I care', ovvero mi riguarda, mi sta a cuore, mi prendo cura"

Raccolta differenziata, incontro Ase Manfredonia con alunni De Sanctis – Giordani

Gli alunni come paladini ed ambasciatori dell'ecologia e del senso civico di ‪#‎Manfredonia‬, perché il futuro è già oggi ed inizia (anche) dal nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta ‪#‎differenziamoci

Di:

Manfredonia. “Il motto della scuola di Don Milani è ‘I care’, ovvero mi riguarda, mi sta a cuore, mi prendo cura“. Partendo da questo spunto pedagogico, che deve essere anche uno stimolo per gli adulti, questa mattina l’Amministrazione Unico di ‪#‎ASE‬ Francesco De Feudis ha avuto modo di spiegare il valore e l’importanza della raccolta differenziata agli alunni delle classi 3^ dell’Istituto Comprensivo “De Sanctis-Giordani”. Il completamento di un percorso didattico che i ragazzi hanno compiuto durante l’anno scolastico e culminato con l’analisi dell’enciclica papale “LAUDATO SI” e la ‪#‎settimanasantadelleducazione‬. Dall’incontro odierno sono risaltati l’entusiasmo e la voglia di impegnarsi dei giovani cittadini per un futuro migliore, soprattutto dal punto di vista della qualità della vita. Gli alunni come paladini ed ambasciatori dell’ecologia e del senso civico di ‪#‎Manfredonia‬, perché il futuro è già oggi ed inizia (anche) dal nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta ‪#‎differenziamoci.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Dino

    L’incontro deve essere esteso a tutti i bambini della scuola e delle scuole. E’ il primo step di sensibilizzazione verso la cittadinanza. Mi raccomando è uno step importante per una buona riuscita del progetto. Tutte le scuole.


  • CROCE & Delizia

    Bisognerebbe farlo in tutte le scuole primarie a partire da quelle dell’infanzia, perchè i bambini sono il nostro futuro e quello che non viene fatto a casa è bene che la scuola glielo spieghi anche giocando, in modo che siano loro a farlo capire a quegli ottusi dei loro genitori che spesso si limitano solo a fare polemica e a dare il cattivo esempio ai bambini.


  • antonella

    È la prima iniziativa degna di nota,al di là della metodica imposta,se si sensibilizza quanti piu possibile, e si educano i bambini a differenziare si è gia a metà dell’ opera. Educare al rispetto ambientale alla conservazione del patrimonio, alla consapevolezza dei danni ambientali che si producono, è importante per preservare il poco che è rimasto, prima che diventi troppo tardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi