Capitanata

Cerignola, piazza Mercadante “è un degrado”. La Città reagisce


Di:

Giuseppe de Benedictis (archivio)

Cerignola – LO sviluppo di una città parte anche dallo stato di sicurezza dei suoi cittadini. E proprio la sicurezza, nella città di Cerignola, è un campo fin troppo delicato. Tutto si amplifica, poi, se gli atti delinquenziali sfociano da quei confini che per una selezione naturale si vengono a creare, e si riversano anche nei luoghi ove, generalmente, si crede di poter esser più tranquilli e, per l’appunto, sicuri.

In particolare si fa riferimento a Piazza Matteotti o meglio conosciuta come Piazza Mercadante proprio location dell’omonimo Teatro il quale dovrebbe rappresentare il fulcro culturale della città. Così, però, non è a causa dei continui atti vandalici, risse avvenute o sfiorate e “malcelate attività di spaccio di stupefacenti”, parole riportate nel documento figlio dell’incontro delle associazioni giovanili riunitesi lo scorso 28 Aprile proprio per affrontare concretamente il problema. L’iniziativa è stata proposta da Carlo Dercole di Generazione Futuro il quale ha esteso l’invito, poi accettato, a: Giovani Democratici, Sinistra, Ecologia e Libertà, Giovane Italia Cerignola, Circoli Nuova Italia, La Fabbrica di Nichi e Movimento Politico “La Cicogna”.

Nell’incontro, dopo aver fatto il punto sulla situazione della zona di movida cerignolana, si è evinto che “la zona del Teatro Mercadante è stata abbandonata a se stessa dagli amministratori della città” e il loro intento “è quello di far sentire la voce, non soltanto con urla di protesta, ma anche, e soprattutto, attraverso proposte concrete” le quali saranno stilate nella prossima riunione che si avrà e che rappresenterà un vero e proprio progetto per la sicurezza. “L’iniziativa presa dalle associazioni giovanili è molto buona – commenta a Stato Giuseppe de Benedictis, il consigliere Presidente della Consulta alle Politiche Giovanili – e li inviterò a partecipare alla prossima consulta, che si avrà entro la prossima settimana, per recepire le loro intenzioni”. Il tutto avverrà alla presenza dell’Assessore di competenza, Franco Reddavide – non presente il giorno della riunione dei giovani – e con un primo passo verso la sicurezza, affidando il compito alle forze dell’ordine di “farsi una passeggiata” nei pressi della Piazza almeno nelle ore calde di “movida”.

“In realtà sono mesi che mi sto muovendo in questa direzione, fin da prima di Natale scorso – aggiunge il consigliere pidiellino – e le associazioni riunitesi, non stanno facendo altro che percorrere la mia stessa strada per avere più visibilità.” Il presidio costante delle forze dell’ordine, unito all’installazione di due telecamere fisse di video sorveglianza, sembra essere la ricetta giusta per la sicurezza, secondo il giovane consigliere pidiellino il quale, con la chiusura al traffico della zona antistante il Teatro, vuole impedire l’accesso all’interno della Piazza stessa a tutti coloro che non ne sono autorizzati:”Un primo passo per evitare che la Piazza diventi parcheggio per tutti è stata l’istituzione ad area pedonabile della zona; l’unica cosa, adesso, è intensificare i controlli affinché venga rispettato “. E conclude:“Questo provvedimento è stato preso il 19 Aprile, 9 giorni prima che la riunione indetta da Generazione Futuro si svolgesse, a dimostrazione che comunque sono arrivati in ritardo”.

VincenzoMaurantonio@libero.it

Cerignola, piazza Mercadante “è un degrado”. La Città reagisce ultima modifica: 2011-05-05T21:12:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This