ManfredoniaPolitica
I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle presentano una mozione per chiedere ad Emiliano di schierarsi contro la libera professione per i medici del Sistema Sanitario Nazionale

Sanità, mozione M5S: “Abolire l’intramoenia, i medici scelgano pubblico o privato”

La libera professione intramoenia rappresenta una forma di finanziamento delle ASL e delle Aziende Ospedaliere Universitarie

Di:

Roma. “L’attività professionale di intramoenia così come di extramoenia esercitata dei medici del SSN è oramai una palese stortura prevista dal nostro ordinamento – dichiarano i consiglieri Mario Conca e Marco Galante, componenti della commissione sanità – che costituisce non solo una forma di evidente conflitto di interessi e quindi di rischio speculativo da parte dei sanitari, ma contribuisce direttamente all’allungamento delle liste d’attesa e quindi ad inquinare una delle basi fondanti del nostro sistema sanitario, ovvero il principio di appropriatezza. Questi meccanismi definiscono una visione di sanità che include il “profitto” offendendo quindi i principi di equità e solidarietà che hanno ispirato il Servizio Sanitario Nazionale, fino a compromettere il rapporto di fiducia e di stima che si deve stabilire tra chi ha bisogno di cure e il suo medico.” I pentastellati ricordano come già la Conferenza Stato Regioni del 14 Febbraio 2002 considerava che “il criterio dell’appropriatezza e quindi anche l’erogazione delle prestazioni entro tempi appropriati alle necessità di cura degli assistiti rappresenta una componente strutturale dei Livelli Essenziali di Assistenza.”

La libera professione intramoenia rappresenta una forma di finanziamento delle ASL e delle Aziende Ospedaliere Universitarie che ammonta a circa un miliardo di euro all’anno e, secondo i consiglieri pentastellati, anche in tal senso si evidenzia un consistente rischio di conflitto di interessi. “Con la presenza nello stesso stabilimento di pubblico e privato accreditato e/o convenzionato si attua una vera e propria discriminazione per reddito – dichiarano i cinquestelle, che proseguono – che si pone in contrasto con il diritto alla salute sancito dalla carta costituzionale. Questo si configura, tra i tanti casi noti, nell’episodio spesso segnalato dagli utenti: quando un cittadino ha necessità di diagnosi e cure (ad esempio una Tac), capita assai spesso che si senta dire «l’appuntamento sarebbe tra sei mesi, ma si può fare anche oggi pomeriggio, sempre qui in ospedale, se lei paga».”

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • Indignato

    A mio avviso l’attività intramoenia permette l’abbattimento delle liste d’attesa; infatti, questo tipo di attività viene svolta dopo l’orario dei lavoro.
    in ogni caso, l’attività intramoenia è tracciata poichè la prenotazione della visita viene fatta attraverso il CUP……ciò impedisce al medico di prendere soldi “a nero” e nello stesso tempo lo obbliga a pagare le tasse dovute!!
    Pronto??Consiglieri M5S aprite gli occhi e fate funzionare i neuroni per favore!!!!


  • Franco

    Proposta demagogica che denota scarsa conoscenza della realtà ospedaliera.


  • DUBBIOSO

    sig. indignato, fatti venire qualche dubbio su quello che hai scritto, chiedendoti:
    -perchè l’ attesa mesi sei cn l’intramenia si trasforma in, anche subito. rifletti.
    secondo me sarebbe il caso di modificare questa stato di fare.

  • Molto probabilmente i 5 stelle devono prendere ancora qualche lezione in materia di sanità pubblica “Guariranno anche loro”.


  • quante chiacchiere

    Meglio abolire , se pubblico e privato devono coesistere.Tanto se un medico vuole evadere le tasse , lo fa ugualmente


  • Medico in graduatoria

    Un esempio virtuoso in puglia in cui l’intramoenia abbatte le liste di attesa? Per esempio 5 mesi di attesa ieri prenotati a Manfredoniaper una visita pneumologica ad un paziente di 84 anni con idrotorace è virtuoso?
    La teoria dell’intramoenia è buona, la pratica, no. Facciamo lavorare i giovani medici, senza che vadano in altre regioni a fare le sostituzioni a vita nelle guardie mediche.
    Il medico sazio non può capire il digiuno


  • Indignato

    Caro sig DUBBIOSO, le do subito la risposta: perchè la lista di quelli che non vogliono pagare è molto più lunga rispetto alla lista di chi è disposto a pagare.
    Ad esempio, se la lista di chi non vuol pagare è lunga 100, quella di chi vuole pagare è 30….di conseguenza la lista di chi vuole pagare, a parità di tempo, verrà smaltita prima!!
    Basta un pò di intelligenza per arrivarci!!!
    Se non lo sapesse, le prenotazioni per le visite intramoenia vengono fatte al CUP e non direttamente dal medico!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This